giovedì 29 novembre 2007

Allarme: non detassiamo lo strardiniario! Rischiamo di "uccidere" il lavoratori e la società!

Ieri a Matrix era ospite Gianfranco Fini leader di An che ha fatto una proposta a suo dire per far guadagnare di più agli Italiani e aumentare la produttività delle aziende:detassere il lavoro straordinario ad aumantare l'età pensionabile.A suo dire servirebbe a incentivare i lavoratori a lavorare di più per guadagnare di più aumentando la produttività.

Nulla di più sbagliato anche perchè la produttività delle aziende si aumenta elevando la qualità del lavoro ( e non la quantità) ed il numero di clienti delle aziende stesse:consumismo.

Per elevare la qualità e necessario il turn overe e sostituire i vecchi con i giovani e organizzare meglio il lavoro in modo da ridurre la percentuale di produzione destinata a diventare scarto e quindi invenduto o ritirato in garanzia.

Un giovane per ovvie ragioni biologiche è in grado di lavorare meglio e di più rispetto ad un anziano vicino alla pensione: dunque svecchiamo le aziende,tutti in pensione e largo ai giovani che smettendo di essere prevari smetterebbero di stare sulle spalle dei loro vecchi ed entrambi avrebbero più risorse economiche da spendere ovvero da destinare al consumismo.

Con la prposta di Fini si otterebbe l'esatto contrario anzi si aggraverebbe ancor di più la situazione già grave a casu della perdita di potere contrattuale (il precariato limita l'effetto sciopero) con il maacato od intempestivo e quindi insufficiente adeguamento salariale già privato di uno strumento fondamentale come la scala mobile: rirpistiniamola e salvaguardiamo il diritto di sciopero.

Incentivare lo straordinario vuol dire aumentare i rischi di infortunio e di contrarre malattie professonali (e gli anziani ne sarebbero più esposti dei giovani per ovvie questioni biologiche) infierendo ancor di più sulla piaga sociale delle cosidette "morti bianche"!

Si toglierebbe tempo alla famiglia per lavorare con gravi ripercussioni sui rapporti con il coniuge ed i figli,il che in un epoca con molti divorzi e saprazion e l'aumento di comportamenti pericolosi fra i giovani come bullismo,abuso di alcool droghe e fumo,pornografia in web ecc. sarebbe un grave colpo per la società.

Si ridurebbe l'occupazione in quanto tutti lavorano di più,la possibilità di lavorare sarà un privilegio per pochi. I precari resterebbero tali in quanto i datori di lavoro non avrebbbero interesse a stabilizzarli ma anzi l'esatto contrario: tenedoli a tepo determinato potrebbero riccattarli meglio per indurli a fare ore ed ore di straordianario anche oltre il limite di legge.

Già oggi molte aziende medio-piccole fanno fare i loro dipendenti 3-5 ore al giorno di straordinario tutti giorni arrivando a fare 60 ore di lavoro complessive alla settimana (limite di legge 48 ndr) e con un monte ore di straordinarie annuali di 400 ore e ed oltre (limite legale 250 ore ndr).
Aumentando il precariato si riduce il consumismo e quindi la produttività delle aziende e nel complesso il Pil nazionale.

Io proporrei di tassare lo strardinario e detasserei il part-time per far capire alle aziende che già fin da ora scegliendo la seconda soluzione si risparmia rispetto alla prima.Un esempio se invece di 12 ore ordinarie di lavoro ne pago 8 ordinarie + 4 ore straordinari meggiorate del 50% ottengo un compenso equivalente a 14 ore ordinarie. Meglio quindi lasciare un operaio a 8 ore ed assumerne un secondo. Al massivo per agevolere le assunzioni si agevolano le aziende fiscalmente e sopratutto burocraticamente.

La teoria della sinistra lavorare meno e lavorare tutti è l'unica veramante fruttifera e possibile per risollevare l'economia: si astenga dunque Fini (ma vale per tutti) dal denigrarla! La sua proposta equivale ad una forma di schiavismo legalizzata.

lunedì 26 novembre 2007

Viva la sincerità...di Cesa (UdC)

Finalmente anche a destra ed in particolare nell'Udc ammettono che Berlusconi ha anteposto gli interessi personali a quelli del paese: leggetevi quest'articolo di Repubblica.it


Nuovo attacco del Cavaliere a An e Udc: "Mi
volevano processare"Cita i sondaggi e dice: "Saremo il corrispettivo del
Ppe"

Berlusconi: "Cdl ormai era ectoplasma. Gli ex alleati mi
hanno fatto perdere"

Cesa (Udc): "Troppo spesso ha anteposto i propri
interessi a quelli del Paese"

MILANO - "La Cdl era una specie di ectoplasma". Silvio Berlusconi usa poche parole per
mettere la lapide su quella che prima del suo
annuncio di piazza San Babila, era il
contenitore che teneva insieme il centrodestra. Il Cavaliere, in collegamento
telefonico con l'assemblea degli azzurri a Milano, giustifica così il suo
impulso a costruire una nuova forza politica del centrodestra. E attacca i suoi
alleati responsabili a suo avviso di avergli fatto perdere le elezioni del '96 e
di averne condizionato l'attività di governo. La replica arriva dal segretario
dell'Udc, Lorenzo Cesa, che rimanda le accuse al mittente dichiarando che le
principali responsabilità sono di Berlusconi perché "troppo spesso ha anteposto
i propri interessi privati a quelli generali del Paese", pur sottolinenando che
"la priorità dell'Udc e di tutto il centrodestra resta quella di mandare a casa
il governo Prodi". L'attacco del Cavaliere. Il futuro, nei progetti del
Cavaliere, si chiama partito della libertà. "Sarà il corrispettivo italiano di
quella grande famiglia della democrazia e della libertà che è il Partito
Popolare Europeo" dice Berlusconi. Che snocciola l'immancabile sondaggio. "Siamo
al 35-37% dei consensi. Noi non dobbiamo avere paura di nulla e di nessuno".
Berlusconi, poi, torna ad attaccare gli ex alleati. Rivendica la bontà della sua
decisione di dare "la spallata" al governo e dice che proprio quelle diverse
visoni lo hanno convinto ad annunciare la nascita del Pdl: "Mi dicevano di non
convocare il vertice perché altrimenti avremmo sancito che la Cdl si era
ridotta". E' un fiume in piena il Cavaliere. Senza nominarli attacca Fini e
Casini: "Non si poteva andare avanti con questi alleati che ci hanno fatto
perdere le elezioni del 1996 e ci hanno condizionato mentre eravamo al governo".

"C'è stato perfino qualcuno - aggiunge
Berlusconi - che voleva intentare un processo a me e a Forza Italia. Mi è venuto
istintivo di dire 'è venuto il momento di consolidare quel progetto del grande
partito dei liberali e dei moderati sul quale abbiamo lavorato per due anni".


La replica di Cesa. Lorenzo Cesa,
segretario dell'Udc, risponde all'attacco del Cavaliere parlando dal programma
pomeridiano di RaiUno,


Domenica in. "A Berlusconi voglio dire che non può usare
più questi toni nei confronti dei suoi alleati, le responsabilità sono di tutti,
la sconfitta della Cdl sta nel fatto che molte volte invece di problemi generali
ci siamo occupati di problemi personali". "Bisogna stabilire una forma di
opposizione più decisa a questo governo che deve andare a casa", ha detto Cesa,
l'Udc aveva già detto più volte che la Cdl si doveva riformare e ora "ci fa
piacere che Berlusconi e Fini se ne siano accorti". "Il centrodestra ha
l'obiettivo comune di mandare a casa Prodi" ribadisce Cesa, "ma noi abbiamo
un'idea diversa sul futuro rispetto a Berlusconi", ora dunque servono "regole"
condivise nella coalizione. Consiglierei a Berlusconi di fare uno sforzo di
umiltà. Ciascuno di noi può aver commesso degli errori, ma le principali
responsabilità sono le sue perché troppo spesso ha anteposto i propri interessi
privati a quelli generali del Paese".



(25 novembre 2007)

domenica 25 novembre 2007

Quando il buon senso vince su Bigotteria e Ipocrisia

Leggete quest'ariticolo su madameweb la porno professoressa di Pordenone licenziata dalla scuola per essere una pornodiva del web di notte.



Battaglia virtuale contro la sospensione
dell'insegnante di Pordenone Contesa da radio e tv, sostenuta da migliaia di fan,
prima nella classifica dei siti più cliccati

"Il popolo Internet si mobilita per
MadamewebDeejay e Bbc, tutti parlano della pornoprof"





La pornoprof Anna
Ciriani


ROMA - Il popolo Internet si mobilita per Madameweb. Dopo la decisione del
direttore didattico di
sospenderla dall'insegnamento,
l'indirizzo dell'insegnante di lettere è tempestata di messaggi di solidarietà.
In migliaia protestano sul forum della professoressa di Pordenone, icona hard
della rete vietata ai minori. A Radio Deejay, il Trio Medusa ha rivolto un
appello agli ascoltatori affinchè convincessero Madameweb ad accettare
un'intervista televisiva alle Iene su Italiauno. Persino la Bbc ha mostrato
interesse ad intervistare la prof di Pordenone. Fan sfegatati si aggiornano
anche sui siti dalla Cina e dall'America. Gettata la maschera dell'anonimato,
ora tutti la cercano. I reportage e video girati al festival a luci rosse
berlinese Venus
(vedi foto) hanno sbancato la classifica
mondiale dei siti web a forte tasso erotico. Mademeweb ha fatto triplicare i
contatti nelle ultime 24 ore al blog del professore "Fabioletterario", collega
di Madameweb nella scuola media nel Sanvitese. In 30 giorni sono stati oltre 28
mila i contatti sul forum dedicato alla pornoprof: 3 mila 200 messaggi, mille
300 utenti, 32 mila visite ed è solo un bilancio provvisorio.
Dalla Sicilia
al Piemonte le chiedono ripetizioni di latino; appuntamenti in ostelli e
autogrill o discoteche; dialogo non-stop. Un fedelissimo si propone anche di
fare una colletta per sostenere le spese legali che la professoressa dovrà
affrontare per fare ricorso al decreto che la sospende dall'insegnamento: "I
video a luci rosse nella fiera del sesso a Berlino - spiega il fan - sono girati
fuori da scuola. Se ogni datore di lavoro dovesse valutare i dipendenti per
quello che fanno fuori, che valore avrebbero competenza e impegno
professionale?"


(23 novembre 2007)




Sono contento che la bigotteria abbia perso e sia saltata fuori tutta l'ipocrisia che gira attorno al mondo della pornoografia.Tutta la denigrano ma poi tutti la usano. Chi dispressa compra. Quesr'insegnate ha tutto il diritto di fare una seconda vita e di fare al contempo l'insegnante! Se avessi la possibilità economica di sotenere le spese legali e non solo,lo farei. Farei di questo caso un cavallo di battaglia,un baluardo a favore della laicità dello Stato.Auguro a questa prof di vincere la sua battaglia contro i bigotti che la boicottano ma che di nascosto la vanno a vedere alle pornoofiere. Spero vivamente che si lasci intervistare dica la sua in TV sul suo caso e uccida questo velo di ipocrisia e bigottismo che ancora voolge il nostro paese a terzo millenio inoltrato! Ammoderniziamoci!
Per chi vuole vedere il video della pornoprof è sufficiente cliccare quì: http://video.google.it/videoplay?docid=5934921931808775051&q=Madameweb&total=20&start=0&num=10&so=0&type=search&plindex=0


Rai e Mediaset addio concorrenza

Leggetevi questo articolo di repubblica su delle Intercettazion a carico di dirgenti Rai e Mediaset:

Nelle intercettazioni tra 2004 e 2005 allegate
all'inchiesta sul fallimento della Hdc dell'ex sondaggista Crespi, la prova che
alla concorrenza si era sostituita la complicità

La rete segreta del Cavaliere che
pilotava Rai e Mediaset


Ecco le telefonate dei dirigenti vicini a
Berlusconi

di EMILIO RANDACIO e WALTER
GALBIATI

MILANO - "Media-Rai". Le due superpotenze nazionali della tv, che
dovrebbero competere aspramente per la conquista dell'audience, fare a gara
nella pubblicazione di servizi esclusivi, in realtà si scambiano informazioni
sui palinsesti. Concordano le strategie informative nel caso dei grandi eventi
della cronaca. Orchestrano i resoconti della politica. Su tutto, la grande mano
di Silvio Berlusconi e dei suoi collaboratori, che quotidianamente tessono la
tela, fanno decine, centinaia di telefonate, si scambiano notizie, organizzano
fino ai più piccoli dettagli. È il quadro che emerge dalle intercettazioni
telefoniche - realizzate tra la fine del 2004 e la primavera del 2005 - allegate
all'inchiesta sul fallimento della "Hdc", la holding dell'ex sondaggista del
Cavaliere, Luigi Crespi. E in particolare dai resoconti, redatti dalla Guardia
di Finanza, delle conversazioni telefoniche di Debora Bergamini, ex assistente
personale di Berlusconi e, all'epoca, dirigente della Rai, e di Niccolò Querci,
pure lui ex assistente di Berlusconi e, all'epoca, numero tre delle televisioni
Mediaset. La "ragnatela" avvolge e intreccia le vicende della tv di Stato con
quelle di Mediaset. I direttori di Tg1 e Tg5 (all'epoca Clemente J. Mimun e
Carlo Rossella) fanno, testuale, "gioco di squadra". Il notista politico del Tg1
informa la Bergamini e la rassicura sul fatto che le notizie più spinose saranno
relegate in coda al servizio di giornata. Fabrizio Del Noce cuce e ricuce,
assicurando che Bruno Vespa, nella sua trasmissione, accennerà "al Dottore in
ogni occasione opportuna". Querci, insieme al gran capo dell'informazione
Mediaset, Mauro Crippa, cuce sul versante opposto. E arriva fino ad occuparsi
delle vicende del festival di Sanremo (quell'anno affidato a Paolo Bonolis),
cioè della trasmissione di massimo ascolto dell'azienda che dovrebbe essere
concorrente. E poi ancora, le fibrillazioni in due fasi delicate: la morte del
Papa e le elezioni amministrative dell'aprile 2005.

L'allora presidente Ciampi è pronto per una dichiarazione a reti
unificate per onorare Giovanni Paolo II? La Bergamini allerta prima l'assistente
personale del Cavaliere e poi Del Noce per preparare una performance parallela
dell'inquilino di Palazzo Chigi. E ad essere allertato è anche il "rivale"
Crippa. Le elezioni sono andate male? Bisogna "ammorbidire" i resoconti sui
risultati elettorali. La Bergamini contatta Querci e con lui concorda la
programmazione televisiva. La ragnatela avvolge tutto, pensa a tutto, provvede a
tutto.


(21 novembre 2007)



E' assurdo ma non mi sorpende che Rai e Mediaset si siano accorda per non farsi concorrenza im nome di sua emittenza Silvio!
Dopotutto la Rai è occupata da Forza Italia che con 5 suoi ex parlmantari detiene a larga mangioranza il timone del CdA dell'aziende.
Altro che parlare di rai occupata dalla sinistra e fare sceneggiate in nome di un pluralismo inesistente.
Urge una nuova legge sul riassetto radio-tv e sulla governance della Rai che và tolta ai partiti e resa autonoma.
Il sostetto che ciò ccadesse lo avevo da tempo: avevo notato come molti altri che in certe serate nessuna rete trasmetteva eventi o programmi di rilievo.
Troppe cose inspeigabile si notavano dentro i palinsensti di Rai e Mediaset. Spero che tutti i coinvolti vengano cacciati dalla Rai.
Non tollero infine che che Berlusconi abbi al faccia tosta di di affermare che si tratta di sciacalaggio contro di lui e che Meiaset dica "è normale che si sentano". Per me non è normale affatto.
Si torni a diffondere la cultura del pluraliscmo e della concorrenza economico-industraile nel nome del popolo!

Caso Meredith, a Perugia più fantasia che in CSI

Da molti giorni è in prmo piano su tutti i giornali e tg nonchè le solite trasmissoni Porta a Porta e Matrix il caso dell'omicio della sudentessa inglese Meredith.
Debbo dire che la situazione così come descritta dagli inquirenti appare confusa e più fantasiosa di una puntata di CSI la famosa serie TV di Italia1.
Bem quatro persone oltre la vittima sarebbero state in quella casa ma nessuno avrebbe lasciato abbastanza tracce da poter essere incrimanate.
Assurdo poi il trattamento riservato a Patrick Lubumba che aveva un alibi certo ma trattenuto per girni in carcere perchè acusato da una ragazza americana Amanda Knox anche lei sospettata ma sopratutto reduce da una nottata (quella dell'omicidio) all'insegna dell'ebbrezza da droga.
E',la stessa Amanda, coabitante di Meredith a rivelare che ha fumato crack e non ricorda nulla o quasi compreso il sesso con il suo fidanzato, altro indagato.
E' sconcertante che si facci afidamento su frasi farneticanti di un gruppo di tossici-scambisti che fà a scarica barlie per difendersi dall'accusa di aver commesso un così terribile delitto.
Altro sospettato e Rudy uno spacciatore o presunto tale che arrestato in Germania ha ammesso di essersi trovato in quella casa e di conoscere l'assassino.Egli sostiene di non essre l'assassino e di essere fuggito per paira.
La mia sensazione e che si tratti di una notte di sesso e droga finita male in cui la vittima è stata uccisa quasi per sbagliamo,forse accidentalmente da qualcuno che ha perso il controllo e non ricorda cosa ha fatto.
Se fosse vera la versione di Rudy si dovrebbe ipotizzare la presenza di un quinto uomo, binaco e forse italiano.
Una cosa è certa la Procura a mio avviso non lavora tanto bene e i media si sono dato al solito sciacalaggio in nome dell'Audience e delle vendite pubblicitarie.

Elisa Claps: dubbi e mala TV.

Elisa Clpas è una ragazza di Potenza, o forse dovremmo dire era, scomparsa dalla sua città in cisrcosatanze misteriose la mattina del 12 settebre 1993 all'età di 16 anni.
Elisa esce con Elina de Cillis,sua amica del cuore e si reca con lei alla Chiesa della SS. trinità dova appena terminata la messa ha appuntamanto con Danilo Restivo,suo concittadino di qualche anno più grande. I due si apprtano dietro l'altare della Chiesa e dopo l'appuntamanto Restivo và acasa mentre Elisa sparisce nel nulla.
De caso si occupò il PM dott. Felicia Genovese ora indagata da a Cosenza da de Magistris e anni dopo la Procura di Salerno ma sopratutto il caso fù seguito da tutta la stamapa locale e dalla trasmissione Chi l'ha Visto.
I oarticolari del caso che sono troppo lunghi da spiegare lo trovate in questa discussione a questo link che io stesso ho aperto 8 mesi fà: http://www.popolodellarete.it/showthread.php?t=5713
Da questa discussione è emerso che Restivo non fù l'ultimo ad aver visto Elisa ma che ella si incotro nuovmaante con la sua amica Eliana D.C.
Tuttavia la signora Federica Sciarelli conduttrice di Chi L'ha Visto insite nell accusare Restivo ed è tornata a caricare su di lui specielemnte da quando nel 2004 è accusato dalla Polizia di Bournemounth ,Dorset,UK delle omicidio, avvenuto nel 2002, di una sarta di 48 anni.
La polizia inglese ha subito collegato il caso di Eather Burnett a quello di Elisa Claps in quanto Restivo all'epoca abitava di fronte a lei e in mano alla vittima furono trovate due ciocche di capelli tagliati ad altre donne e Restivo quando era a Potenza fù accusato da alcune ragazze di avere questa mania strana di tagliare capelli sull'autobus.
Arrestato per ben due volte in merito al caso,fù sempre rilasciato per mancanza di prove. Anche per questo si legga la suddetta discussione.
IL motivo per cui scrivo questo post è che sono sconcertato dal modo in cui la TV tratta questi due casi: il riferimento è cme ovvia al programma di RaiTre Chi l'Ha Visto ma anche a un suo simile delle BBC Crimewatch che si occupa del caso della Burnett.
Continua a legare i casi e ed processare mediaticamente Restivo concadenza ormai settimanale da diversi anni, ne danno per scontata le colpevolezza nostante l'assenza di prove e la contemporeanea presenza di prove che portano altrove ed altre piste.
Sono sconcertato da tale accanimento propinato nel nome del Dio Audeience portavoce del Dio danaro della pubblicità!
Anche i megistrati si fanno contagiare da qusta cosa specie in italia dove un certo de Magistris ha indagato la PM di Potenza che indagò sulla scomèarsa di Elisa Claps perchè la famiglia di quest'ultima non fù soddisfatta del suo operato.
Ma come si faceva acondannare Restivo per omicidio ed accultmanto di cadavere se tre testimoni fra i quali la stessa de Cillis affermano di aver visto viva Elisa nell'ora successiva all0incontra con lui? Cme lo si accusa se consideriamo che 1 ora dopo l'incontro era al Pronto Soccorso a farsi mediacare una ferita ad una mano?
MI infastidisce che una trasmissione TV, per di più pubblica in questo caso, dia una visone distorta del caso Claps per cmpiacere opinione pubblica (Audience) e la famiglia della ragazza scomparsa. Mi auguro che qualcuno ponga rimedio alla situazione e faccia qualcosa.

Prosituzione Politica e trasformismo

L'Ultima settimana politica è stata caratterizzata dall'implosione del centro-destra: gli alleati di berluscono ed in particolare Casini e Fini si sono stufati della staticità di Forza Italia nel non voler fare il partito unico di cdx quale risposta la PD e sono stanchi della solita propaganda politica anti-Prodi e della conseguente mancanza di contenuti nella politica della CdL.
IL centrodestra sente l'urgenza di una svolta in quanto si rende conto che il vantaggio elettorale che gli viene riconosciutonei sondaggi è frutto di un astensionismo dell'elettorato del centro-sinistra pittosrto che da un guadagno di consensi nel cdx. Inoltre tale vantaggio come dice Fini "è frutto più di demerito altrui che merito nostro" ne consegue che a campagna elettorale aperta tutto potrebbe crollare come un castello di carte, e troppe incognite gravano sull'esito del voto a partire dalla legge eletorale che verrà usata.
Berlusconiquindi risponde alle critiche con altre critiche scaricando la colpa sugli alleati per quanto non fatto nella scorsa legislatura e fondando il PPL (Partito del Popolo delle Libertà) arrivando ad accettare le primarie che tanto temeva (mettendo quindi in gioco la propria leadership) e sciogliendo FI che di fatto così cambia nome.
Il problema è che tuto ciò èptrebbe essere una finzione e che alla fine il nuovo leader del PPL-CdL sia Michela Vittoria Brambilla fondatrice dei Circoli delle Libertà e Presdente dei Giovani di Confindustria nonchè membro di FI.
Una leadership già decisa a tavolino, con Berlusconi sostituita da una cleberrima prestanome di lusso, e una messa in scena solo per attrarre consenso e dare visibilità a questo peseudo-cambiamanto.
Attenzione quindi a non cascare in un qualcosa che spacciato per svolta epocale in realtà è la continuazione di una forma di progandismo populista volta ad accopura poltrone per perseguire i fini personali di una Elite immarcente che non esita a prostituirsi al popolo, fingendo di cuparsi dei suoi problemi, per poi tradirlo e fare tutt'altro.
Insomma si rischia di assistere all'invereconda realizazione del famoso detto "tutto deve cambiare perchè tutto possa restare uguale ad ora".
Tuttavia nonostante quest'allarme che vi lancio non smettero di confidare sull'egoismo di Berlusconi che vedendo il PD intento a correre da solo potrebbe farsi prendere dalla smania ormai nota di liberarsi degli alleati e fare altrettanto.
Sono infatti, ancora rindondanti nelle nosrtre menti alcune sue celeberrme starnazioni della scorsa legislatura del tipo :"se avessi il 40% dei consnensi e governassi solo con il mio partito farei molto di più"....
Asta la vista quindi e cauto ottimismo.

mercoledì 21 novembre 2007

E' morto il bipolarismo...forse.

Con berlusconi che si ritrova a fondare il PPL (Partito del Popolo delle Libertà) e ha sciogliere FI ma soprattuto a litigare con gli alleati e discutere con Veltroni la nuova legge elettorale,muore di fatto il bibpolarismo.
Non è detto ma è probabile in quanto il nuovo modello di legge elettorale tedesco dovrebbe far sciogliere questi poli e farne nascere di nuovi. Tutti ormai concordano sul fatto che vi sia stato un forte accattonaggio politico e che il premio di maggioranza che spinto a tutto ciò sia pericoloso.
Si parla anche di sistema spagnolo che con cisrcoscizioni molto piccole dove eleggere pochissimi parlmentari pone un "naturale sbarramento al 10% o 20%.
Io suggerirei un sitema misto con circoscrizioni che in linea di massima sono uguali alle province per confini accorpando fra loro quelle adiacenti sotto i 250 mila elettori e dividendo quelle oltre il milione di elettori in circoscrizioni che non superino i 750 mila elettori.
Ovviemente ci sarebbe anche una cirscoscrizione per i residenti all'estero.
In ogni circoscrizionei si eleggerebbe un numero di parlamentar direttamente proporzionale agli elttori e comunque di almeno 2 depuati e 2 senatori e un massimo di 10 deputati e 5 senatori.
Il sistema sarebbe il proporzionale con sbarramento al 3-4%.
Perchè lo sbarramanto? Semplice se rimpiccioliamo troppo le circoscrizioni si rischia che anche grossi partiti come An e Rifondazione e UdC non entrino in parlamento allora le si deve fare non troppo piccole ma con il rischi che vince non arrivi alla maggiornaza per governare o che la abbia riscata e che si debba ricorre alla grande coalizione: il che vanificherebbe l'indicazione del candidato premier.
Quindi sbarramanto al 3-4% in modo da non dover ridurre eccessivamente le circiscrizioni per dimensione e al tempo stesso dare una maggioranza forste a chi vince le elezioni.
Ovviemente stante questa situazione i piccoli partiti sono in subbuglio e temono che Berluscuni e Veltroni si accordino fra loro per fare la legge elettorele,ma credo che non sarà così sebbene i due abbiano i numeri in parlaanto per approvarlo con ampissima maggiornanza.
Ritengo inoltre che si voterà dopo le europee che saranno banco di prova per le nuove aleanze. Ora finalmente vedremo alleanze omogenee! Il multipolarismo che auspicavo.
Tuttavia il rischio del bipolarismo non è del tutto scongiurato visto che sia il sistema tefesco che quello spagno non garantiscono la maggioranza assoluta a nessuno in un paese dove i due maggiori partiti arrivano a fatica la 30% dei consensi.

Savoia allucinati!

Ieri leggendo le notizie su televideo Rai ho letto questa e mi sono scandalizzato:

SAVOIA CHIEDONO 260MLN DI DANNI ALL'ITALIA
Con una lettera inviata al Presidente Napolitano e al premier Prodi, i legali dei Savoia chiedono un risarcimento di 260 milioni per i danni subiti a causa dell'esilio, e la restituzione dei beni confiscati alla nascita della Repubblica. Lo rivela un servizio di "Ballarò" in onda su Raitre. Secca la replica della presidenza del Consiglio, riferisce Ballarò: Il governo ritiene di non dover pagare nulla ai Savoia, se non chiedere i danni per le responsabilità della famiglia reale nelle note vicende storiche. Il portavoce di casa Savoia, Filippo Bruno di Tornaforte, chiarisce però che la richiesta non è stata ancora depositata.


E' allucinante che i Savoia complici dei fascisti ora chiedono i danni per l'esilio patito. Dovrebbe essere loro a dover rifondere l'Italia per i danni patiti dal nostro paese a causa delle concussione fra la famiglia reale e i fascisti di Mussolini.
HO apprenzato quindi in pieno la reazione di Prodi che risponderebbe con una richiesta di risarcimento danni all'Italia da parte dei Savoia!

martedì 20 novembre 2007

L'Imbroglio del Berlusca

Berlusconi ha imbrogliato nella raccolta firme (almeno quelle via web) per mandare a casa Prodi.
Chiunque ,come mostra questo video su Youtube,poteva firmare a nome di Prodi,Berditinotti;Cosa Nostra e Licio Gelli ma sopratutto poteva votare all'infinito!
Vista la truffa, ora lo psiconano non potrà dire che le Primarie del csx sono fasulle...lui è il primo imbroglione quindi taccia!

Ecco il link del video!
http://it.youtube.com/watch?v=PKhfgAx_8Zc

sabato 17 novembre 2007

Progetti Ecosotenibili: La Diga del Vento





Il petrolio costa sempre di più, lo sanno anche i muri: costa sia in termini di sfruttamento ambientale, sia quando paghiamo il pieno di benzina o le bollette del gas. Per non parlare dei costi nascosti di questa fonte di energia (costa di più trasportare merci quindi tutti i generi di consumo aumentano; costi per la salute derivanti da inquinamento). Finalmente negli ultimi anni stanno prendendo piede delle tecnologie che sfruttano quanto la natura ci mette a disposizione gratis, ossia il sole, le maree, il vento. Si parla di tecnologia usufruibile da tutti, non solo di progetti utopici per il futuro. Ma questi ultimi sono molto affascinanti, soprattutto se prendiamo in considerazione il progetto della diga del vento della Cheatwoods Associates, un’azienda all’avanguardia che studia e realizza prodotti futuristici. La wind dam (diga del vento) è un progetto ecosostenibile e geniale nella sua semplicità: un’enorme vela che verrà posizionata tra due montagne e produrrà elettricità dall’energia eolica incanalata. L’enorme spinnaker (sì, come quello delle barche di Coppa America) costerà oltre 3 milioni di euro, e verrà posizionata nella gola del lago Ladoga (Russia), una zona dove soffia costantemente un forte vento. Come si vede dal progetto, la vela incanalerà il vento all’interno di una turbina e produrrà energia pulita e rinnovabile.

Se il progetto verrà approvato, le dimensioni della vela saranno di 75 metri per 25 di altezza. Altro che Paul Cayard a manovrarla! Non oso pensare agli addetti che dovranno salire sulla struttura per eventuali operazioni di manutenzione, da volare via per il fortissimo vento. Non so voi, ma questi progetti mi ridanno fiducia: certo, una valle senza niente così come l’ha fatta natura è più bella… ma almeno non bisogna scavare e compromettere irrimediabilmente milioni di metri cubi di terreno..

Ottima finanziaria del Governo - Seconda Parte

Il Governo ha fato un ottima finanziaria mantenendo molte promesse come il taglio della spesa pubblica,delle spese per politica,il taglio delle tasse e la introduzione della Class Action.
Sono inoltre revisti uno "sconto bamboccioni" meno elemosinato,si stabilizzano i precari nelle P:A: ,un nuovo riccometro,più fondi a scuola ed Università ma sopratutto si impegna il Governo ad armonizzare le rendite.
Una finanziaria era il meglio o quasi che si potesse fare,ora mancano la modifica alla legge 30 e i Dico a comoletaro il quadro delle principali promesse elettoralei del Governo non chè una nuova legge elettorali.
Ulteriore nota di rilievo: è la prima volta dopo 5 anni che si approva una Finanziaria senza fiducia, cosà notevole per una maggiornaza con 1 solo senatore fdi vantaggio al senato!

Ottima finanziaria del Governo

Precari, class action e tetto manager:tutte le misure della Finanziaria 2008
Il ministro dell'Economia Tommaso Padoa-Schioppa

MULTIMEDIA
VIDEOIl governo presenta la Finanziaria
FOTOGALLERYFinanziaria '08, 1 miliardo per i più poveri
FOTOGALLERYFinanziaria. Manovra in 6 mosse

Dagli sgravi Ici sulla prima casa agli sconti sugli affitti, dal calo delle aliquote Ires e Irap al cosiddetto "forfettone" fiscale per i piccoli

ROMA La «class action» sbarca in Italia, ma per miracolo. Arriva la sanatoria dei precari della pubblica amministrazione e un tetto agli stipendi dei manager pubblici. Sono queste le principali novità della Finanziaria introdotte nel passaggio in Aula al Senato. Ma sono molte le altre misure della manovra che attendono il via libera finale di palazzo Madama, per la prima volta senza fiducia da cinque anni. Dagli sgravi Ici sulla prima casa agli sconti sugli affitti, dal calo delle aliquote Ires e Irap al cosiddetto "forfettone fiscale" per i piccoli.Ecco tutte le novità della manovra 2008.
SGRAVI ICI: arriva uno sconto Ici sulla prima casa fino a un massimo di 200 euro. Niente beneficio a chi possiede ville, castelli o case di lusso. L’ulteriore detrazione, che si somma a quella esistente di 103 euro, equivale all’1,33 per mille della base imponibile Ici.
SCONTI AFFITTI: arriva un’ulteriore detrazione Irpef sugli affitti a favore degli inquilini a basso reddito. Per i redditi fino i 15.493,71 sarà di 300 euro, scende a 150 euro per chi non supera i 30.987,41 euro.
SCONTO "BAMBOCCIONI": lo sconto sugli affitti sarà più alto per i giovani, fra i 20 e i 30 anni, che andranno a vivere da soli lasciando casa di mamma e papà. Lo sconto sarà di 991,60 euro se il loro reddito non supera i 15.493,71 euro.
MENO IRES E IRAP: dal primo gennaio l’aliquota Ires (l’imposta sui redditi delle società) calerà di 5 punti dal 33% al 27,5%. Di conseguenza viene ampliata la base imponibile. Arriva anche una stretta sulle deduzioni degli interessi passivi. Si riduce anche l’aliquota Irap (l’imposta sulle attività produttive) che scenderà dal 4,25% al 3,9%. Dal 2009 la gestione sarà trasferita interamente alle Regioni.
"FORFETTONE" PER PICCOLI: un milione di imprenditori con un fatturato annuo sotto i 30 mila euro lordi saranno esonerati dal versamento dell’Ires e dell’Irap e pagheranno solo un forfait con un’aliquota al 20%.
TAGLIO MINISTRI: governo più snello, ma dal prossimo. Via libera al taglio del numero dei ministri e dei sottosegretari. Viene fissato, come prevedeva la riforma Bassanini, un limite massimo di 12 ministri e viene introdotto un tetto di 60 componenti per l’intera compagine governativa.
TICKET: viene abolito anche per il 2008 il ticket sanitario da 10 euro sulle visite specialistiche e la diagnostica. L’operazione costa 834 milioni.
PRECARI P.A.: arriva una sanatoria dei precari della Pubblica amministrazione. La stabilizzazione avverrà soltanto attraverso procedure selettive di tipo concorsuale. I co.co.co avranno più punti nei concorsi.
STRETTA DERIVATI: regole più stringenti sulla sottoscrizione da parte degli enti locali di strumenti finanziari derivati. Sarà il ministero dell’Economia a certificare la «conformità» dei contratti proposti dagli enti locali. I contratti devono basarsi sulla massima trasparenza.
CLASS ACTION: sbarca in Italia l’azione collettiva risarcitoria per i consumatori, cioè la possibilità per i soggetti portatori di interessi collettivi di partecipare a cause collettive contro società fornitrici di beni e servizi.
TETTO STIPENDI MANAGER: arriva un tetto agli stipendi dei manager pubblici. Le retribuzioni dei dirigenti non potranno superare quella del primo presidente della Corte di Cassazione (274 mila euro). Sono fatti salvi i contratti in essere di natura privatistica. Restano fuori le Authority, gli organi costituzionali, i contratti d’opera (artisti Rai) e le società quotate.
TESORETTO 2008 A CALO TASSE DIPENDENTI: una parte dell’extragettito 2008 sarà destinata, già dal prossimo anno, alla riduzione delle tasse per i lavoratori dipendenti a partire dalle fasce di reddito più basse, già dall’anno prossimo.
MUTUI: aumenta del 10% il massimo detraibile per i mutui sulla prima casa.
VIA CANONE PER ULTRA 75ENNI: gli ultra settantacinquenni con un reddito sotto i 516 euro non pagheranno più il canone Rai.
CREDITO IMPOSTA SUD: torna il credito d’imposta sull’occupazione nel Mezzogiorno. Per i datori di lavoro che nel 2008 impiegheranno a tempo indeterminato giovani al Sud sarà concesso per il 2008, 2009 e 2010 un credito di imposta pari a 333 euro al mese per ciascun lavoratore. In caso di lavoratrici donne il credito d’imposta aumenta a 416 euro. Si stimano 40-50 mila nuove assunzioni.
TABACCAI: in arrivo 3mila euro di credito d’imposta per acquisto e installazione di telecamere e apparecchi per pagamenti via bancomat con un limite di spesa complessivo è di 5 milioni di euro.
ODG RENDITE: approvato un ordine del giorno che impegna il governo a ripristinare l’aliquota unica al 20% nel ddl rendite all’esame della Camera.
VIA GOGNA FISCALE: stop alla ’gogna fiscalè del cartello apposto alla serranda dei negozi chiusi per mancata emissione degli scontrini fiscali. Resterà solo il suggello.
SCONTRINI: saranno necessarie, nell’arco di un quinquennio, quattro (e non più tre) contestazioni per la chiusura del negozio), e dovranno avvenire in tre giorni diversi.
STUDI SETTORE: sarà l’Agenzia delle entrate a fornire elementi di prova per avvalorare i maggiori ricavi o compensi derivanti dall’applicazione degli indicatori di normalità economica.
STATALI: per i contratti del pubblico impiego, relativi al biennio 2006-2007 e per il biennio 2008-2009, vengono stanziati 1,081 miliardi nel 2008, e 220 milioni a partire dal 2009.
SICUREZZA: stanziate risorse destinate alla professionalizzazione delle Forze armate. Viene istituito un Fondo, con uno stanziamento da 100 milioni, per le esigenze di funzionamento della sicurezza e del soccorso pubblico. Altre risorse vanno alle Capitanerie di porto. Altri 20 milioni andranno alle forze di polizia.
P.A TELEFONA CON VOIP: da gennaio le amministrazioni centrali sono tenute a utilizzare i servizi Voip (voce tramite il protocollo Internet).
ASILI E INABILI: valgono anche per quest’anno le detrazioni previste dalla finanziaria dell’anno scorso per le rette degli asili nido. Si tratta di una detrazione del 19% e la somma non può superare i 632 euro annui per ogni figlio. Previsti anche 30 milioni di euro l’anno dal 2008 per rideterminare gli assegni alle famiglie con membri inabili e orfani.
RICCOMETRO ANTI-FURBI: cambia l’Isee (l’indicatore di situazione economica equivalente) del nucleo familiare che consente di ottenere l’accesso alle prestazioni sociali come gli sconti sulla tassa dei rifiuti o quelli per gli asili nido. Viene attribuito all’Agenzia delle entrate il compito, ora dell’Inps, di calcolarlo.
RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: confermato per il 2008 il bonus per le ristrutturazioni edilizie con una detrazione d’imposta del 36% della spesa sostenuta, usufruibile per redditi sotto i 48 mila euro.
FRIGORIFERI: ancora per tre anni sarà possibile acquistare frigoriferi a basso consumo (non inferiore a classe A+) con uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto. Sgravi anche per pannelli solari e infissi.
ADDIO COMUNITÀ MONTANE: arriva una riduzione delle Comunità montane che diventeranno ’Unioni di comuni montanì composte da almeno 7 comuni. Si prevede un taglio di circa 80 unità rispetto al numero attuale.
ENTI RIFIUTI E ACQUA: verranno soppressi gli Enti d’ambito per il servizio idrico integrato e il servizio di gestione integrata dei rifiuti. Si tratta di 300-400 enti in tutta Italia.
TAGLIO CONSIGLIERI: dalle prime elezioni per il rinnovo di ciascun consiglio comunale e provinciale viene ridotto il numero dei consiglieri e diminuite le indennità e i gettoni di presenza. Il numero degli assessori si riduce da 16 a 12.
VIAGGI FACILI: addio a missioni e viaggi facili per consiglieri regionali, provinciali e comunali. L’indennità di missione viene sostituita con un rimborso forfettario.
STRETTA AUTO BLU: dal 2008 la cilindrata media delle autovetture di servizio assegnate in uso esclusivo nell’ambito della magistratura e delle amministrazioni civili dello Stato non potrà superare i 1.600 centimetri cubici. Sono escluse le autovetture utilizzate dai Vigili del fuoco e quelle usate per servizi istituzionali di tutela dell’ordine, della sicurezza pubblica.
ASSUNZIONI AGENZIE ENTRATE: nuove assunzioni di ispettori e dirigenti all’Agenzia delle Entrate, alla Guardia di Finanza e alle altre Agenzie fiscali. Le nuove assunzioni sono vincolate a migliori risultati nella lotta all’evasione.
5 PER MILLE: il governo proroga anche per il 2008 il 5 per mille a favore della ricerca e delle onlus. Il governo ha accolto un ordine del giorno che impegna l’esecutivo a rendere stabile e senza limiti l’utilizzo del 5 per mille. Viene incrementata di 60 milioni per il 2008 anche la quota destinata allo Stato dell’otto per mille.
INCENTIVI CIP6: viene chiarito definitivamente che gli incentivi Cip6 ai produttori di energia da fonti rinnovabili andranno ai soli impianti realizzati ed operativi, escludendo quelli già autorizzati, ma non ancora realizzati.
ENERGIE RINNOVABILI: arriva una riforma del sistema di incentivazione delle fonti energetiche rinnovabili. Si introducono misure per facilitarne la diffusione e la connessione. Si rafforza il coordinamento fra lo Stato e le Regioni e si rende più incisivo l’impegno degli enti locali e delle imprese per lo sviluppo delle energie.
NO TASSA SUCCESSIONE CONIUGI: anche i coniugi saranno esentati dall’imposta di successione e donazione per i trasferimenti d’azienda o rami di essa, di quote sociali e di azioni.
ASSEGNO DI MANTENIMENTO: viene introdotto un regime di favore per i contribuenti che percepiscono l’assegno di mantenimento a seguito di separazione legale ed effettiva, di scioglimento o annullamento del matrimonio o di cessazione dei suoi effetti civili.
STAGE NEOLAUREATI SUD: arriva un finanziamento mensile (per sei mesi) di 400 euro per favorire lo stage di 30 mila neolaureati al Sud. Alle imprese che li assumono verrà assegnato un bonus di 3.000 euro.
IMMOBILI: al via una ricognizione degli immobili pubblici e affittati dalla P:A. Si prevede, in pratica, una sorta di censimento da parte di tutte le amministrazioni pubbliche dei beni immobili in loro possesso.
STIPENDI CONDUTTORI RAI: tutte le retribuzioni dirigenziali e i compensi per la conduzione di trasmissioni in Rai devono essere rese note alla commissione parlamentare di Vigilanza.
OSSERVATORIO PREZZI: contro i rincari dei prodotti alimentari, viene affidato all’Osservatorio del ministero delle Politiche agricole il compito di verificare la trasparenza dei prezzi.
GRUPPI D’ACQUISTO: pieno riconoscimento ai gruppi d’acquisto solidale e un regime fiscale più chiaro per consolidarli e prevenire eventuali interpretazioni differenti negli uffici tributari locali.
TAGLIO CDA SOCIETÀ PUBBLICHE: sarà ridotto il numero dei componenti dei consigli di amministrazione delle società pubbliche: sarà ridotto a tre (se composti da più di cinque membri) e a cinque (se composti da più di sette). Nessun gettone di presenza per i componenti degli organi societari. Il taglio non si applica alle società quotate.
STOP ARBITRATI APPALTI PUBBLICI: arriva l’esclusione dell’arbitrato per tutti gli appalti pubblici su lavori, servizi e forniture.
SFORBICIATA GIUSTIZIA MILITARE: in arrivo una sforbiciata per la giustizia militare con la soppressione di numerosi uffici di primo e secondo grado e la riduzione dell’organico della magistratura militare con il passaggio dei giudici militari in esubero ai ruoli della giustizia ordinaria.
AMMORTIZZATORI SOCIALI: sì alla proroga degli ammortizzatori sociali. La norma dispone, nel limite di 460 milioni di euro (di cui 20 milioni di euro per il settore agricolo) a carico del fondo per l’occupazione, la proroga, entro il 31 dicembre 2008, della concessione di ammortizzatori sociali in deroga.
FONDI PROTOCOLLO WELFARE: vengono stanziate le risorse per l’attuazione del Protocollo del welfare all’esame della Camera.
PIÙ FONDI NON-AUTOSUFFICIENTI: il Fondo per i non autosufficienti viene incrementato di 100 milioni per il 2008 e di 200 per il 2009.
CONGEDI PER FIGLI ADOTTIVI: vengono estesi ai lavoratori dipendenti i congedi di maternità e parentale per i figli adottivi, come avviene per quelli biologici.
RISANAMENTO EDIFICI DA AMIANTO: viene istituito un Fondo per il risanamento degli edifici pubblici con l’obiettivo di eliminare i rischi per la salute pubblica derivanti dalla presenza di amianto.
RAZIONALIZZAZIONE ACQUISTI P.A.: arriva una razionalizzazione del sistema di acquisti di beni e servizi da parte della pubblica amministrazione attraverso l’implementazione del sistema che fa perno sulla Consip.
BANDA LARGA E DIGITALE TERRESTRE: nel 2008 per la larga banda sul territorio nazionale vengono stanziati 50 milioni di euro. Il Fondo per il passaggio al digitale viene incrementato di 20 milioni.
CREDITO IMPOSTA CINEMA: in arrivo incentivi fiscali a favore degli investimenti nella filiera del cinema, tramite crediti di imposta, sia per le imprese esterne che per le imprese interne alla filiera.
CARTA IDENTITÀ ELETTRONICA: slitta al 31 dicembre 2008 la data a decorrere dalla quale non è più consentito l’accesso ai servizi erogati in rete dalle pubbliche amministrazioni, con strumenti diversi dalla carta d’identità elettronica e dalla carta nazionale dei servizi.
TAGLIO COMPENSI COMMISSARI: dal primo gennaio si riducono del 20% i compensi dei commissari straordinari del governo.
CONSIGLI COMUNALI: confermate per il 2008 le disposizioni che prevedono lo scioglimento dei consigli comunali nei casi di mancata approvazione del bilancio.
LIMITE A PRECARI NELLA P.A: dal 2008 il tetto di spesa consentito per il ricorso a personale a tempo determinato viene fissato al 35% della spesa sostenuta per le stesse ragioni nel 2003.
TAGLIO SPESA PUBBLICA: arrivano misure di contenimento e razionalizzazione della spesa pubblica.
STUDI ASSOCIATI: viene riconosciuto un credito d’imposta per le spese relative al processo di aggregazione dei liberi professionisti che decidono di unirsi, in numero non inferiore a 4 e non superiore a 10, per formare uno studio associato.
CROCE ROSSA: vengono confermati per la durata delle convenzioni i contratti a tempo determinato del personale della Croce Rossa nel settore dei servizi sociali e socio-sanitari.
G8 IN ITALIA: vengono stanziati 30 milioni di euro per il 2008 per l’organizzazione del vertice G8 in Italia previsto per il 2009.
IMPRENDITORIA FEMMINILE: il Fondo per la finanza d’impresa istituito dalla scorsa Finanziaria sosterrà anche la creazione di nuove imprese femminili.
EDITORIA E TV LOCALI: viene integrata la disciplina relativa all’accesso ai contributi per l’editoria e viene stabilito che gli aiuti sono erogati in quote proporzionali all’ammontare del contributo spettante a ciascun avente diritto. Si prevedono anche forme di sostegno alle Tv locali.
SCUOLA: sarà ridotto di 2.000 unità il personale docente della scuola nell’anno scolastico 2008-2009. Viene introdotto un tetto per i docenti di sostegno, ma viene aumentato 10.000 unità le immissioni in ruolo del personale A.T.A. Si prevede anche una stretta sui corsi sperimentali.
UNIVERSITÀ: viene istituito un Fondo con una dotazione di 550 milioni per ciascun anno del triennio 2008-2010. Viene aumentato di 40 milioni di euro (per ciascuno degli anni 2008, 2009 e 2010) il fondo ordinario dell’Università per aumentare gli assegni di ricerca.
AGRICOLTURA E PESCA: previste agevolazioni e incentivi fiscali. Il recupero degli aiuti alla pesca dichiarati dalla Commisione europea incompatibili con il mercato comune saranno restituiti in 14 rate annuali fino alla concorrenza del complessivo ammontare delle somme percepite e degli interessi legali maturati.
FONDO VITTIME MARE: viene autorizzata la spesa di 500mila euro ad integrazione del Fondo per le vittime del mare per liquidare le richieste di indennizzo relative a eventi che si sono verificati nel triennio 2002-2004.
INDENNITÀ MEMBRI PARLAMENTO: si prevede un contenimento delle spese per le indennità parlamentari: si sospende per un quinquennio l’adeguamento automatico dei relativi importi. INTERCETTAZIONI: nasce un sistema unico nazionale delle intercettazioni telefoniche, ambientali e di altre forme di comunicazione informatica o telematica autorizzata dall’Autorità giudiziaria.
ENTI PREVIDENZIALI: dal 2008gli enti previdenziali pubblici possono effettuare investimenti immobiliari esclusivamente in forma indiretta e nel limite del 7% dei fondi disponibili.
PIANI RIENTRO DEFICIT: lo Stato darà un anticipo finanziario, fino a un massimo di 9,1 miliardi, ad alcune Regioni (Lazio, Campania, Molise e Sicilia) per estinguere i debiti contratti sui mercati finanziari fino al 31 dicembre 2005. La norma è introdotta in attuazione degli accordi sui piano di rientri dei deficit sanitari.
PROMOZIONE SPORT: istituzione presso la presidenza del Consiglio del Fondo per lo sport di cittadinanza, per promuovere il diritto allo sport.
RADIOTV: modifiche al testo unico sulla radiotelevisione: emittenti televisive, fornitori di contenuti televisivi e fornitori di programmi in pay-per-view, riservano almeno il 10% del tempo di diffusione, in particolare nelle ore di maggior ascolto, alle opere europee realizzate da produttori indipendenti negli ultimi 5 anni, di cui il 20% di opere cinematografiche di espressione originale italiana, ovunque prodotte. La Rai riserva il doppio del tempo di diffusione.
RESPONSABILITÀ SOCIALE IMPRESA: viene istituito il Fondo per la diffusione della cultura e delle politiche di responsabilità sociale delle imprese. La dotazione è di 1,25 milioni di euro l’anno dal 2008 al 2010.
PANNELLI SOLARI: arriva la proroga delle agevolazioni per la riqualificazione energetica degli edifici per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale e altro per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2010.
TRASPORTO: arrivano misure volte al miglioramento del sistema di trasporto nazionale per favorire l’intermodalità e l’utilizzo di mezzi meno inquinanti. Interventi anche per affrontare i problemi di mobilità sulla A3 SA-RC e nella zona dello Stretto di Messina. Arrivano sconti Irpef per chi si abbona ai servizi di trasporto pubblico locale.
WHITE LIST: le ’black list’ per l’applicazione delle norme antielusive relative alle imprese sono sostituite da una nuova ’white list’ basata esclusivamente sull’esistenza di un effettivo scambio di informazioni.
ITALIANI A ESTERO: si stanziano fondi per le politiche di sostegno agli italiani all’estero e per la promozione dell’immagine dell’Italia all’estero.
POLITICHE MIGRATORIE: 1 milione e mezzo di euro per ciascuno degli anni 2008, 2009 e 2010 per consentire la partecipazione dell’Italia ai programmi finanziari dall’Unione Europea attraverso i fondi europei in materia
migratoria.
VITTIME LAVORO: viene estesa agli orfani, o in alternativa al coniuge superstite di chi è morto sul lavoro la strada preferenziale del collocamento obbligatorio previsto per le vittime del terrorismo.
DETRAZIONI FIGLI A CARICO: viene introdotto l’obbligo di indicare in dichiarazione dei redditi anche il codice fiscale dei familiari a carico.
INSEGNANTI: in arrivo una detrazione del 19% delle spese sostenute per l’aggiornamento e la formazione nel 2008 dei docenti delle scuole anche non di ruolo con incarico annuale.
GDF: in arrivo per la Guardia di finanza un contributo di 2 milioni di euro per ciascuno degli anni 2008-2009, per mettere in sicurezza il sistema di comunicazione e le dotazioni informatiche.

martedì 13 novembre 2007

Morte di Gabriele Sandri: è scempio politico-mediatico e non solo...

La morte di Gabriele Sandri il DJ Romano tifoso della Lazio ucciso ieri in un autogrill a Badia del Pino (AR) è staato un scempio sotto tutti i punti di vista, per le violenze dei tifosi,per l'atteggiamanto della FIGC, dei media, delle forze dell'Ordine e dei politici. Ma andiamo con Ordine

I tifosi
Pur comprendendo la loro rabbia e senza per questo giustificarli,trovo assurdo che siano arrivati a commettere violenze che hanno vanificato un protesta giusta e sacrosanta almeno dal loro punto vista ed in parte anche del mio. I casi Raciti e Sandri saranno pure diversi,ma la parcezione che il secondo appaia quasi di serie B rispetto al primo non è una visone solo dei tifosi.
Per quanto potessero aver avuto ragione sarebbe stato sufficiente protestare in modo pacifivo,abbandonare lo stadio e chiedere ai bagarini il risarcimento dei biglietti e eminacciare la restituzione di abbonamanti allo stadio e a Sky e anche adunarsi a protestare e scandire slogan davanti a Questure e caserme ma senza violenza,quella violenza che mistificata da tutti gli altri a vanificato la protesta.

La FIGC e I Club professionisti
La federazione e i club hanno fatto solo i loro interessi e hanno salvato capre e cavoli ovvero sono rieusciti nell'intento di far disputare il maggior numero possibile di incontri con una scusa al quanto surreale: il caso è diverso da quello di Filippo Raciti più strettamente legato alle violenze da stadio: sarà pur vero ma un morto è sempre un morot e se prevale una sentimento contrario alle posizioni dei Club,per questioni di sicurezza le partite andavano comunque sospese.
Invece hanno prevalso gli interessi economici dei club e di Sky non che delle altri media detentori di diritti radio-tv sul calcio.

I media
Anche i media sono stati abbastanza disgustosi: seguendo la Doenica Sportiva ma anche Controcampo, non si è potuto fare a meno di consatatare che hanno commentato tutto con una lemma eccessiva. Si sono spese fior di parole,anche troppe,nel richiamare ad una valutazione attenta dei fatti ancora in fase di accertamanto da parte delle forze dell'ordine.
Lo stesso però non fu fatto con il caso raciti: si sparò subito a 0 contro i Tifosi,salvo poi scoprire a distanza di mesi che il poliziotto molto probabilemnte era stato ucciso accidentalente dai suoi colleghi che lo avrebbero investito con una delle loro camionette.
nessuno a parte l'ec calciatore fiorentino Antognoni ( con grande dissenso del conduttore) alla domenica sportive si è permesso di mettere l'accento,com'era doveroso,sulla superficialità con cui un poliziotto aveva fatto uso di uan arma da fuoco,fatto ineluttabile e criminoso in ogni caso.
Se anche l'avvocato della famiglia di Gabriele Sandri non cè la famiglia stesse a suo fratello altro avvocato penalista dicono che è omicidio perchè negare l'evidenza? Perchè coprire il tutto con la scusa che erano costernati dal dolore? Come non fù fatto per la vedova e la figlia di Raciti ndr...per loro il dolore non valeva innazi a certe frasi? Direi di sì visto che fù pure spettacolarizzato!
Tutto questo mi ha disgistato e non ha fatto altro che acquire la spiacevole sensazione che siano state adottati due pesi e due misure nei casi Raciti e Sandri.
Con questi atteggiamnti non lamantiamoci poi che nasca e cresca un odio verso le istituzioni politiche,sportive e forze dell'ordine!

Le Forze dell'Ordine
Anche le FdO e i prefetti nonchè il questore di Arezzo non sono stati d'esempio per nessuno: non hanno reagito,potevano interrompere o bloccare le partite anche contrariamante a quanto stabilito dalla FIGC e come previsto dal decreto del Governo Prodi attuato in occasione della morte di Raciti.
Nessuno ha pensato che era il caso di rassicurare tutti sul fatto che in caso di reato accertato sarebbe stata certa pure la ena e che non vi sarebbero state manipolazioni o favoritismi nei confronti di questo sciagurato poliziotto,a partire dal Questore di Arezzo che sembrava compatire di più il suo umo che la vittima e la sua famiglia.
Quanto sopra mi ha ulteriormente disgustato e indignato, come me anche i tifosi che avranno avuto anche in questo la spiacevole sensazione di una differenza di trattamento tra i due stracitati casi.

I politici
I politici poi sono stati i piùirrespomsabili di tutti: a sinistra ensuno a difeso prodi dagli attacchi strumentali della destra.
A destra per l'appunto hanno vergognosamente strumentalizzato il caso contro il Governo Prodi,additandolo per responsabilità non sue e non solo perchè il decreto fù votato anche dall'opposizione, ma anche perchè non è colpa di chi sta al governo se FICG; Prefetti e Questure disattendono i suoi provvedimenti contro la violenza negli stadi.
E' preoccupante che per occupare delle poltrone si arrivi a tanto, a strumentalizzare una morte e farne scialaggio politico puro: VERGOGNATEVI! Lo urlo con tutto il disprezzo possibile verso quei politici irrensponsabili che così facendo si sono assunti il rischio e la responsabilità di aver gettato banzina sul fuoco acquiendo gli attriti fra tifosi da una parte e politiici,FdO,media e istituzioni sportive dall'altra!

La in..coerenza di Forza Italia

Un paio di di giorni fà ho scritto un post dal titolo "Parole Sensate" che citava anche questo articolo di televideo riportanti delle dichiariazioni di Forza Italia, eco cosa diceva:

RIFORME, FI: "NON CHIUSI ADIALOGO,MA.."
"Sulla legge elettorale Berlusconi è stato sempreaperto al dialogo, a condizione che si mantenga il bipolarismo e che si possanoscegliere le coalizioni di governo prima delle elezioni. Abbiamo fatto le nostreproposte al governo. Non siamo chiusi al dialogo". La precisazione è delcoordinatore di FI,Bondi,che ha aggiunto:"Tutte le volte che Berlusconi si èdetto disponibile al dialogo, la risposta è stata di protervo rifiuto. Oraparlano di dialogo con l'unico obiettivo di perdere tempo e durare costi quelche costi".

Son passati 2 giorni è Berlusconi puntualmente si contraddice, leggetevi quest'altro articolo di televideo Rai:


BERLUSCONI: DIALOGO? MAGARI DOPO IL VOTO
"Non c'è possibilità con questa sinistra di mettersi attorno ad un tavolo per fare le riforme. Andiamo al voto perchè il governo ha soltanto il 20% di fiducia. Poi, dopo il voto, se le urne non daranno a una parte politica la maggioranza*, in quel momento ci si potrebbe sedere intorno a un tavolo". E' questa la posizione espressa dal leader di Fi. Berlusconi, poi, ha ricordato: "All'indomani delle passate elezioni ho offerto loro il dialogo, ma l'hanno rifiutato e adesso pretendono che ci spartiamo 18 mesi di malgoverno"


Ditemi voi se questa non prendere per i fondelli gli Italiani! Fate attenzione sopratutto alle frasi evidenziate!

*Traduzione frase in cosrsivo: se vinco le prossi melezioni ed ottengo una maggiornaza bulgarà che mi permeterà di fare il c...o che voglio...

Altri commenti sono superlflui per un atteggiamento che si commenta da sè!

Numero verde contro la pubblicità ingannevole

Attivo da oggi il numero verdeper denunciare spot ingannevoli
I consumatori potrenno segnalare dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 14 i casi di pratiche commerciali scorrette al numero 80016666

Roma, 12 novembre 2007 - A partire da oggi l`Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha attivato un numero verde gratuito 800166661 per le segnalazioni dei consumatori su presunti casi di pratiche commerciali scorrette e pubblicità ingannevole. [b] Lo annuncia una nota dell'Antitrust,[/b] che spiega come a queste segnalazioni potrà far seguire accertamenti istruttori specifici, nel caso riscontrasse profili effettivamente rilevanti in base alla legge. Il call center è attivo in fase sperimentale dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 14.

Da maggio 2005 a settembre 2007, l'Antitrust ha inflitto sanzioni per un totale di 9.051.600 euro per 457 casi di pubblicità ingannevole. I settori più a rischio-inganni, sono ancora quello delle comunicazioni (3.318.000 euro di sanzioni per 96 violazioni), delle diete e dei finti prodotti farmaceutici (1.906.500 euro di sanzioni per 84 violazioni), del turismo, industria e servizi (2.183.500 euro di sanzioni per 149 violazioni), mentre nell`ultimo anno sono fortemente aumentati i casi che hanno coinvolto il settore del credito e delle finanziarie (47 violazioni in tutto, 28 nel solo 2007, per un totale di 787.400 euro di sanzioni).

http://qn.quotidiano.net/2007/11/12/46759-attivo_oggi_numero_verde.shtml

Era ora che si facesse una cosa del genere! Ci voleva prorio questa possibilità di denuncia per il cittadino! Ora sarebbe il caso di fare un numero verde anche per denunciare chi non paga le tasse,gli imprenditori che assumono in nero o non rispettano le norme di sicurezza o schiavizzano e mobizzano i dipendenti nonchè i mafiosi che chiedono il pizzo ed usurano!

lunedì 12 novembre 2007

Tifoso ucciso ormai è bagarre.

Secondo recenti aggiornamenti fra poco dovrebbe esserci una conferenza stampa del Questore di Arezzo. Intanto sulla base di alcune testimonianze sembrerebbe che la rissa fra tifosi si fosse già sedata spontaneamente al momento dell'intervento.Qualcuno avrebbe richiamato l'attenzione di una pattuglia della Polstrada che era dall'altro lato dell'autostrada nel Autogrilll di fronte: da lì lìagente avrebbe sparato alcuni colpi, a suo dire in aria:uno di questi ha trapassato il lunotto dell'auto di Sandri 28 anni e non 26 come detto in un primo momento, e gli si è conficcato nella nuca. L'avvocato della famiglia Sandri e il fratello della vittima parlando con i giornalisti hanno apertamente accusato l'agente della Polstrada di Omicidio Volontario. I familiari ed amici della vittima sono andati sul luogo del fatto.Per la cronaca sospesa per tafferugli Taranto-Massese e dovrebbe saltare il posticipo serale Roma-Cagliari.
Se l'agente ha fatto veremente quanto riferito dai testimoni è stato un incoscente e sarebbe ora di addestrare meglio i lavoratori in divisa: non si può mettere armi da fuoco in mano a gente che ne sottovaluta la pericolosità! Se i fatti fossero questi condividerei le accuse della famiglia Sandri.

domenica 11 novembre 2007

Ucciso tifoso Laziale

Un tifoso della Lazio gabriele sandri 26 anni è stato ucciso con un colpo di arma da fuoco esploso da un agente della Polstrada in Autogrilli sulla A1 a Badia al Pino (AR).
Il fatto è accaduto poco prima della 10 di stamante: un gruppo di tifosi laziali ed uno juventi diretti a Parma e MIlano per le rispettive trasferte delle prorie squadre si sono incontrati in suddetto Autgrill dove dopo alcune schermaglie sarebbero passati dalle parole ai fatti.
IL titolare dell'esercizio ha quiondi richiesto l'intervento della Polastrada: uno dei suoi agenti dopo l'arrivo ha aperto il fuoco colpendo a morte il giovane,noto DJ della capitale ed animatore del Piper,mentre si trovava nella sua auto in procinto di allontanarsi dall'area di servizio.
Al diffondersi dellla notizia è subito scattata una assemblea straordinaria del consiglio FIGC che ha decretato la sospensione di INter-Lazio e il ritardo di 10' minuti delle altre partite.
Nonsomo mancate le reazioni dei tifosi: ovunque incidenti con le forza dell'ordine e cosi del tipo :"Assasini ,Assassini" a Bergamo hanno costretto il prefeto a sospendere Atalanta -Milan.
A MIlano un gruppo di 400 tifosi laziali ed interisti si sono adunati innazi alla questura protestanto e urlando : " Assassini". anche ad Arezzo è accaduta la stessa cosa innazi alla caserma delle Polastrada.
In questo momento il poliziotto che ha sparto è sotto interrogatorio.
Il questore di Arezzo, Vincenzo Giacobbe intervendo telefonicamente alla trasmisiione "Quelli che il Calcio..." poi sospesa, ha riferito che il l'agente era intervenuto per evitare tafferugli e che si trattarebbe di un tragico errore. Si è ppoi congedato esprimendo solidarietà e cordoglio alla famiglia della vittima. Si è inotre detto preoccupato per eventuali reazioni dei tifosi verso le forza dell'ordine.
Molte anche le reazioni dei politici,in Primisi Romano Prodi e Clemente Mastella che ha sottolineato la necessità di prendere altre misure per evitare questi tragici e venti e dare più sicurezza.
Dopo la morte di Filippo Raciti non aveva senso stoppare il campionato e gli attriti tra tifosi e Forze dell' Ordine già storicamante ai ferri cosrti,si acquiti.
Mi auguro che i politi e le Forze dell'ordine non tirino troppo la corda a difesa dell'agente e che la magistratura sia libera di accertare i fatti.
Innanzi a tutto questo ritengo che non si debba fare nulla perchè non ha senso irrigidire ulteriormente le misure. Solo la certezza della pena per chi sbaglia e la verità definitiva su Calciopoli può mettere fine alla violenza intorno al Calcio. Tutt'al più so dovrebbe riqualificare le forze del'ordine: servono agenti più preparti e meglio attrezzati per queste evenienze ma sopratutto psicologicamente adatti a questo lavoro.
E' fuor di dubbio infatti che le visite mediche per accertere l'idoneità al porto d'armi e quindi ad entrare nele forze dell'ordine sono molto superficiali: parlo per esperienza di ex ausiliario del traffico e per aver partecipato ad una selezione per guardie giurate.
Qualcuno si chiederà che c'entra Calciopoli: da quando è esistita è diventata occasione di scherni pesantissimi fra tifosi specie all'indirizzo di quelli che tifano per le squadre coinvolte ed in particolare i biianconeri.
Non parlo a spsoposito ne getto benzina sul fuoco ma andando in birreria a vedere le pertite so per certo che Calciopoli (per certi aspetti ancora aperta) ha acquito gli attriti fra tifoseria.
Non serve poi impedire le trasferte: eliminare un pullman di tifosi vuol dire avere 12 auto di tifosi meno riconoscibuli e quindi aumentare di 144 volte le probabilità che gruppi di opposte fazioni si ritrovino in autogrill o altrove e litigare!

Nuovo V-Day di Beppe Grillo il 25 Aprile 2008

Il prossimo 25 aprile si terrà il nuovo V-Day di Beppe Grillo. Ad annunciarlo attraverso il suo blog è stato lo stesso comico genovese che già da tempo aveva fatto sapere di questa sua intenzione di ripetere l'evento.
La data scelta che è anche il giorno della commemorazione dei caduti di Guerra e anniversario della Liberazione d'Italia dal Fascismo è un ottima scelta per dare un forte risalto e impedire che non se ne parli.
Prorio l'informazione scarsa sul primo V-Day e il tentativo di oscurarlo hanno indotto Beppe Grillo a lamentarsi e reagire con fermezza ai media politicizzati.Questa data è un ottima risposta.
Direi che ha fatto centro!
Speriamo sia un grandissimo successone!!! Io spero di andarci!

Politica Energetica e Ambientale

Senza disprezzare il nucleare (dal quale ci si è congedati troppo presto ed inutilmente), il petrolio (necessario anche se in esaurimento) e il carbone si rende comunque necessaria una politica energetica per un energia pulita,a basso costo e sopratutto made in Italy.
Visto che per riattivare il nucleare servono almeno 20 anni e che inquinerebbe troppo nonostante le centrali di 3a e 4a generazione sono molto più pulite e sicure, che per l'idrogeno e la fusione nucleare ci voglio tempi altretttanto lunghi,che il petrolio si esaurisce eil carbone non piace,non si può non ripiegare su fonti alternative.
Questo però continuando ad investire sulla ricerca per il nucleare,per la fusione,per la conversione delle centrali a petrolio al carbone e al gas naturale.
Secondo me l'unico modo pe risolvere il problema è puntare su eolico,fotovoltaico,solare e agricoltura no-fodd ovvero biocarburanti.
Partiamo dai bio carburanti: è necessario stimolare e accrescere la produzione e distribuzioni di biocarburanti attraverso l'agricoltura NO FOOD facendo uso se necessario di colture OGM (teniamo poi conto che l'agricoltura NO-FOOD serve a produrre plastica biodegradabile ed altri prodotti) e usando anche il riciclaggio di rifiuti organici come i nostri avanzi.
E' necessario costruire qualche rigassificatore e fare uso di termovalorizzatori il cui calore potrebbe essere usato per riscaldare le case o gli uffici.
Un altro modo di riscaldare le case ma anche di produrre energia elettrica è l'uso dei pannelli solari che ne sfruttano il calore.
Ritengo necessario dotare le abitazioni oltre che di lampade a risparmio energetico anche isolamento termo-acusrtico (che farebbero risparmiare l'80% del carburante usato in inverno per il riscaldamanto) nonchè di centrali elettriche fotovoltaiche o a pannelli solari o eoliche o ancora termoelettriche a biocarburanti prodotti con la conversione dei rifiuti organici prodotti dagli stessi condomini.
I 2/3 del consumo energetico nazionel infatti è ad uso civile e se fosse auto-prodotto farebbe risparmiare soldi agli italiani ed allo stato e le centrali Enel e Co. sarebbero a disposizione dei soli grandi utilizzatori come le industrie.
L'Italia dovrebbe pio farsi carico in sede europea di stimolare la ricerca e produzione di veicoli elttrici,ad idrogeno e pluri fuel (cioe con più carbutranti come i Bi-Fuel Benzina-Gpl o Metano e il buovo Tetrafuel Fiat in grado di funzionare con diesel,metano,benzina o gpl indifferentemente...e peccato che lo usino solo in Brasile) nonchè capaci di circolare con biocarburanti.
Per salvaguardare l'abinete infine ebbene che si incentivi il trapsorto pubbligo ed in particolare quello su rotaia.
Stop a condoni ed abuso edilizio,in particolarestop edilizia vicino alle coste,parchi naturale elvei fluviali e lacquali ed ogni altra area protetta come riserva naturale floro-faunistica o a rischio idrogeolocico.
Piantiamola di costruire case su letto del PO o ai piedi del Vesuvio e dell'Etna! E facciamo la TAV che serve a far cirolare più treni e meno aerei,auto e tir.
Tornando alla questione dell'isolamnto termo acustico oggi si possono costruire ville in materiale refrattario isaolante con 150000 euro! In Trentino ma anche in altre parti d'Europa si stanno finanziando con soldi pubblici progetti di isolamento delle case e di autoproduzione energetica.
Altra cosa necessaria è un costante migliormamanto della raccolta differenziata dei rifiuti aumentando ad esempio i punti raccolta di pile scariche,medicinali scaduti, rifuti ingobranti ecc

Parole sensate.

Una volta tanto dal centro destra sento arrivare parole sensate e degne di persone democratiche,in quttordici anni di bipolarismo è la prima volta che ciò accade, ma leggete questi trafiletti tratti oggi da Televideo Rai:

LEGGE VOTO,CASINI:POI BERLUSCONI
DIALOGHERA'

"Vedrete che sulla legge elettorale dialogherà anche
Berlusconi".E' la previsione del leader Udc Casini che ribadisce: "Noi siamo per
la legge alla tedesca e quindi la votiamo con chi ci sta".E dice no "alle
varianti in salsa spagnola.I pasticci non ci interesano". Alla comvention dei
circoli di Dell' 'Utri, avverte: "Prodi prima se ne va a casa e meglio è.Le
nostre energie devovono essere finalizzate a mandarlo a casa questa
settimana".Poi:"Ho con Berlusconi un rapporto di affetto, ma non lo riesco a
seguire su questo punto" e cioè sul fatto che "il tema della vittoria è
importante almeno quanto il tema della gestione della vittoria".

FINI: COME SI FA A PARLARE DI ELEZIONI?
"Una maggioranza è tale finchè ha il 50% più uno dei voti. Questa
maggioranza, seppur brutta, sgradevole e risicata, c'è. Ma fino a quando la
situazione è questa, io mi chiedo come si faccia a parlare di elezioni". Sono
parole pronunciate dal leader di An, conversando con i giornalisti a margine di
un convegno dei giovani imprenditori Confapi, a Roma.


Spiace però che FI reagisca come sotto! Come si fa a fare simili affermazioni quando prorio due giorni fa all’enesima richiesta di dialogo da parte di Veltroni,prorio Berlusconi ha risposrto, e cto testuali parole: "Non c’è spazio per un dialogo con questa maggioranza" ? Comunque FI ha reagito è lo ha fatto per correre ai ripari da brutte figure che la farebbero apparire antidemocratica.

RIFORME, FI: "NON CHIUSI A
DIALOGO,MA.."

"Sulla legge elettorale Berlusconi è stato sempre
aperto al dialogo, a condizione che si mantenga il bipolarismo e che si possano
scegliere le coalizioni di governo prima delle elezioni. Abbiamo fatto le nostre
proposte al governo. Non siamo chiusi al dialogo". La precisazione è del
coordinatore di FI,Bondi,che ha aggiunto:"Tutte le volte che Berlusconi si è
detto disponibile al dialogo, la risposta è stata di protervo rifiuto. Ora
parlano di dialogo con l'unico obiettivo di perdere tempo e durare costi quel
che costi".


sabato 10 novembre 2007

Scopo del Blog

Lo scopo del Blog è farmi conoscere e divulgare le mie idee politiche nonchè realizzare guadagni attraverso la pubblicità sul sito da investire nella mia campagna elettorale,registrazione de nome e simbolo di partito nonchè altre iniziative politiche.
Per far ciò ho la necessità di aquisire visbilità a basso costo sul web.chiedo quindi a tutti colro che hanno un sito URL o un blog di linkare questa pagina http://michaelmass.blogspot.com con la frase : "Dedicato a società e politica da un 32enne torinese deciso a cambiare l'Italia e cancellare una classe dirigente inetta,incapace e corrotta" o più semplicemente "Il futuro Presidente del Consiglio".
In cambio delle visibilità sul vostro sito ospiterò i vostri link e ban pubblicitari gratuitamente.
In futuro pubblicherò anche un cosice HTML contenente un mio ban.

giovedì 8 novembre 2007

Addio Enzo Biagi....Bon Ton Funebre CdL

Esprimo tutto il mio Cordoglio alla famiglia Biagi per la scomparsa del caro Enzo: uno umo,un giornalista i cui occhi hanno visto e le cui voce e penna ci hanno raccontato un'Italia dai 1000 volti in costante cambiamento dalla II Guerra Mondiale ad Oggi.
Enzo Biagi era una risolrsa,un infinito bagaglio cultutale specialmente per noi giovani che certe cose non le abbiam visuute sulla pelle come lui: mi riferisco alla riscostruzione del dopoguerra con il piano Marshall,il terrosrismo,il progresso tecnologico degli anni '60,il '68 e i successivi anni di piombo.
Eppure c'è stato chi non lo ha riconosciuto come il grande giornalista che era,un fulgido esempio di deontologia professionale del settore per tutti ed in particoalre per i colleghi deiti alla prostituzione politica e/o al Dio Audience.
Qualcuno lo mise in una lista di prosscizione e lo fece cacciare dalla Rai etichettandolo come un mostro televisivo anti-democratico, e tutto par ospita una sera nella sua trasmisssione un comico di nome Roberto Benigni a qualcuno parso un pò troppo a sinistra.
Questo qualcuno oggi che Biagi è morto ha la sfacciataggine di rimangiarsi tutto e d alogiarlo come nulla fosse stato,dopo il male che gli han fatto ,dopo everlo costretto a chiudere la sua esilarante carriera giornalisticha in esilio mediatico.
Si vergognino a destra per quanto hanno fatto pur di occupare un paio di misere poltrone e fare i proi interessi spcciandoli per interessi del paese.
Mi concedo un biasimo credo condiviso da tuti a questo ignobile Bon Ton Funebre propinato per propaganda politica: era meglio se stavano zitti!

lunedì 5 novembre 2007

Lo stupro in jeans..

Molti di voi certamante ricorderanno la famosa sentenza dell stupro in jeans di qualche anno fà,ogi ho deciso di dedicare un post molto obbiettivo su quel caso in quanto scrivendo in forum dove avevo iniziato una discussione riportando il post sulla porno-professoressa di Novate Milanese,qualcuno mi ha ritirato fuori la questione affermando che si era creato un pericoloso precedente.
Ora vi racconto quella sentenza,i fatti che l'hanno scaturita e cosa diceva veramente. Spero così di fare un favore a tutti e did are una corretta informazione visto che i media non lo hanno fatto in quanto esserviti a delle parlamentari bigotte come quelle nostrane.

Premesse
La ragazza era fidanzata e viveva in una famiglia che non tolleravai i rapporti sessuali prematrimonaili.Una sera la madre della presunta vittima trova tra la biancheria sporche degli slip di quest'ulti intrisi di sangue (sono le 20 circa): và dalla ragazza a chiedere spiegazioni che racconta di essere stata violantata dall'struttore di scula guida,ne parlano con il padre e vanno immediatamente dai carabineirei e sporgere denuncia. Alle 4 del mattino (cioè 8 ore dopo la denuncia e circa 12 dopo il fatto..particolare importante) l'uomo viene tratto in arresto e contemporanemante la ragazza viene sottoposta a visita ginecologica..(altro passaggio fondamentale)

Tesi accusatoria
La ragazza sostiene che quel pomeriggio verso le 16.30 si era recata all'autoscula per una guida,il tipo le avrebbe detto che dovevano andare a prendere aun'altra sua allieva e impoccano una stra sterrata,lì lìuomo lìavrebbe trascinata giù dallìauto e sfilato i pantaloni e gli slip da una sola gamba con una mano mentre con l'altra l'avrebbe bloccato entrambe i polsi al di sopra della testa e contemporaemente avrebbe in quella psosizione copulato..la ragazza sostiene di essersi dimenata,di averlo schiaffeggiato e graqffiato

Tesi difensiva
Secondo l'istruttore la ragazza prima di andare a scuola guida quel pomeriggio avrebbe fatto sesso con il di lei fidanzato..cosa non tollerata in famiglia e quindi avrebbe simulato uno stupro per giustificare la perdita della verginitàEgi sostiene che mentre erano in macchina ella lo avrebbe prima provocato e poi si sarebeb sfilato slip e jeans da una sola gamba e vrabbero consuma il rapporto consenziente in auto.

Accertamenti
La predetta visitica medico-legale-ginecologica non è stata in grado di stabilere con certezza se vi è stata violenza oppure no. Secondo il ginecologo le lesioni riscontrate confermano la perdita delle verginità ma possono essere riconducibili sia a d una violenza che ad un primo rapporto molto passionale (cosa che avvalora le tesi difensiva). Sugli abiti della vittima non sono stati trovati tracce di terra sufficienti ad avvalorare la sua tesi.L'uomo arrestato poche ore dopo la presunta violenza non aveva segni di difesa,graffi od altro.

Sentenza
Considerato le incongruenze dei fatti sopra (l'ha graffiato manon ci sono i graffi,lo ha schiaffegiato ma aveva le mani bloccate,ecc) e che il presunto agressore è desisamente più basso della sua presunta vittima e che quindi l'ampiezza di braccia non era suffiente a compiere la manovra così come descritta dalla presunta vittima e considerato che questa "indossava i jeans che difficilmente si possono sfilare senza un'attiva colaborazione della vittima" si desume che essa abbia mentito

Enucleazione finale
E' ovvio, come la stessa 3 sezione penale della Corte di Cassazione ha tenuto all'epoca precisare,che la motivazione dei jesn non crea un precedente in quanto ad abbondantia e riferita alla fattispecie di questo caso e non a substantia per la quale invece si è ritenuto incongruente il quadro accusatorio così come riportato.

Note
La ragazza ora vie a genova ed è sposata con un altro ragazzo mentre il fidanzato in oggeto ai fatti l'aha mollata durante il processo.La mia fonte sul caso è "Panorama" che pubblicò un dosiier sul caso all'epoca della famosa sentenza ndr...


Tornando alla questione Prono-Supplente non dobbiamo dimenticare che quie ragazzi erano in età da riformatorio il che significà se possono essere responsabili per un reato lo possono essere per qualsia altra cosa.
Gli adolescenti di oggi sono istruiti,svegli,informati e consapevoli sul mondo che li circonda,quindi il loro grado di iterazione con esso non è inferiore a quello di un adulto seppur meno esperti.

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models