mercoledì 29 aprile 2009

Dopo gli Abruzzesi, Berlusconi contestato anche dalla moglie sulle candidature PDL alle Europee!


«Ciarpame senza pudore». Così Veronica Lario definisce, in una dichiarazione all'Ansa, l'uso delle candidature delle donne che a suo avviso si sta facendo per le elezioni europee.

La signora Berlusconi ha deciso di mettere per iscritto in una mail - in risposta ad alcune domande sul dibattito aperto dall'articolo pubblicato lunedì dalla Fondazione Farefuturo - il suo stato d'animo di fronte a ciò che hanno scritto martedì i giornali sulle possibili candidate del Pdl alle europee. «Voglio che sia chiaro - spiega - che io e i miei figli siamo vittime e non complici di questa situazione. Dobbiamo subirla e ci fa soffrire».

Poi attacca più direttamente il marito in modo molto aspro: «Qualcuno - osserva Veronica Lario - ha scritto che tutto questo è a sostegno del divertimento dell'imperatore. Condivido, quello che emerge dai giornali è un ciarpame senza pudore, tutto in nome del potere». La signora Berlusconi prende anche l'iniziativa di parlare della notizia secondo cui il premier sarebbe stato domenica notte in una discoteca di Napoli a una festa di compleanno d'una ragazza di 18 anni: «Che cosa ne penso? La cosa ha sorpreso molto anche me, anche perché non è mai venuto a nessun diciottesimo dei suoi figli pur essendo stato invitato».

Alla domanda su cosa pensa del ruolo delle donne in politica, alla luce delle polemiche di queste ore, Veronica Lario risponde che «per fortuna è da tempo che c'è un futuro al femminile sia nell'imprenditoria che nella politica e questa è una realtà globale. C'è stata la Thatcher e oggi abbiamo la Merkel, giusto per citare alcune donne, per potere dire che esiste una carriera politica al femminile». «In Italia - aggiunge la moglie del presidente del Consiglio - la storia va da Nilde Jotti e prosegue con la Prestigiacomo. Le donne oggi sono e possono essere più belle; e che ci siano belle donne anche nella politica non è un merito un demerito. Ma quello che emerge oggi attraverso il paravento delle curve e della bellezza femminile, e che è ancora più grave, è la sfrontatezza e la mancanza di ritegno del potere che offende la credibilità di tutte e questo va contro le donne in genere e soprattutto contro quelle che sono state sempre in prima linea e che ancora lo sono a tutela dei loro diritti».

In sostanza la moglie del premier ricalca le accuse già lanciate nei giorni scorsi da Franceschini quando sottolineò che il PD sceglie le candidature in base alla preparazione e non in base alla bellezza od alla fama artistico-televisiva come il PDL.

Il PDL infatti candida troniste, reduci di reality show e non donne capaci e preparate con una storia politica o associazionistica alle spalle.

Berlusconi intervistato dai giornalisti sulle candidature ha accusato come al solito la stampa sinistra di fare falsa informazione ed alla domanda cosa pensasse della reazione della moglie ha risposto: "si vede che ' cascata pure lei."

Alla mancanza di rispetto per la moglie da parte del premier hanno risposto diversi politici e associazioni femminili come Arcidonna, con attestati di solidarietà ed elogio a quest' ultima anche da parte di esponenti di destra come Maroni.
Dopo le accuse della Lario, molti nomi di attrici e soubrette sarebbero improvvisamente spariti dalle liste del PDL per le europee. Berlusconi ha deciso di rifarle!



martedì 28 aprile 2009

Berlusconi contestato dagli Abruzzesi.



Che quel vizio di Berlusconi di andare continuamente a Aquila e hinterland fosse sciacallaggio elettorale in vista delle Europee lo sapevamo. Ora anche se ne accorgono anche gli abruzzesi e sono stufi di essere sfruttati in questo modo.
Lo hanno dimostrato ieri a Napoli due ragazzi Aquilani che hanno contestato Berlusconi invitandolo, al termine della conferenza con il capo della Protezione Civile Bertolaso sull' Inceneritore di Acerra ad non andare più in Abruzzo.
Pe fortuna Sky non Raiset e ha mandato in onda le immaginin su SkyTg24 offrendo al pubblico ciò che la Tv di Stato e Mediaset censurano.
La reazione del premier è stata delle più scontate e brutte da vedere: se le è data a gambe evitando sia i ragazzi contestatori senza rispondere sia i giornalisti.
Successivamente i contestatori sono stati a loro volta contestati da un ragazzo dello staff che gli urlato: "Sei un perdente". Cosa avrà voluto dire? Un criptico "vietato contestare" sua emittenza Silvio? Molto probabile.
Diffondete questo video, copiate questo codice:

O questo link:
http://video.sky.it/videoportale/index.shtml?videoID=21173401001

Chissà cosa accadrebbe se certe costestazioni si ripetessero, magari durante il G8 che Berusconi ha voluto spostare dalla Sardegna prorio a l' Aquila. Il suo sfruttamento dei terremotati d' Abruzzo forse gli si rivolterebbe contro. Certo è che ora stà proprio esagerando!

venerdì 24 aprile 2009

La xenofobia della Lega non ha limiti, pur di colpire gli immigrati si rischia di far chiudere Bar e Ristoranti in tutta la Lombardia!


La xenofobia della Lega non ha limiti, pur di colpire gli immigrati, si fanno leggi che colpiscono esclusivamente quelli regolari che svolgono attività proprie (rivendite pizza kebab in testa) ed autonome nel tentativo di farli chiudere!
Succede in Lombardia dove la Lega con la complicità dei soliti Berluscones del PDL ha approvato in consiglio regionale la legge anti kebab tipica pietanza africana similpizza.
La legge prevede che non si possa consumare cibo di sera negli spazzi allestiti dagli stessi rivenditori, in breve vieta di consumare nei dehor esterni a qualsisi ora del giorno ed anticipa la chiusura all' una di notte (un prestino specie al sabato e in estate).
Con l'arrivo della bella stagione sommata alla crisi che già c'è il risultato sarà quello di mettere alla corda Bar, Ristoranti, Gelaterie, Cremerie, Birrerie, Pizzerie, Pizze al Trancio, ecc. incluso qualche kebabbaro ma la maggior parte forse per mancanza di dehor la faranno franca.
Alla fine questa legge danneggerà una dei più importanti settori economici che un paese come l' Italia possa avere e per di più nella regione più ricca che con i sui 305 miliardi prodotti costituisce il 20% del Pil nazionale.
Saranno soprattutto gli italiani a rimetterci ed in particolare quelli che operano nelle località balneari dei grandi laghi Maggiore, Di Como e Garda!
Ci rimetteranno anche i Comuni che non avranno pià gli introi legati ai permessi per aprire i dehor in strada. Dopo il taglio ICI di cui i Comuni attendonn ancora i rimborsi dalla Stato un' altra mazzata sui bilanci comunali! E' poi si pretenderebbero i servizi: ma con quali soldi?
Un' autentica vergogna xenofoba, l'ennesima di un partito interessato solo a propinare razzismo invece di risolvere i problemi del paese. Ma gli costerà cara e sarà soprattutto il suo elettorato a fargliela pagare!
Basta leggere i commenti all'articolo del quotidiano locale Varese Laghi - Varese News per rendersene conto: è Varese è una zona dove la Lega fà il 30% dei consensi!

giovedì 23 aprile 2009

La Russa Vuole impedire di suonare Bella Ciao il 25 Aprile! Una vigliaccata!


LA RUSSA VUOLE IMPEDIRE DI SUONARE BELLA CIAO. GESTO VIGLIACCO, CHE RIFIUTIAMO
Apprendiamo dal Prc di Aosta che una circolare interna del ministero della Difesa La Russa vorrebbe impedire alle bande musicali di suonare Bella Ciao il 25 aprile. Un tentativo di cancellare lo spirito e gli ideali della Resistenza, che sono alla base della nostra Costituzione repubblicana, in linea perfetta con le parole di La Russa contro i partigiani. Un gesto indegno e vigliacco di cui il ministro dovrebbe scusarsi subito con tutti gli italiani, ritirandolo immediatamente.Per parte nostra, come Rifondazione comunista suoneremo e canteremo Bella Ciao in ogni piazza d’Italia, il 25 aprile.

Referendum, si vota il 21/6 e ci sono buone chanches per la vittoria del Sì


Al Referendum potrebbe potrebbe vincere il SI e non è solo un modo tanto per dire.
Assodato che si vota il 21 giugno poichè Lega e PDL sono contrari all' Election Day mentre gli altri sono contrari al rinvio al 2010 eccetto un leggera apertura del PD che voleva però l'assenso dei referendari che premevano per il voto a Giugno, l'attenzione ora si sposta sulle indicazioni che i partiti daranno agli elettori.
Berlusconi non ha non ha nascosto che gli farebbe comodo la vittoria del Si anche se non ha esplicitamente dato indicazioni e c'è da tener conto che An era tra coloro che raccolsero le firme, il PD con qualche problema si è espresso per un SI, l' IdV sarebbe dello stesso avviso mentre sono notorialente per il NO, Lega e UdC.
Anche tra chi è fuori dal parlamento aleggia almeno orientativamente e soprattutto non ufficialmente un NO specialmente da parte di PrC e SL che temono un affossamento definitivo: ma numericamente è irrilevante o quasi.
Fatti due conti il 70% degli elettori sarebbe dunque per votare SI è già basterebbe per raggiungere il quorum ma se consideriamo che anche qualcuno del NO andrebbe a votare come accade di volta in volta e ci aggiungiamo il fatto che su 4000 comuni e 63 province molti andranno al ballottaggio del 21 direi che il quorum e quasi certo.
In ultima analisi come spesso accade quando si raggiunge il quorum vince il Si e visto che i due maggiori partiti lo sosterranno direi che dal 22 giugno avremmo una legge elettorale leggermente diversa.
Personalmente credo si giusto votare Sì anche se il mio partito PrC sarebbe più per un NO.
Si avrebbe oltre all' agognata governabilità anche le rappresentatività in quanto verrebbe meno ogni pretesto per una soglia di sbarramento ora al 4%. Si avrebbe quindi il pretesto per eliminarla e ciò potrebbe ridare slancio ai piccoli partiti senza questi interferiscano più di tanto con il governo e lo faccia cadere.
L'elettore inoltre avrebbe la possibilità di scegliere fra numerose proposte politiche alternative evitando quindi di doversi necessariamente astenere non sentendosi rappresentato. La soglia di sbarramento infatti ha portato gli elettori, anche un pilotati a fare il cosiddetto voto utile che è una forzatura al limite della Costituzionalità per non dire oltre il limite, alterando così gli esiti della consultazione elettorale.

Infine credo che la nuova legge possa fare implodere i grandi partiti come PD e PDL nelle loro contraddiozioni ma prima ancora mettere in cirsi il Govenro mettendo Lega contro PdL che la considererebbe ormai quasi inutile, ne consegue che applicando un Gramsciano "tanto meglio, tanto peggio" un Comunista come me ha un motivo in più per votare Sì.

mercoledì 22 aprile 2009

La crisi non è finita: in estate il secondo picco negativo!



Secondo Tremonti e la Marcegaglia (foto) la crisi economica volgerebbe al termine, senza precisare però quando finirà esattamente, ma io sono convinto che durerà ancora un altro anno e che avremo segni positivi solo nel 2011.
La mia convinzione dipende essenzialmente da due fattori: la crisi ha colpito inizialmente l' industria meccanica dove si sono persi decine di migliaia di posti di lavoro e dove 800 mila addetti sono in cassa integrazione, grazie agli incentivi su auto, elettrodomestici, ecc. la fase acuta di questo settore è stata attutita ma molti lavoratori non sono rientrati al lavoro e molto lavoro è stato trasferito nell' est Europa.
Il secondo motivo che trascende dal primo stà nel fatto che pochissimi italiani avranno i soldi per andare in vacanza, idem all' estero dove la crisi pare l' abbiano sentita anche di più: ergo in estate sarà crisi del turismo che di conseguenza si trascinerà l'industria agroalimentare e delle forniture alberghiere e ristorative.
A questo punto si avrà quindi un secondo picco che coinvolgerà quei settori non ancora crisi, si perderanno altri posti di lavoro, e soprattutto salteranno i soliti lavoratori stagionali.
A tutto ciò in autunno potrebbe aggiungersi l'effetto esaurimento degli incentivi di cui sopra: poichè è stato fissato un tetto massimo, quando lo si raggiungerà il mondo dell' auto e degli elettrodomestici ripiomberà nel baratro se non si troveranno nuove risorse.
Potrebbe esistere poi nel 2010 anche una fase tre: i primi segnali di ripresa in Europa potrebbero indurre le banche e la BCE a riportare in alto i tassi con un a vera mazzata sui mutui e le famiglie che non ce la farebbero a pagere le rate per effetto del basso potere d'acquisto di pensioni e salari accentuato cassa-integrazione e mobilità potrebbe mettere realmente in crisi soprattutto le banche italiane.
I primi a rimetterci sarebbero prprio coloro che hanno chiesto la postergazione del mutuo per effetto del decreto tremonti dello scorso anno.
In Italia quindi sarebbe necessario a mio avviso riformare totalmente il fisco introducendo l' armonizzazione delle rendite, riforma irpef, introduzione quoziente d' impresa e disincentivi alle fughe di danaro verso i paradisi fiscali.

La riforma Irpef potrebbe essere così:

1. fino a 18000 euro esenti Irpef (no tax area)
2. da 18000 a 25000 euro 18%
3. da 25000 a 35000 euro 23%
4. da 35000 a 45000 euro 27%
5. da 45000 a 60000 euro 33%
6. da 60000 a 80000 euro 39%
7. da 80000 a 100000 euro 43%
8. oltre 100000 euro 50%

La riforma fiscale con quoziente d' impresa vedrebbe l' Irpeg diventare da flat a progressiva a trasformarsi in forfettone che assorbirebbe tutte le altre imposte:

Questi i punteggi per il calcolo ( si divide l' imponibile per un coefficiente ottenuto sommando i punteggi ottenuti per ciansun lavoratore dipendente)

1. Lavoratore/ice a tempo indeterminato 1 punto

2. Lavoratore/ice a tempo determinato 0.5 punti

3. Lavoratore/ice CoCoCo , CoCoPro od altra forma parasubordinata 0.3 punti

4. Lavoratrice con almeno un figlio minore di 14 anni 1 punto *

5. Lavoratore/ice con disabilità oltre la quota minima di legge 1 punto *

6. Lavoratrice oltre la quota del 50% 1 punto *

7. Lavoratore/ice assunto dal lista di mobilità o riassorbito da Cig 1 punto *

*I punti sono cumulabili per lavoratori-trici che rientrano in più categorie ovvero sommabili fra di loro e ad uno dei primi 3 casi.

Aliquota di Quoziente Forfettone Iprepg+Ires+Irap

Quoziente fino 200000 euro 25%

da 200000 euro a 500000 euro 30%

da 500000 euro a 1500000 euro 35%

da 1.5 milioni a 3 milioni 40%

oltre 3 milioni 45%

Infine per le rendite oltre 30000 mila euro nette andrebbero denunciate come reddito imponibile.

Un ultima idea sarebbe quella di aumentare le imposte relaitive a commissioni su transazioni verso paradisi fiscali e transazioni su conversioni da euro a moneta estera se legate a suddette transazioni.

martedì 21 aprile 2009

Censura del web: Rita Dalla Chiesa fà da sponda a Gabriella Carlucci.


Gabrilella Carlucci come ben sapete stà tentando di censurare i nostri blog sparando fregnacce sul suo:


Internet: l’anonimato va eliminato. E’ troppo pericoloso
apr 17
Il 21 Aprile alle ore 11:00 presso la Sala Capranichetta (Piazza Montecitorio 125) si terrà un incontro promosso dal Coordinamento Nazionale delle Videoteche Associate, al quale parteciperanno centinaia di video noleggiatori e diversi parlamentari espressione di tutti gli schieramenti politici. L’On. Gabriella Carlucci, Parlamentare del Pdl e Vicepresidente della Commissione Bicamerale per l’Infanzia, prima firmataria di una proposta di legge che, suscitando aspre ed ingiustificate polemiche, intende eliminare l’anonimato su Internet, ha dichiarato: “L’anonimato su Internet deve essere eliminato. L’Italia non è la Cina. La piena libertà di espressione riconosciuta ad ogni cittadino italiano non costringe nessuno a difendersi dietro la copertura dell’anonimato. Una società che voglia continuare a definirsi civile non può consentire che si usi la rete per commettere reati odiosi come l’adescamento telematico di giovani indifesi, la diffamazione, la pirateria digitale. Ho presentato una proposta di legge alla Camera dei Deputati che intende impedire che orchi, hacker, delinquenti comuni sfruttino l’anonimato per i loro loschi traffici. Non comprendo le polemiche assurde e pretestuose che si sono scatenate contro la mia proposta. Proposta peraltro ampiamente migliorabile ed emendabile nel corso dell’iter legislativo e parlamentare. Chi opera nel pieno rispetto delle leggi italiane, non ha nulla da temere. La mia legge vuole soltanto restaurare e ribadire il primato della legalità sulla rete.”


BLOG CACCIA A SBIRRO: OCCORRE COMBATTERE ED ELIMINARE ANONIMATO SU INTERNET
apr 1
“E’ arrivato il momento di combattere ed eliminare l’anonimato su Internet. Ancora una volta anonimi delinquenti usano Internet per diffamare, dileggiare, schedare, offendere, denunciare. Questa volta ad essere colpite sono state addirittura le forze dell’ordine, schedate e offese da un blogger anonimo. L’ennesimo inaccettabile caso di uso improprio della rete che dimostra quanto urgente e necessaria sia una normativa che impedisca ai farabutti di usare la rete per finalità eversive, coprendosi dietro il paravento dell’anonimato. Spesso le forze dell’ordine svolgono attività investigativa, infiltrandosi nelle organizzazioni sovversive ed illegali. Smascherarli e segnalarli pubblicamente costituisce un grave danno ed un grave pericolo. Occorre un’attività preventiva che impedisca il ripetersi di episodi simili. Spero che la legge anti-anonimato che ho presentato in Parlamento venga presto approvata. Internet non può continuare ad essere il luogo nel quale regna l’impunità e l’illegalità.”



Questo è il mio commento ai due post del blog di gabriella Carlucci:



Io credo che lei stia facendo un grandissimo errore ad abolire l'anonimato. Così ci mete tutti a rschio hacker e truffe on-line: è così che ci protegge?La sua è solo voglia di chiudere i blog scomodi al suo partito: si vergogni! Ho letto l'articolo sulla cacia allo sbirro: ma quuando lo sbirro fà il Rambo modello spaccarotella o se la fà sotto come lacanica e inizia a sparare ed uccidere chi li ferma?

Quando Manganellano la gente gratuitamente, senza risparmiare Donne e Bambinin come accaduto a Chiaiano a mostrato da video amatori si Youtube mentre le TV Berlusconizzate censurano, chi paga?

Quando gli sbirri fanno la caccia agli anrchci chi censura i loro blog pieni di odio? E' quando gioiscono per la morte di un no-global come a genova? ("evviva 1 a = per noi" ndr)?

Si vergogni: se vuole fare una cosa seria chiuda il blog di questa poliziotta provocatrice: Le blog n'est pas accessible / The blog is not availableIl link del suo schifoso blog: Gabriella CarlucciUna certa natascia la pratese che vorrebbe fare la guerra contro i circoli di sinistra.La invito a leggere il mio blog httP://michaelmass.blogspot.com ma sopratuttutto a rispondere a chi le scrive su Popolodellarete.it - Perché la tua opinione conta , cosa che non fà per paura di confrontarsi con noi blogger dal 2004 ovvero da ben 5 anni!


Commento che vigliaccamante la Carlucci non ha pubblicato ma invece censurato!

L' ho quindi invitata pubblicarli o l' evrei considerata vigliacca.


Ieri mattina Rita dalla Chiesa attraverso Forum ha fatto da sponda alla Carlucci criticando Fecebook e sostenendo che l' anonimato andrebbe abolito: le ho mandato la seguente mail:



Da: ******
Data: 04/20/09 18:00:17
A:
forum@mediaset.it
Cc: ******
Oggetto: Fecebbok e sponda censoria per la Carlucci

Oggi vi ho sentito parlare di Facebook in TV non sono d' accordo con ciò che avete detto.
Non è possibile nel 2009 parlare ancora di censura. Non è giusto censurare un sito solo perchè qualche utente idiota non mallea a dovere il proprio spazio.
Marco Senise ha detto una fesseria: ogni gruppo ha un responsabile che in automatico viene individuato nel suo creatore.
Premesso che certi gruppi come "Picchiamo i cani" e "Si violenza sulle donne" sono goliardici e non realistici ( anche se qualche deficiente li prende sul serio) è sempre possibile chiederne la cancellazione cliccando sul pulsante cancella!

Vedi il mio gruppo al seguente Link:
http://www.facebook.com/home.php#/group.php?gid=53487079939

giovedì 16 aprile 2009

Referendum, Berlusconi: con election Day la Lega avrebbe fatto cadere il Governo! Schifosi irresponsabili!


Berlusconi che per l' ennesima volta si è recato nei luoghi colpiti dal sisma a farsi pubblicità elettorale, ha dichiarato che "la Lega avrebbe fatto cadere il Governo" se ci fosse stato l' accorpamento Referendum-Europee.
Critiche non solo le reazioni dell' opposizione ma anche quelle del Presidente della Camera Fini che si rammarica per il mancato risparmio di 400 milioni di euro.
La lega respinge le accuse negando tutto ma sappiamo quanta paura abbia della vittoria del Si che equivarrebbe ad una potenziale morte del partito.
Ciò dimostra due cose: l' irresponsabilità della lega che non esita a far cadere il governo per interessi propri mentre il paese ed il mondo attraversano una grave crisi economica e infischiandosene del dramma abruzzese: ma in fondo non è Padania ma è terronia, chissà se avrebbe fatto la stessa cosa con un terremoto in Belice ( Friuli).
La seconda cosa è la debolezza della leaderschip di Berlusconi che con il suo 43% sventagliato ai 4 venti non è stato capace di imporsi ai leghisti che un misero 8% hanno dettato legge: molto democratico!
Si evince quindi che non vi è democrazia nel centrodestra, che vivono di ricattti come solo un cartello elettorale fare e che il PDL è spaccato in due ed è solo un cartello: con la reazione di Finì si nota che l'anima di An non è morta il 27 aprile scorso e che gli elettori di An forse non si riconoscono del tutto nel PDL.
Una cosa è ancora più certa: tutto questo alle prossime elezioni avrà un effetto boomerang sulla lega e sul PdL : questo spreco 3-400 milioni di euro con disprezzo dei terremotati e di quanti sono stati colpiti dalla crisi: piccoli imprenditori, lavoratori, pensionati e precari; sarà una arma letale nelle mani delle opposizioni contro il centrodestra nella prossima campagna elettorale!
Quale più fervida dimostrazione del loro disinteresse per gli Italiani avrebbe potuto esserci? Direi nessuna!

mercoledì 15 aprile 2009

Rai e PDL strumentalizzano sisma Abruzzo per imbavagliare Annozero e Report: una vergogna!

Il povero Senese Vauro



Oggi il Direttore Generale della Rai Masi ha deciso che la Tv Nazionale non deve più garantire la libertà d' informazione.
Ha infatti stabilito che Annozero deve moderare i toni per far felice il centro-destra e Berlusconi, costringendo Santoro ad una puntata riparatrice ed ha sospeso il vignettista Vauro e messo inchiesta la trasmissione di Raitre Report.
Ma cosa c'è da riparare in quella trasmissione? Nulla è tutto ok a parte la presenza di due elementi calunniatori e fuorvianti come il sottosegretario Crosetto e il direttore de Il Giornale, Mario Giordano.
Un vero e proprio attacco oltraggioso alla libertà di pensiero alla quale noi tutti dovremmo reagire con fermezza e dure cominciando dallo scrivere ai vertici della Rai e prendendo d' assalto tutti le mail di tutti i ministri del Governo!
E non si deve nemmeno escludere la possibilità di arrivare a mezzi non convenzionali per difendere la nostra libertà come fecero i partigiani durante la resistenza anti-fascista!
Continua così lo sciacallaggio elettorale, sul sisma abruzzese, che ha avuto inizio con l'attacco trasversale ad Annozero da parte di Rita dalla Chiesa e che continua con una vetrinetta di CdM all' Aquila.
Ci si ostina a voler fare il Referendum il 14 o il 21 aprile per far comodo alla Lega. Spero che l' opposizione insista per il 7 giugno! Solo così si risparmia!
Da registrare l'incompetenza del Ministro Maroni sulla costituzione il quale ritiene vieti l'accorpamento di Referendum ed Elezioni : nulla di più falso!

Art. 75.

È indetto referendum popolare per deliberare l'abrogazione, totale o parziale, di una legge o di un atto avente valore di legge, quando lo richiedono cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali.
Non è ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali.
Hanno diritto di partecipare al referendum tutti i cittadini chiamati ad eleggere la Camera dei deputati.
La proposta soggetta a referendum è approvata se ha partecipato alla votazione la maggioranza degli aventi diritto, e se è raggiunta la maggioranza dei voti validamente espressi.
La legge determina le modalità di attuazione del referendum.
Inoltre la legge 352 del 1970 che regola la materia del referendum , non vieta l'accorpamento con le europee ma solo con le politiche. la stessa legge prevede che si possa votare solo p fra il 15 marzo e il 15 giugno. Maroni mi spieghi la si può cambiare per votare il 21 giugno ma non lo si farebbe se fosse necessario per consentire un accorpamento che ci farebbe risparmiare 400 milioni di euro da destinare a i terremotati.
Altra fesseria la proposta del direttore del piduistico Panorama Belpietro sempre ieri a Ballarò che chiede di rinviare il Referendum al prossimo anno. Perchè il referendum sì e le Europpe No? Se è possibile in Abruzzo votare per le Europee si può anche votare per il referendum!
Infine per rispondere ai soliti insultatori di destra che leggono il mio blog, sappiate che in Abruzzo non ha sempre governato il centro sinistra. Dopo i 5 anni con Antonio Falconio dal 1995 al 2000 nel quinquennio successivo ( 2000-2005) governò Giovanni Pace del centrodestra ed ora dopo la parentesi triennale con Ottaviano del turco è arrivato Gianni Chiodi del PDL.
Lieto che gli ultimi 4 articoli siano stati letti da 2300 persone nel week end di pasqua, invia anche quest ' articolo a Rita dalla Chiesa e lo pubblicherò su Facebook dove sono iscritto a gruppi molto numerosi. Il più grosso arriva a oltre 650000 iscritti.

martedì 14 aprile 2009

Sciacallaggio Elettorale sul Sisma: non si risparmia accormpando Referendum e Ballottaggi!


Non si risparmieranno 420 milioni di euro se come vorrebbe La Russa si accorpasse il referendum ai ballottaggi invece di votarlo il 7 giugno. Alle amministrative sono infatti impegnate circa 4000 comuni e 63 province ovvero la metà del corpo elettorale italiano di cui meno della metà ovvero un quarto del totale arriveranno al ballottaggio, considerato che nella maggior parte dei comuni si vota a turno unico poichè inferirori ai 15000 abitanti!

Ma rischiano di essere molti di meno se passa la seconda proposta di La Russa: evitare il ballottaggio laddove uno dei candidati raggiungesse il 40% dei voti e non il 50%. Considerato che con il metodo attuale la metà dei comuni non al ballottaggio a votare i ballottaggi sarebbero al massimo 1/3 degli italiani.

Far votare quindi il referendum insieme ai ballottaggi vorrebbe dire far votare i 2/3 degli italiani il 21 giugno anzichè il 14 ergo i 2/3 dei 420 milioni di spesa sarebbero comunque spesi! Allora dov' è il risparmio? nel miserrimo altro terzo da 140 milioni di euro?

In definitiva una presa in giro al popolo italiano, che essendo nata dopo il sisma in Abruzzo è un vero e proprio sciacallaggio elettorale sulle disgrazie altrui!
In ogni caso per votare il 21 giugno si dovrebbe cambiare la legge sul referendum che impone come periodo 15marzo- 15 giugno, e dubito che l' opposizione sia d'accordo visto che giustamente è inaccettabile cambiare le regole del gioco a gioco in corso!
La Lega ed in particolare Calderoli è andata su tutte le furie dopo l'intervento dei referendari che chiedevano l'accorpamento alle Europee il 7 giugno, per il carroccio è necessario far saltare il quorum dato che una vittoria del SI, imponendo la fine delle coalizioni, equivarrebbe ed essere scaricati da Berlusconi e rimpiombare nel baratro e magari sotto la soglia del 4% alle prossime elezioni politiche!

A proposito di sciacallaggio, in un altro post avevo attaccato Rita Dalla Chiesa sulla uscita di venerdì scorso contro Annozero.

Oggi prima puntata in diretta dopo le repliche di ieri e sabato scorso, non ha riposto alla mia mail (ci avrebbe perso troppo) ma non ha nemmeno osato toccare l' argomento.

Colgo l'occasione per rispondere ad alcuni commentatori di un mio recente articolo: in primis i romeni ai quali qualcuno ha fatto riferimento sono stati tutti assolti dall' accusa di sciacallaggio nel processo in direttissima che ha accertato che stavano entrando in casa loro.

In secundis chi non ha visto le puntate in questione di Forum e Annozero le trova sui rispettivi siti internet:

Io avevo visto anche la puntata su Gaza in cuì si arrabbiò l' Annunziata ed anche in quel caso difesi Santoro. Si veda il post in questione sul mio blog!

domenica 12 aprile 2009

Chi vuole la reunion Comunista vada a votare Comunista!


Qualche giorno leggevo il blog di Ferrero che ribadiva il fatto che si tratta solo di una lista unica e di un alleanza fra PdCI e PrC. A preoccuparmi era la reazione di alcuni commentatori che ritenevano di doversi astenere dal prossimo voto poichè credevano in una fusione che per ora non c'è ancora, ma potrebbe nascere dopo le Europee in caso di successo come ribadito dallo stesso Ferrero: il blog di paolo ferrero
Gli ho risposto che in ogni caso se le elezioni andranno bene certamente ci sarà la fusione, tanto più che con la nascita di Sinistra e Libertà questa fusione non dovrebbe più essere un ostacolo per l'unione della sinistra.La nascita di un eventuale partito unico di sinistra infatti ora si basa, oltre ad un successo generale delle sinistre alle prossime Europee, sulla capacita dei due maggiori soggetti di cannibalizzare l' altro ed affermarsi come erede unico della sinistra.
Ma se i nostri elettori si astengono siamo fregati in quanto senza consenso il progetto fallisce.Se la sinistra continuerà ad esistere dipende da noi elettori che sicuramente vogliamo un alternativa alla destra fascista ed al centro asettico PD-UdC.
Astenersi è un immenso regalo a Berlusconi, alla destra e a tutti quelli che ci trovano scomodi e vorrebbero che noi scomparissimo!
Quindi bisogna andare a votare e votare sinistra ( precisamente la lista unica PrC-PdCI) ed è importante anche chi vincerà lo scontro Prc/PdCI vs Sinistra e Libertà: chi vince avrà la strada spianata per essere il nuovo soggetto unico della sinistra italiana!
La posta in gioco è tanta ed è una sfida che non si può perdere. Astenersi è un regalo al PdL, alla Lega e al PD che abbiamo sempre contestato.
Per questo è fondamentale catalizzare i voti dei delusi del PD che sono per lo più di sinistra e degli indecisi a quali di sicure non piacciono il PdL e la Lega.
E' importante anche votare Si al referendum sulla legge elettorale per mandare in pensione le
coalizioni.


Ho inoltre realizzato 6 spot amatoriali per sostenere la nostra lista elettorale elle Europee basandomi su quelli che secondo i sondaggi ma anche secondo noi i 6 maggiori problemi sentiti dai nostri concittadini. Diffondeteli!

YouTube - Per una Pubblica Amministrazione efficiente
YouTube - Per una immigrazione sostenibile
YouTube - Per un Economia più sana
YouTube - Per non essere umiliati da una Social Card Vuota
YouTube - Vuoi più sicurezza e meno stupri? Vota Rifondazione alle Europee
YouTube - lavoro Stabile? Vota Rifondazione alle Europee

Come dice uno spot del PDL l' 80% delle leggi Italiane dipende dalla UE, ciò significa che possiamo ribaltare il Governo facendo un buon lavoro in Europa!

Ai delusi del PD dico semplicemente questo: non c'è spazio per la Sinistra e per i Laici nel PD, un partito la cui classe dirigente coincide con quella della defunta La Margherita e fà una politica integralista cattolico cristiana.

Anche il terzo polo dell' UdC, nonostante sia lodevole l' intento di Casini di non rassegnarsi al bipolarismo coatto importo dal duo PdL-PD, questì non è credibile se si allea con entrambi alle amministrative a seconda della convenienza.

Persino a destra dopo la nascita del PDL c'è interesse a far vivere la sinistra per rilanciare la destra estrema sull' onda dell' antagonismo storico fra comunisti e fascisti.

Sisma in Abruzzo: Rita Dalla Chiesa sciacalla contro Santoro in TV


Per tutta la settimana Rita dalla Chiesa figlia del grande Generale dei CC Carlo Alberto, ha fatto un ottimo uso della sua trasmissione Forum in merito alla tragedia che colpito l' Abruzzo, poi con una bruttissima apertura di venerdì pomeriggio, attaccando Annozero e Santoro cosa che nemmeno il centrodestra ha fatto voluto fare ma che accade tutti i venedì mattina dopo ogni puntata della trasmissione di Santoro.
Mi è salito il sangue al cervello per questo atto di sciacallaggio già iniziato la sera prima dal sottosegretario Crosetto ospite in studio! Così le inviato un paio di mail che pubblico di seguito:
PRIMA MAIL

Da: Michele
Data: 04/10/09 19:15:08
A:
scriviaritaforum@mediaset.it
Cc: ******
Oggetto: Non fare sciacallaggio elettorale!

Cara Rita, io sono Michele , un 34enne di Beinasco (TO) che ha scritto a Forum diverse volte spesso dissentendo da certe tue esternazioni ma mai preso in considerazione.

Sono indignato per come hai aperto la puntata di oggi sparando fango a più non posso su Annozero e Michele Santoro.

Non hai fatto altro che appoggiare l' ignobile causa del sottosegretario del PDL, Crosetto che ha dileggiato in tutti i modi ieri sera Annozero e Santoro.

Ho visto la trasmissione e non si è insultato nessuno, a proposito: ma tu l' hai vista la puntata o hai creduto al primo pirla che ti ha scritto? Ma quel tipo non si vergogna a sciacallare in questo modo? Dammi la sua mail o giragli la mia che gli scrivo.

Annozero ha fatto una nobile cosa e cioè far notare che mentre in altre zone a rischio sismico come Giappone e California si interviene prima del sisma poichè anche se non si può prevedere il momento si può prevedere che ci sarà, in Italia si interviene dopo in quanto mancano i soldi.

Lo ha confermato anche il professor Boschi dell' Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ospite in studio.
O pensi che anche lui sia un politico di sinistra o un pazzo che dà Ragione e Santoro? Se è così abbi il coraggio di dirlo.
Bertolaso è stato menzionato solo per ricordare che si stava per dimettere dalla Protezione Civile per mancanza di fondi ( nessuno lo ha insultato) ed è rimasto perchè il Governo glia elargito 124 sporchi, miseri e micragnosi milioni di euro da destinare a manifestazioni sportive come gli Europei di nuoto a Roma, i Mondiali di Pattinaggio A Torino e mondiali di Ciclismo a Vicenza ma non certo per la nostra sicurezza.

D' altro canto già Hitler con le Olimpiadi del 1936 in Germani ci insegnò che lo sport è un ottimo mezzo di propaganda politica.
Per fortuna un negro di nome Jessy Owens vinse la finale dei 100m sbeffeggiando il Fhurer.

Santoro ha anche stigmatizzato il preoccupante avvoltoieggiare dei cementisti ed imprenditori edili italiani voglioso di realizzare l' Aquila 2 e Berlusconi con il Consiglio dei Ministri di ieri mattina ha introdotto nel piano casa una norma che riduce i controlli perchè suo fratello Paolo e lui con la EdilNord sarebbero i primi a guadagnarci.

Guadagnano sulle disgrazie e soprattutto evitando quei controlli che se fossero stati fatti avrebbero evitato il crollo della Casa dello studente e l ' inagibilità dell 'Ospedale.
Ti sembra giusto che il tuo datore di lavoro faccia ciò?
Non nasconderti dietro la solita solfa che lo stipendio te lo pagherebbe Confalonieri in quanto il presidente Mediaset e Pier Silvio figlio di Silvio ma se anche fosse Confalonieri essendo questi un fondatore di Forza Italia e socio in affari di Berlusconi, i loro interessi coincidono.

Rita vergogna il tuo, è sciacallaggio elettorale perchè collabori ad un disegno criminoso, iniziato con la lista di proscrizione che portò al licenziamento anni del trio Biagi-Santoro-Luttazzi, di cancellazione di una delle poche trasmissioni Rai non Berlusconizzate! Un puro atto piduista.
O pensi che licenziarli sia stato un atto giusto? Tutti e tre han fatto causa alla RAI ed hanno visto: chiediti come mai.
E' ed grave che lo faccia tu visto che certi signori sono stati combattuti da tuo padre, a mio parere lo stai disonorando.

Se alcuni spettatori hanno frainteso la trasmissione Annozero sono stati fuorviati dalle parole di quell 'indegno di Crosetto, al quale a più riprese Santoro ha ricordato che non era un processo alla Protezione Civile che aveva operato bene nonostante tutto. Anche Crosetto è pagato con soldi pubblici: si dimettesse!

Sarebbe nobile il tuo no alle commissioni bancarie sulle donazioni pro- Abruzzo se non le copiassi dal Blog di Di Pietro.

Gradirei avere il diritto, come cittadino Italiano di pensarla diversamente da una certa parte politica e di poterlo dire liberemante senza essere censurato come Berlusconi vorrebbe, quindi Rita piantala di fare politica nella tua trasmissione e non attaccare chi la pensa diversamente dal tuo Kapo!

Si vergogni il tuo Kapo: c'è voluto il terremoto in Abruzzo per convincerlo a non sprecare 420 milioni di euro e accorpare elezioni Europee e Referendum. La crisi non gli bastava?

Non ho dimenticato la tua campagna referendaria attraverso forum nel 1995 per non far chiudere Rete 4 e che oggi ci costa 350000 euro al giorno di multa e quindi vive come la tua trasmissione in parte di soldi pubblici! Forse te lo sei di dimenticata ma gli Italiani non dimenticano.
Non credi che sarebbe meglio se questi 350000 euro al giorno andassero in Abruzzo o ai disoccupati od ai pensionati invece delle offensive Social Card vuote che portano al circuito di Master Card qualche milione di euro di commissione di soldi pubblici?

Se ritieni che la tua non sia censura leggi questa mia mail in TV.

Beinasco 10/04/2009 Michele M.
SECONDA MAIL

Da: Michele
Data: 04/12/09 18:02:51
A:
scriviaritaforum@mediaset.it
Cc: ******
Oggetto: Non fare sciacallaggio elettorale parte II


A seguito della pirma mail sul tuo sciacallaggio elettorale vorrei segnalarti un paio di modi per aiutare realmente la popolazione colpita dal Sisma.

1. Tutte le società sportive organizzino per la prossima estate incontri preparazione pre-campionato 2009-10 con rappresentative abruzzesi in loco e diano in beneficenza gli incassi incluso i la quota diritti TV.
Devolvano inoltre all' Abruzzo incazzi e diritti TV di questo week-end


2. Tutti gli Italiani che nonostante la crisi andranno in vacanza almeno scelgano località marine e per il prossimo inverno località montane in Abruzzo : Capracotta è bella come Cortina e Cervinia!

N.B.: la mail è aperta è pubblicata sul mio blog
http://michalemass.blogspot.com

Michele M.
Spero sia chiaro a tutti come la penso sul sisma, certe questioni vanno affrontate e non si strumentalizza il dolore per rinviare la discussione dicendo: "ora è il momento della solidarietà, poi si discuterà". Così facendo non si farà nulla come le volte precedenti.
Con questo post voglio esprimere tutta la mia solidarietà oltre che alle persone colpite da Sisma e loro parenti ed amici , a tutta la Nazione ed allo staff di Annozero incluso il conduttore Michele Santoro.

mercoledì 1 aprile 2009

IL PDL è nato grazie e Prodi, senza lui non esisterebbe!


Qualcuno di voi leggendo il titolo del posto probabilmente mi prenderà per matto ma in realtà è proprio vero: il PdL è nato grazie a Prodi ed in parte a Veltroni.
Tutto inizia con i risultati delle elezioni politiche del 2006 ed in particolare con la risicata maggioranza in Senato.
Berlusconi oltre che gridare falsamente ai brogli proponi a Prodi un governo di larghe intese ma ciò è ideologicamente inaccettabile ed incoerente con la stessa motivazione che spinge il centro-destra a fare questa proposta: il centrosinistra essendo composto di 13 partiti imploderebbe e quindi Prodi non può governare con due soli seggi in più al Senato ma in realtà per lo stesso motivo essendo anche il centrodestra formato da 13 partiti una maxi coalizione di 26 elelenti sarebbe oltre che una grande presa in giro per gli elettori che gli avrebbe spinti all' astensione.
Prodi quindi giustamente rifiuta e Governa con la sua maggioranza uscita dalle urne.
La conseguenza è una serie di elementi che portano alla nascita del PDL che di seguito vi elenco:
1. La crisi interna della maggioranza accelera la nascita del PD
2. Il Cdx manifesta, a Piazza San Giovanni in Roma il 2 dicembre 2007 a favore delle lobby e contro le liberalizzazioni di Bersani
3. Cade il Governo e il PD rompe con gli alleati
4. Berlusconi in conseguenza del punto 3 sul predellino di Piazzale Loreto a Milano e annuncia la nascita del PdL
Se Prodi avesse accettato la proposta del centro-destra tutto questo non sarebbe mai successo, il PD sarebbe nato più tardi, il sistema non si sarebbe semplificato e Berlusconi non avrebbe fatto la manifestazione di Piazza San Giovanni poichè avrebbe protestato contro se stesso.
Inoltre in una Grende Koalitionen gli estremi come Lega e Sinistra Antagonista sarebbero usciti dalla maggioranza e Berlusconi avrebbe perso le elezioni del 2008 senza Lega Nord.
Silvio quindi ringrazi la sinistra e non ci sputi sopra insultandola come al solito quando i comizi, così come è avvenuto al 1° congresso del PDL.

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models