martedì 6 dicembre 2011

Controproposte per salvare l' Italia: è se abolissimo le regioni invece delle province?


Come ho scritto nel post di ieri non mi piace questa manovra economica del Governo Monti che pesa tutta sulle spalle dei più deboli e come avevo annunciato ecco le mie controproposte.
Stop alla possibitlità di sommare la pensione al reddito per i liberi professionisti, quadri, dirigenti  e imprenditori e per altre categorie con reddito da lavoro superiore ai 50000€ annui.
Abolizione delle dei consigli regionali con soli compiti di coordinamento fra province.
Riduzione di mezzo punto dell' Irap che diventa tassa provinciale.
Aumento delle imposte indirette per le società di capitale
Aliquota del 4% sulle transazioni verso i paradisi fiscali e per tutte le transazioni che prevedono un cambi Euro/dollaro americano verso paesi extra UE diversi dagli USA
Imposta €20/kw per auto oltre i 200kw, imbarcazioni, aerei, elicotteri ed altri velivoli privati con controllo fiscale obbligatorio per chi possiede suddetti beni, siano essi persone fisiche o imprese. 
Farmaci, scuole e prestazioni sanitarie a proprio carico per chi supera i 150000€ di reddito annui.
Obbligo per gli enti locali di ridurre la spesa per istruzione e sanità privata a non oltre 1/3 di quella pubblica. 
Reintroduzione dell' ICI sulle prime casa con esimo catastale oltre i 1500€ con aliquota dello 0,5% fino a 2000€ e 1% oltre i 2000€ di estimo.
Aumento della tassazione sulle rendite finanziare e partecipazioni (esclusi titoli di stato e partecipazioni in enti pubblici) dal 12,5% al 30% 
Blocco/rinvio di alcune grandi opere fino al 2015: Mose, Tav, Ponte sullo Stretto, Raddoppio autostradale del Frejus
Aumento dell' aliquota Irpef più alta dal 43 al 46% con intruduzione di una ulteriore aliquota del 50% per i redditi sopra 150000€
Blocco degli aumenti degli stipendi dei politici fino al 2015: presidenti, assessore e consiglieri provinciali e regionali, deputati, senatori, eurodeputati, commissari europei, ministri, Presidente della Repubblica e abolizione delle gratuità ed altre loro agevolazioni. 
Obbligo di accorpare i servizi per i Comuni sotto i 5000 abitanti, accorpamento dei comuni sotto i 1000 abitanti. 
Introduzione de coefficiente d' impresa (rapporto reddito/num. dipendenti) al posto dell' Ires con coefficiente basso per chi stabilizza i precari, assorbe il sommerso, agevole le donne, i giovani e i disabili. 
Una manovra, che non tocca i deboli, colpisce i forti e rilancia la crescita.
Il mio punto di vista sulla manovra.  

Articoli Correlati

lunedì 5 dicembre 2011

Manovra economica, non piace a nessuno solo ai mercati: nel 2012 sarà recessione profonda, ecco il perchè!


Oggi il nuovo Governo presieduto da Mario Monti ha varato il decreto della manovra economica per il 2012 che vale circa 24 miliardi di euro, ecco in sintesi cosa prevede:
Aumento dell' età pensionabile da 60 a 62 anni nel 2012 (con ulteriore aumento graduale a 66 nel 2018) e possibilità di restare al lavoro fino a 70 anni con gli incentivi. 
Aumento dell' anzianità contributiva per le pensioni di anzianità da 40 anni di contributi a 41 anni per le donne e 42 per gli uomini
Stop all' adeguamento delle pensioni all' inflazione per gli anni 2012 e 2013

Reintroduzione del ICI sulla prima casa con detrazione di 200€ e si chiamerà IMU Imposta Municipale Unica. L'aliquota sarà dello 0,4% dell' estimo catastale.
Aumento dell' IVA. le aliquote del 10% e del 21% passeranno rispettivamente al 12% e al 23%
Pseudo-patrimoniale soft con aumento del bollo auto del 20% su auto oltre i 170Kw con effetto retroattivo su gli ultimi 3 anni (2009-2011), tassa sul posto barca per i natanti oltre i 10 metri (da 5 a 703€ al giorno per i natanti oltre i 64m) e introduzione della tassa di proprietà su arei ed elicotteri privati ed altri veicoli come le mongolfiere (450€). 
Infine introduzione dell' imposta di bollo sulle trasazioni da e per paesi esteri. 
Ovviamente una manovra iniqua (tranne che per Monti) che fà pagare la crisi ad anziani e micro-imprese. C' è da aspettarsi come un calo dei consumi, un aumento drastico dell' inflazione dovuto (prevedo il 2.-3% come minimo entro febbraio - marzo) e una riduzione dei posti di lavoro con almeno 100mila licenziamenti dovuto alla non conferma dei contratti a tempo determinato per far fronte all' aumento dell' IVA e dell' età pensionabile che bloccherà l' offerta di lavoro.  I ricconi se la cavano con poche centinaia o migliaia di euro o forse nemmeni quelli consideratà che i beni dilusso spesso sono intestati a società off-shore, nessuna nuova tassa per banche responsabili della crisi e nessuna lotta alla speculazione finanziaria a all' evasione fiscale.  La pseudo-patrimoniale soft peserà sostanzialmente sul ceto medio più che sui veri ricchi.
Ovviamente le reazioni non tardano ad arrivare, le uniche note positive arrivano dalla borsa che reagisce bene. I Sindacati scioperano anche se divisi mercoledì prossimo. In parlamento solo il Terzo Polo appoggia la manovra in particolare l' UdC  critiche dagli altri PdL sopratutto sull' ICI, ma anche da Lega, PD e IdV che annuncia proposte alternative.  Attesa dunque una pioggia di emendamenti al decreto e c'è da chiedersi se dopo un eventuale stravolgimento del testo con la quasi totalità della maggioranza di Governo contro Monti, se quest' ultimo vorrà rimanere presidente del consiglio.
Le mie proposte alternative


Articoli Correlati

domenica 27 novembre 2011

Il 10 gennaio inizia il maxi processo Scazzi: qualcuno non ha ancora capito la storia!





Ho letto quest' articolo che è un pò lo specchio dei pensieri dei media sul caso di Sarah Scazzi:
http://giochigratispc.altervista.org/1165/sarah-scazzi-michele-misseri-attacca-le-ultime-decisioni-del-tribunale-di-taranto.html#comment-88
Secondo me il caro articolista, fai i conti senza l' oste e si fida troppo dell' accusa. Non serve un movente per essere considerati colpevoli, quello è un elemento raffrorzativo ma secondario. la colpevolezza và dimostrata a prescindere. Nel suo articolo omette di dire che 3 avvocati sono stati assolti con rito abbreviato ed inappellabile quindi quasi definitivo e il quarto avvocato Vito Russo si è visto dimezzare i capi di imputazione da 4 a 2. Ometti di dire che la Cassazione ha emesso il 21 e il 26 settembre verdetti di grave insufficienza di prove a carico di 4 imputati Cosima Serrano, Sabrina e Carmine Misseri e Cosimo Cosma. La stessa Cassazione ha messo in dubbio il fioraio e i suoi parenti, le celle telefoniche e l' operato in generale della Procura e dei PM. Non tiene presente che molti testimoni andranno valutati nella loro attendibilità e molti di essi hanno rivelato la loro "verità" prima alla stampa e poi ai PM (cfr. Anna Pisanò , Iavno Russo. Donato e Francesca Massari) altri hanno mostrato attraverso di essa uno strano rancore verso le due principali imputate (cfr. Mariangela Spagnoletti, Antonio Petarra e Giusy Nardello) e molti altri si sono arricchiti parlando male dei Misseri alla stampa locale. Due di loro Il fioraio Buccolieri e Vanessa Cerra sua ex commessa nonchè figlia della Pisanò intrattenevano una relazione adulterina che protò il fioraio aparlare proio del sogno/seuquestro alla moglie. Quindi questi personaggi non sono certo più credibili di Michele Misseri anzi tutt' altro.
Misseri avrà una pena di 9 anni somma dei due reati che gli vengono contestati e potrebbe essergli ancora contestato l' omicidio e non è detto che non ottenga che si trascrivino e ascoltino le sue intercettazioni con il duo Bruzzone Galoppa considerato che dello loro cattivo operato vi è qualche traccia nei verbali di interrogario e un indizio proprio nella famosa intercettazione del 22 ottobre 2010 in carcere fra Misseri e la figlia Valentina: "se io devo rimanere quà...ma io non rimango quà... questo mi stà portando..." intendendo dire che il suo ex avvocato gli aveva promesso di uscire anche se accusato, all' epoca, di omicidio e occultamento di cadavere.
Infine la Corte d' Assise probabilmente sarà messa a conoscenza, da parte della difesa, della reale genesi dell' inchiesta ovvero del suo sviluppo. Ciò è possibile se al dibattimento venissero esaminati come testi i gli avvocati assolti ed in particolare la Velletri e De Cristofaro. Vi sono infatti elementi da valutare come il non aver mai posto il segreto istruttorio se non tardivamente e a protezione di un elemento, a dir dei PM, inutile, come Misseri piuttosto che dell' integrità e l' onore delle indagate. E' rilevante il modo e i tempi con cui si indaga sull' avv. Russo, è rilevante il modo tardivo con cui si invia l' avviso di garanzia a fine inchiesta De Cristofaro pur sospettandolo già da gennaio (cfr. Ordinanza Riesame 18/01/2011 dep. 24/01/2011) ed è rilevante la latitanza della procura per alcuni mesi sull' omicidio (gennaio-aprile 2011) per concentrarsi sulla fase di occultamento e sul fratelloe nipote di Misseri per poi tornare curiosamente sull' omicidio e sull' avv. Russo. Rilevante che passino quasi due mesi dalla famosa lettera del compressore per giungere al sequestro dello stesso (8 febbraio - 25 marzo ndr) e il fioraio entri fra gli indizi di colpevolezza ad aprile 2011 pur essendo noto da settembre 2010. Atteggiamento quello della procura ampiamente criticato unitamante ai sui metodi di valutazione dalla Cortte do Cassazione persino nelle motivazioni con cui ha rigettato l' sistanza di remissione del processo avanzata dai difesori si Sabrina Misseri.
Qualcuno non ha nemmeno capito il decreto di rinvio a giudizio del Gup, che pur riconoscendo la possibilità che le due donne sia innocenti (nell rigetto dell' istanza di scarcerazione scirve " aprensindere da chi sia stato a commettere il delitto" e si concentra sulla sola soppressione di cadavere) fà rientrare dalla finestra ciò che ra uscito dal portone ovvero le accuse pià gravi cassate dalla Cassazione. Fà un giro strano il Gup che partendo dalla soppressione di cadavere (erroneamente ritenuta non cassata) in certo senso dice se hanno soppresso il cadavere dovevano avere un motivo ovvero l' omicidio e questo perchè secondo l' accusa le due donne non avrebbero aiutato materialmente Michele Misseri (novità dell' ulitma ora contenuta nelle 71 pagine di memoria consegnate al Riesame che domani deciderà come al solito di non ascolatare la Cassazione) ma gli avrebbero semplicmente ordinato di seppellire Sarah e sarebbero andate il giorno dopo al pozzo a verificare il lavoro svolto. Prova ne sarebbe il tabulato telfonico e la perzia dei Ros la cui interpretazione dapparte degli inquirenti però è stata giudicata maldestra dalla Casssazione che invitava a a tener conto anche delle rilevanze in tal propositi delle difese. Quindi la Cassazione ha cassato e come. Chi si illude di una condannza già scritta meno di una parzialità della Corte di Assise potrebbe doversi ricredere e restare molto deluso.


Articoli Correlati

martedì 27 settembre 2011

Processo Scazzi: il punto della situazione dopo il verdetto della Cassazione su Cosima e Sabrina. Processo inutile.

Nella sostanza la Cassazione con le duie sentenze di mercoledì scroso e ieri sera ha ritenuto insufficienti le prove a carico dei prinicipali coimputati di Michele Misseri nel processo. 






Questo giova alle difese che hanno buon materiale per chiedere il proscioglimento dei propri assistiti. Allo stato delle cose infatti non si sarebbero i requisiti per un rinvio a giudizio. La Procura non potrà ripetere il giochetto dello scorso maggio quando riarrestò Sabrina Misseri ma soprattutto arrestò Cosima Serrano. Il rischio nel caso ci fossero dei rinvii a giudizio e che anche nel caso di una condanna in primo grado eventualmente confermata in appello sia nuovamente la Cassazione ad assolverle. Infatti in tal caso si pronuncerebbe sullo stesso quadro probatorio oppure sun quadro probatorio più ristretto e più favorevole alle imputate, sia perchè non tutto il materiale dell'istruttoria finisce nel fascicolo dibattimentale (ed è solo su quello che vineen emessa la sentenza) sia perchè i testi verranno questa volta interrogati anche dai difensori anche in base a quanto emerso dalle indagini difensive per ora non ancora esaminate dalla Cassazione. Infine molto probabilmente potrebbe essere riascoltato Michele Misseri che uffcilalizzerebbe la ritrattazione ovvero le autoaccuse e spiegherebbe finalmente in modo ufficiale il motivo della accuse a sua figlia Sabrina. Sarebbe quindi ragionevole che il Gup concedesse una proroga di altri 6 mesi di indagini specifiche su Michele Misseri e le sue ritrattazioni. Il Gup infatti può condere la proroga anche senza richiesta del Gip o dei PM (che perderebbero la faccia se la inoltrassero) ma può anche indicare su cosa indagare (e non avrebbe senso indagare su ancora su Cosima e Sabrina) o avocare a se stesso le indagini.  
Si tenga inoltre presente che il 12 ottobre la Cassazione dovrà decidere sull' istanza di remissione del processo presentata sempre dai legali difensori dellla Misseri ovvero gli avv. Franco Coppi e Nicola Marseglia. Nel caso fosse accolta e il processo passasse a Potenza, potrebbe spettare al Tribubake del Riesame lucano il riesame delle ordinanze. Sempre per quanto sopra è probabile che la Cassazione depositi le motivazioni dopo la prossima sentenza.

Articoli Correlati

martedì 13 settembre 2011

La salute dei Parlamentari e delle loro famiglie ci costa 11 milioni € all' anno! Si pagassero le spese da soli! E la sciassero el gratuità a chi non arriva a fine mese











scandaloso... diffondilo!


..e i politici dovrebbero solo vergognarsi !!!!!






Per la prima volta viene tolto il segreto su quanto costa ai contribuenti
l'assistenza sanitaria integrativa dei deputati. Si tratta di costi per
cure che non vengono erogate dal sistema sanitario nazionale (le cui
prestazioni sono gratis o al più pari al ticket), ma da una assistenza
privata finanziata da Montecitorio. A rendere pubblici questi dati sono
stati i radicali che da tempo svolgono una campagna di trasparenza
denominata Parlamento WikiLeaks.
Va detto ancora che la Camera assicura un rimborso sanitario privato non
solo ai 630 onorevoli. Ma anche a 1109 loro familiari compresi (per
volontà dell'ex presidente della Camera Pier Ferdinando Casini) i
conviventi more uxorio.
Ebbene, nel 2010, deputati e parenti vari hanno speso complessivamente 10
milioni e 117mila euro. Tre milioni e 92mila euro per spese
odontoiatriche.
Oltre tre milioni per ricoveri e interventi (eseguiti dunque non in
ospedali o strutture convenzionati dove non si paga, ma in cliniche
private). Quasi un milione di euro (976mila euro, per la precisione), per
fisioterapia. Per visite varie, 698mila euro. Quattrocentottantotto mila
euro per occhiali e 257mila per far fronte, con la psicoterapia, ai
problemi psicologici e psichiatrici di deputati e dei loro familari.
Per curare i problemi delle vene varicose (voce "sclerosante"), 28mila e
138 euro. Visite omeopatiche 3mila e 636 euro. I deputati si sono anche
fatti curare in strutture del servizio sanitario nazionale, e dunque hanno
chiesto il rimborso all'assistenza integrativa del Parlamento per 153mila
euro di ticket.
Ma non tutti i numeri sull'assistenza sanitaria privata dei deputati,
tuttavia, sono stati desegretati. "Abbiamo chiesto - dice la Bernardini -
quanti e quali importi sono stati spesi nell'ultimo triennio per alcune
prestazioni previste dal 'fondo di solidarietà sanitarià come ad esempio
balneoterapia, shiatsuterapia, massaggio sportivo ed elettroscultura
(ginnastica passiva). Volevamo sapere anche l'importo degli interventi per
chirurgia plastica, ma questi conti i Questori della Camera non ce li
hanno voluti dare". Perché queste informazioni restano riservate, non
accessibili?
Cosa c'è da nascondere?
Ecco il motivo di quel segreto secondo i Questori della Camera: "Il
sistema informatizzato di gestione contabile dei dati adottato dalla
Camera non consente di estrarre le informazioni richieste. Tenuto conto
del principio generale dell'accesso agli atti in base al quale la domanda
non può comportare la necessità di un'attività di elaborazione dei dati da
parte del soggetto destinatario della richiesta, non è possibile fornire
le informazioni secondo le modalità richieste".
Il partito di Pannella, a questo proposito, è contrario. "Non ritengo -
spiega la deputata Rita Bernardini - che la Camera debba provvedere a dare
una assicurazione integrativa. Ogni deputato potrebbe benissimo farsela
per conto proprio avendo gia l'assistenza che hanno tutti i cittadini
italiani.
Se gli onorevoli vogliono qualcosa di più dei cittadini italiani, cioè un
privilegio, possono pagarselo, visto che già dispongono di un rimborso di
25 mila euro mensili, a farsi un'assicurazione privata. Non si capisce
perché questa 'mutua integrativà la debba pagare la Camera facendola
gestire direttamente dai Questori". "Secondo noi - aggiunge - basterebbe
semplicemente non prevederla e quindi far risparmiare alla collettività
dieci milioni di euro all'anno".Mentre a noi tagliano sull'assistenza
sanitaria e sociale è deprimente scoprire che alla casta rimborsano
anche massaggi e chirurgie plastiche private - è il commento del presidente
dell'ADICO, Carlo Garofolini - e sempre nel massimo silenzio di tutti.










...E NON FINISCE QUI...


Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che
recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA'e senza astenuti un
aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa € 1.135,00 al mese.
Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei
verbali ufficiali.


STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE
STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese
PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)
RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese


INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00) TUTTI ESENTASSE
+


TELEFONO CELLULARE gratis
TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis
TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
PISCINE E PALESTRE gratis
FS gratis
AEREO DI STATO gratis
AMBASCIATE gratis
CLINICHE gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE MORTE gratis
AUTO BLU CON AUTISTA gratis
RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro
1.472.000,00).
Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in
parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (41 anni per
il pubbico impiego)
Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in
violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per
quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della
Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una
segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)


La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI
di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!


Far circolare.


Si sta promuovendo un referendum per l' abolizione dei privilegi di tutti i
parlamentari............ queste informazioni possono essere lette solo
attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle
a conoscenza degli italiani......


E inoltre la recente Finanziaria ha aumentato le spese sanitaria a noi poveri cristi che non arriviamo a fine mese.


PER FAVORE CONTINUA LA CATENA, DIFFONDI IL DOCUMENTO


Articoli Correlati

venerdì 9 settembre 2011

La Crisi la paghino i ricchi! 15 settebre Patrimoniale Day in tutta Italia e petizione on-line











La Fderazione della Sinistra lancia la campagna "Inidognati a Favore della Patrimoniale" con una petizione per proporre una legge popolare che introduca la tassa patrimoniale per patrimonin oltre i 500 000 €. E' la nostra risposta una Finaziaria barbara che fà pagare tutto ai poveri. Aderite numerose cliccate sul link sottostante: 
http://web.rifondazione.it/home/index.php/prima-pagina/606-indignati-a-favore-della-patrimoniale
Siamo vicini al traguardo!


Articoli Correlati

sabato 27 agosto 2011

Sciopero Calciatori Serie A: per certi versi giusto ma inopportuno. Vergognoso sfruttamento da parte della Lega Nord e dei media! Perchè i calciatori sono considerati taccagni e le società no?

A sinistra Abete presindente Lega A e a destra Tommasi Presidente Associazione Italiana Calciatori

Da molti giorni si parla dello sciopero dei calciatori di Serie A per protesta contro il contributo di solidarietà introdotto dal Governo nell' ultima finanziaria.recentemente approvata. Ora questo sciopero è diventato realtà e la prima giornalta di Seria A è saltata. Ma perchè i giocatori protestano? Stando a media ed alla Laga Nord che sfrutta il tutto per propaganda politica non vorrebbero pagare il contributo anzi addirittura farlo pagare alle società: ma è davvero così? Non esattamante. La realtà e che i contratti dei calciatori comprendono la pattuizione di un compenso netto a stagione e di conseguenza la società calcola e paga un importo lordo che garantisca la calciatore quel netto pattuito.  Ora il problema e che l' introduzione di questo nuovo contributo imporrebbe alla società per contratto di aumentare automaticamente ai calciatori il compenso lordo per mantenere inalerato il compenso netto pattuito. I calciatori giustamante lo chiedono, ovvero chiedono di rispettare i contratto ma le società non ci stanno. Da quì la protesta. 
Certo i calciatori con quello che guadagnano potrebbero anche soprassedere visto il momento di crisi che si attraversa, ma è assurdo il modo in cui i media e la Lega Nord a scopo propagandistico li attaccano fuorviando l' opinione pubblica dalla realtà del problema. Società è calciatori potrebbero rimandare ogni trattativa a fine stagione e rivedere gli accordi per gli anni successivi e pattuire e ventuali aggiustamente e/o conguagli inevce che litigare ora!
Ma sopratutto mi chiedo e vi chiedo: se è giusto redarguire i calciatori per questa protesta; non sarebbe alòtrettanto giusto farlo nei confronti delle società? E di conseguenza: perchè la Lega non attacca anche la taccagneria dei presidenti dei club di seri A? Forse perchè uno di questi (il Milan ndr) appartiene al Presidente del Consiglio Sivlio Berluconi? 
Alla fine come al solito chi ci rimette e lo sport e gli italiani spostivo e una cosa è certa: finiranno con l' avere ragione i calciatori perchè il contratto gli dà ragione.



Articoli Correlati

martedì 23 agosto 2011

Fedarzione della Sinistra: da domani raccolta firma per la patrimoniale

 Lo Yatch di Flavio Briatore

Roma, domenica 14 agosto
COMUNICATO STAMPA


MANOVRA – FERRERO (PRC – FEDERAZIONE DELLA SINISTRA): DA DOMANI RACCOLTA DI FIRMA PER PATRIMONIALE
Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista ha dichiarato:
“Di fronte al blitzkrieg berlusconiano abbiamo deciso una campagna di massa di raccolta di firme per la patrimoniale. La nostra proposta di tassare i patrimoni al di sopra del milione di euro, che cominci con una aliquota dell’1% per salire al 2 e poi al 3% al di sopra dei 10 milioni di euro, garantisce un gettito di oltre 20 miliardi. Quanto basta per evitare tutti i tagli allo stato sociale, i ticket e gli aumenti delle tariffe. La patrimoniale è anche l’unica misura certa per stanare gli evasori fiscali, quelli che non guadagnano nulla ma possiedono il panfilo. Vedremo se gli italiani preferiscono tassare i ricchi o la povera gente”.

Ufficio stampa Prc-SE


Per scaricare la petizione clicca qui...

Sono favorevolissimo alla misura e aderirò alla raccolta ftirme..fatelo anche voi e passate parola! 


Articoli Correlati

lunedì 22 agosto 2011

Dalla finanziaria 15 miliardi di tasse in più, altro che luci, io vedo solo ombre minacciose. Non piace nemmeno alla stessa Maggiornza.!



Il Governo pochi giorni fà ha approvato una manovra finanziaria biennane di 45 miliardi, o forse sarebbe meglio dire triennale visto andrebbe vista anche come manovra correttiva per il 2011.
I più l' hanno definita una manovra contente "luci ed ombre" è l' anno criticata pesantemente a causa della solita mancanza di provvedimenti per la crescita.
Cosa prevede in realtà questa finanziaria? Ve lo dioco io:
1. Torna il ticket sulla sanità da 10 euro su visite e analisi
2. Rivalutazione al 70% per gli assegni tra i 1.400 e 2.300 euro mentre viene azzerata oltre la soglia dei 2300€ : in pratica tali assegni non saranno aggiornati agli indici Istat e quindi all' inflazione ovvero al costo della vita.
3. Le nuove pensionei verranno corrisposte un mese più tardi rispetto a qunto previsto ora ciò arriverà dopo 11 mesi, erano 6 nel 2000 portati a 10 da Brunetta nel 2011
4. contributo di solidarietà del 5 per cento imposto ai redditi da 90mila euro e del 10 per cento per quelli oltre i 150mila euro, attenzione però: non tutto il reddito ma solo sulla parte eccedente suddette soglie, quindi per il primo scaglione si pagherà da pochi centsimi a 3500 euro, per il secondo da 7000 euro in su. Per Berlusconi circa 700000€...si poteva fare di più!
5. anticipo al 2013 delll'aggancio dell'età pensionabile all'aumento della speranza di vita certificato dall'Istat. La manovra prevede poi il posticipo dell'uscita dal lavoro di un mese per chi matura i requisiti nel 2012, di due mesi per chi li matura nel 2013 e di tre mesi per chi li matura nel 2014. In pratica la crisi la pagano i pensionati!
6. Tagli alle agevolazioni fiscali (detrazioni, deduzionin irpef, assegni per figli a carico, ecc) , in questo caso l'intervento comporterà un aumento della pressione fiscale di circa 1% ovvero 15 miliardi du euro in pù di tasse per la famiglie; tra le voci da tagliare ci sono assegni i figli a carico, le spese sanitarie e di istruzione, i redditi da lavoro dipendente, gli asili nido, gli studenti universitari, le ristrutturazioni edilizie, il terzo settore, le Onlus, l'Iva, le accise e i crediti d'imposta. Le riduzioni previste sono del 5 per cento per l'anno 2013 e del 20 per cento a partire dal 2014.
7. Rimodulazione dell'imposta di bollo sui depositi titoli: (in pratica costeranno di più  i conti in banca vincolati) con periodicità annuale sarà di 34,20 euro per gli importi inferiori ai 50mila euro, di 70 euro per quelli pari o superiori ai 50mila euro e inferiori ai 150mila euro; di 240 euro per importi pari o superiori ai 150mila euro e inferiori ai 500mila euro; di 680 euro per importi pari o superiori a 500mila euro. Dal 2013 l'imposta con periodicità annuale sarà di 230 euro per gli importi pari o superiori ai 50mila euro e inferiori a 150mila; di 780 euro per importi pari o superiori a 150mila euro e inferiori a 500mila euro e di 1.100 euro per importi pari o superiori a 500mila euro
8. Introduzione del coefficiente di correzione connesso alla dinamica nel miglioramento conseguito dalle singole amministrazioni rispetto alle precedenti con riguardo ai parametri di virtuosità dei Comuni; tra i criteri di merito c'è la convergenza verso i fabbisogni standard previsti dal federalismo ovvero verranno premiati i Comuni che taglieranno il welfare inece di aumentarlo.
9. Liberalizzazione delle professioni,  solo per gli ordini che non prevedono l'esame di stato per l'abilitazione (quello che voleva fare Bersani ma stavolta i tassisti stranamente non si incazzano).
10. incompatibilità dei giudici tributari; ecco dunque che viene esclusa l'operatività delle limitazioni territoriali nel caso in cui il coniuge, i conviventi, i parenti o gli affini del giudice siano iscritti ad albi professionali nell'ambito regionale ovvero nelle regioni o province confinanti con la regione con cui ha sede la Commissione tributaria provinciale o regionale ( se sei parente di un giudice tributario sarà più facile evadere il fisco poichè potrenno essere giudicati da un giudice parente o familiare stretto!)
11. Privatizzazione di enti pubblici a raffica dal 2013 ovvero regali ai soliti furbetti del quartierinoè aumento dell' Irap ai Concessionari Pubblici con possibili effetti negativi su pedaggi austoradali ed altri servizi pubblici.
12. Più tasse sui bonus stock options
13. Tasse ridotte al 5% per le nuove imprese sopratutto per chi ha meno di 35 anni ( non avrà il vincolo di durata di 4anni ovverò pagherannno sempre il 5% abche quando saranno vecchi...va bene stimolare la nascina di imprese ma non detassarle a vita).
14. Aumento delle accise sul carburante ovvero riscaldamenti e benzina costeranno di più!

Onestamente vedo solo ombre, e le contro proposte avanzate dai vari partiti sono meglio anzi nel caso del Terzo Polo e della Marcegaglia (Confindustria) pure peggio. Essi infatti propongono sconti solo alle imprese (IVA e Irap) e contributo di solidarietà solo sui patrimoni oltre i 10 milioni e di appena  0,5% cioè 50000 euro (elemisinissima), i soliti tagli al welfare e liberazione dei licenziamanti (poi se senza lavoro non facciamo la spesa hanno anche il coraggio di lamentarsi per il calo dei consumi) mentre da sindacati e Sinistra arrivano le giuste proposte Keynesiane per colpire i gradi patrimoni, lotta all' evasione e sopratutto tassare le attivita commerciali del Vaticano: già facciamo fatica a mantenre l' Italia cu accolliamo pure un pese straniero.   
Personalmente aggiungerei il coefficente di impresa e più investimenti sulle energie rinnovabili. Fermerei gli sgravi fiscali sullle ristrutturazioni degli immobili che non siano finalizzate a riprintinarne l' agibilità e la messa norma antisismica. Riformerei il contratto di locazione (introducendo contratti ad hoc per studenti e lavoratori fuori sede nonchè sgravi per chi in luighi turistici affitta con il 4+4 piuttosto che ai vacanzieri) per favorire una riduzione degli affitti che introdurrei fra gli sgravi fiscali.



Articoli Correlati

martedì 12 luglio 2011

Nuova frontiera del porno-business:Coppie gratis in Albergo in cambio video porno!


Il progetto è dell''imprenditore svedese Berth Milton ed è una genialata e non c'è da stupirsi che arrvi prprio dalla Svezia, uno dei paesi con la maggior libertà sessuale al punto che si fà sesso piire durante le lezioni di educazione sessuale a scuola e all' Università. 
L' odea consiste nel costruire centinaia di Alberghi dedicati alle coppie che vi soggiornerebbero gratis ma lasciandosi filmare dall' albergatore che poi si rivenderebbe sul mercato i video-porno amatoriali.

Che il porno fosse senza crisi lo sapevamo, che i video amatoriali stessero soppiantando quelli professionali con attori tutti rifatti anche, e sapevamo pure che il vouyerismo hard generava buoni affari. Infatti in questi anni sono proliferati molti siti con con camgirl e video amatoriali, così come sono proliferati i club scambisti (Club Privè ndr) con stanze dove si può fare sesso venendo spiati da altri clienti. Eppure quest' idea ancora non l' aveva avuta nessuno.  
E se state pensando che sia diffcile trovare coppie disposte farsi riprendere pur di non pagare l' albergo credo che vi sbagliate: oggi si spogliano un pò tutti e tutte, basta vedere Grande Fratello e gli altri reality per rendersene conto e se non vi basta pensate che esiste un fenomeno chiamato dogging che consiste nel fare sesso in un parcheggio o altro luogo pubblico con tanto di spettatori e che il naturismo/nudismo abbinato alla scambio di coppia è sempre più in voga. 
Vorrei aprire anch' io un albergo così in Italia chi mi finanzia? 

Incontri casuali per adulti, web-cam, video chat
Relazioni extraconiugali, chat.


Articoli Correlati

giovedì 7 luglio 2011

No alla TAV in Val Susa: rende come un ramo secco e produce debito Pubblico ovvero Tasse!!

Suggerisco di andare a protestare davanti alle imprese di questi imprenditori Piemontesi pro-Tav con il seguente striscione "LA TAV VI AUMENTA LE TASSE" perchè è un progetto che oltre a distruggere una valle e il suo ambiente è estremamante costoso sia da realizzare che manutenere. 
I pedaggi da pagare a RFI per farvi circolare merci e persone saranno stratosfrici e quindi poco appettibili per i vettori a meno che Stato e Regione Piemonte NON PAGHINO di tasca loro o meglio DI TASCA NOSTRA qualce contributo. Basti pensare che sulla TAV Torino-Milano il pedaggio è di 3,30€/Km contro i 2,60€/km della linea storica ed è ina lina costa 54mln€/km contro i 100mln€/km della Tav in Val Susa, ovvero la metà! Quindi in Val Susa dovremmo smare un pedaggio doppio ovvero di 5€/Km e se consideriamo che il trasmporto su rotaia in Italia è offerto alle imprese a 13-14€/km allora non diffcile credere che 2 euro in più al Km siano troppi! Per dirla breve ed in terminin finanziari la TAV avrebbe una redditività da ramo secco!
Dal Frejus nel 2010 non passati solo 2,4 mlioni di tonnellate di merci, un decimo rispetto ai 24-30 milioni di tonnellate transitate rispettivamante dal Brennero, Sempione e Chiasso! Riflettiamo e facciamo riflettere il popolo italiano: Perchè le linee di quei valichi restano tradizionali ovvero non è in programma che diventi TAV mentre la Val Susa deve avere per forsa una TAV? Quali sono i reali interessi in gioco? Per le linne del Brennero, Sempione e Loechberg (Chiasso) è previsto solo che si faccia una nuova galleria ma che il tratto resto una ferrovia tradizionale da 200km/h con l' ausilio dell' ERMTS il sistema europeo di gestione del traffico ferroviario che consente di far viaggiare più treni nella stessa direzione rendendo la linea ad ALTA CAPCITA'. 
Che senso ha dnque una lina e ad ALTA VELOCITA'  in val di Susa? E' un valico ed uso esclusivo merci, merci che oltre che a viaggiare a soli 160km/h arrivano appena oltre confine mentre la TAV in territorio francese ha collegamanti con la rete tradizionale solo a Chamberi a 50km da Lione ovvero ben oltre la destinazione delle merci stesse.
Spieghiamo agli Italiani che con 20mld di Euro si possono raddoppiare tutte le linee a binario unico ed elettrificare quelle non lo sonon ancora e rinnovare l' intero parco treni regionalei e RIDARE DIGNITA' E RISPETTO AI PENDOLARI.
La TAV da sola costerà quanto l'80% dei 27 mliardi di Euro che il Gruppo RFI intende sborsare nei prossimi 5 anni ( 2011-2015) per manutenere la rete nazionale e aquistare nuovi treni. Questo dato da solo basta a far notare la mostruosittà che si stà facendo. INsomma una operazione a debito, quel debito che però gli stessi signori hano rifutato di fare per abbassare le tasse a pensionati e lavoratori/trici in difficoltà, precari o peggio in Cig o Mobilità. 20 Miliardi sulla TAV si e in welfare NO? Inaccettabile con questa crisi!
L' 8 luglio alle 20.30 (domani sera) andiamo tutto alla fiaccolato NO-Tav In Piazza Albarello a Torino!
La mia proposta è che si potenzi la linea storica rendendola a semplie ALTA CAPACITA con velocità da 200km/h. 

Articoli Correlati

domenica 26 giugno 2011

Sarah Scazzi i PM fanno a gara con Misseri: sono già alla loro 5^ versione dell' omicidio. E San Pancrazio già un mese prima della confessione di MIsseri tutti sapevano!


L' indagine sull' omicidio di Sarah Scazzi sembrerebbe ormai essersi avviato verso la conclusione, ma il condizionale è d' oblligo visto che i Pm vanno dicendo di stare per chiuderla orma dallo scorso febbraio e i terminin scadonon solo a ottobre prossimo. Gli imputati sonon ormai 8 ( Sabrina Misseri e Cosiama Serrano per concroso in omicdio e occultmanto di cadavere, Michele Misseri, Carmine Misseri e Cosiamo Cosma per occultmanto di cadavere, Giovanni Buccolieri e i suoi due cognat per false dichiarazionin e favoreggimanto)  a vario titolo e potrebbero aumentare ancora (ad esempio Ivano Russo), per tutti ci sarà una richiesta di rinvio a giudizio. Quel che è certo è che ornai i PM sono arrivati alla loro %^ versione dell' omicio e nessuno, media inclusi, sembra essersene accorto.
Vediamo in sequenza le 5 versioni dell' accusa a Cosima e sua figlia Sabrina.
1^ versione: Sabrina avrebbe trattenuto Sarah mentre messaggiava con la Spagnoletti e il padre Michele la strangolava, moventi: gelosia per Ivano e nascondere le molesitie fatte da Misseri alla nipote: è la versione con cui viene  arrestata il 15 ottobre 2010
2^ versione: Sabrina per una qualche ragione porta Sarah in garage la uccide e poi chiama il padre che si sarebbe occupato dell' occultamanto del cadavere. Con questa versione la procura choiede ed ottine da parte del Tribunale del riesame il respingimento del ricorso della divesa. Era il 12 novembre 2010.
3^ versione: Risale ad un giorno imprecisato del mese di maggio ma precedente al 17 quando la Suprema corte di Cassazione accoglie i ricorsi della difesa di Sabrina. I Pm sostengono sulla base delle mappatire dei Ros sui cellulari che Sabrina e Cosima avrebbero ucciso insieme Sarah dopo il suo arrivo in casa cambiando così il luogo del delitto. Peccato che le mappature confermerebbero invece le versionin di Cosima e Sabrina e che i Ris non hanno mai trovato tracce delitti nè in casa nè sulle cinte sequestrate.
4^ versione: Sarah dopo l' arrivo a casa avrebbe litigato con Sabrina, sarebbe scappata e sarebbe stata sequestrata da Cosima che l' avrebbe insieguita in auto e poi ricnrsa e riportata in casa dove sarebbe avvenuto il delitto. E' quanto si legge nella nuova ordinanza di custodia in carcere a carico di Sabrina e di Cosima che viene arrestata. Ci si basa su un sogno di un fioraio, Giovanni Buccolieri segnalato ai Carabineiri dalla solita Anna Pisanò e sua figlia Vanessa Cerra ex commessa di quest' utltimo. Inoltre ci si baserebbe sulla testimoninaza di Donato Massari che avrebbe visto Cosima transare vicino al campo sportivo. Ma se cosi fosse come si nota in questa foto Cosima avrebbe fatto il perscorso opposto a quello di Sarah.
Inoltre secondo i PM avrebbero poi traslato la salma in garage e da lì nell' auto di Misseria attraverso un passaggio interno, passaggio che in una foto scattata dai Ris dopo l' arresto di Misseri riusulta bloccato
5^ versione: Cosima e Sabrina avrebbero rapito sara in strada e l' avrebbero ucciasa in auto. Sembre basandosi sul solito sogno. E' la versione delle ultime ore in attesa di andare in germani a sprecar soldi in un interrogatorio dall' esito scontato a carico di Vanessa Cerra. 
Ma la procura nel fare tutto ciò omette molti particolari che non tornano: oltre agli orari che non tornano (Petarra vede Sarah uscire da casa alle 13.45, Buccolieri la sogna alle 13.20 mentre Cosima torna da lavoro alle 13.30 e Donato Massar la avvista in auto prima alle 14.45 e poi cambia e dice alle 14.20 circa), le ultime due versionin che incocciano con le mappature dei Roso che sostengonon che Sabria e Cosiama non si sarebbero mosse da casa dalle 14 alle 14.30 ecc., sembra riaprirsi la pista di San Pancrazio. Infatti oltre alle foto di una ragazza imbragata apparse sul profilo della cugina (da arte del padre ndr) di Sarah, Antonella, la quale vive proprio a San pancrazio e fù tra le prime parlare di eventuale sequestro saltano fuori altri due prove importantissime: la testimonianza di un gruppo di ragazzi di San Pacrazio i quali affermano che la sera del 24 agosto, due giorni prima del delitto fù caricata da un auto scura vicino casa dei suoi zii, auto come quella che un testimone vide ad Avetrana il 26 intorno alle 14.45, tesimoninza agli atti dei Carabineiri e della Procura dallo scorso settembre; e l' inquietante post (vedi foto sopra) di un giovane sempre di San Pancrazio che in forum afferma:
 "Io abito a San Pancrazio che è il paese del papà di Sarah ed è anche vicino ad Avetrana e qui girano voci che hanno ritrovato il cadavere in un pozzo lì vicino ma nulla è sicuro.. io spero di no perchè ho ancora un briciolo di speranza dentro di me e spero che la ritrovino.. VIVA!! 
Edit:E comunque io penso più ad una vendetta trasversale per il padre di Sarah, ma non vorrei che fosse così "
Affermazione tanto più grave se si pensa che viene fatta il 3 settembre 2010 alle 1.21 ovvero 33 giorni prima dela confessione di MIchele Misseri del conseguente ritrovamento del corpo di Sarah. 
Perchè i PM non valutano tutto questo? Ci dobbiamo fidare di gente così? Oltretuttopagati con i nostri soldi ndr... 

 

Articoli Correlati

sabato 25 giugno 2011

Bossi copia dai Comunisti per rilanciare la Lega.

La Lega Nord alle recenti amminstrative e poi al referendum ha preso due sberloni. Ora rischia di corollare insiema a Berlusconi e corre ai ripari. Da Pontida domenica scorsa Bossi ha lanciato delle proposte al Governo come condizione per restare in piedi. 
In particolare colpisce che chieda di ridurre le tasse alle fasce deboli prelevando il danaro aumentando le tasse ai ricchi, inoltre chiede di rivedere il patto di stabilità interna a favore dei comuni virtuisi. Una proposta da semrpe lanciata dalla Snistra e sdegnata dalla Lega. 
Ma i guiai dfella Lega non fnisconon quì: secondo i sondaggi i suoi elettori non vedonon più in lei il partito federalista di una volta ma il magna magna romano di sempre. Ora la Lega rischia di lasciare voti alle altre leghe e liste civiche nordiste del territorio padano.
Barlscuni ha accetto parte di queste proposte, ma quanto potrà durare? Al Senato non esiste una maggioranza, alla Camera solo 2 seggi di vantaggio, forse la Lega farebbe meglio a dimettersi. 
Bossi ha anche minacciato di non riallearsi con il PdL a fine legislatura: manterrà la promessa? Improbabile visto che sarebbe sconfitta certa per entrambi a meno che la Lega non accetti di stare all' opposizione.


Articoli Correlati

lunedì 13 giugno 2011

Referendum: dopo 16 anni torna il quorum e vince sil sì. Bocciato il Governo. Riusultati in tempo reale.

A distanza di 16 anni dall' ultimo quorum (15 giugno 1995) gli italiani tornano a votare in massa un referendum. L' ultima volta le schedeche si ottenne il quorum (50%+1 degli aventi diritto) le schede erano ben 20 e su svariati temi.
Il risultato era prevedibile considerato che tutto il centrosinistra, i grillini ed altre liste civiche appoggiavano il Sì e che erano usciti vincenti dalle urne alle recenti Amminstrative. Inoltre già ieri mattina con l' affluneza alle 12 del 11,7% e ieri sera al 41,1% si era capito che questo Referendum avveva un affluneza degne di una tornata amministrativa.
Questa volta erano solo 4: 2 sull' acqua pubblica, 1 sul nucleare e 1 sul legittimo impedimento. Nonostante le belle giornate estive in 30 milioni (57%) hanno votato e il 94% ha detto SI all' abrigazione di suddette norme. Norme introdotte da questo Governo che quinidn vine sonoramante bocciato per seconda volta (la prima era stata alle recenti amministrative) anche dai suoi elettori.
Esultano i comitati per il Sì e il Terzo Polo (nonostante fosse per il NO al leggittimo impediment ad al nucleare) con Finin che invita Berlusconin alle dimissioni. 
La Lega Nord si è riunita urgentemente per un vertice nazionale subito dopo aver sentito i riustati: crisi all' orizzonte? Probaile: Berlusconi si è rassegnato alla sconfitta: "rinunceremeo al nucleare" ha detto. 

I riusultati in tempo reale:   



Articoli Correlati

domenica 29 maggio 2011

Exit Poll Amministrative 2011 : vincono De Magistris e Pisapia


Exit Poll anticipati sulle amministrative di oggi e domani: 4 pari fra centrosinistra e centro destra ma ai primi Milano e Napoli, in bilico Cagliari e Cosenza.

MILANO                           
Pisapia 52-56%                        Moratti 44-48%                           

NAPOLI                                     
De Magistris  54-58%              Lettieri 42-46%                          

CAGLIARI 
Zedda 48-52%                          Fantola 48-52%

IGLESIAS
Perseu 50-54%                         Testa  46-50%

COSENZA
Occhiuto 48-52%                      Paolini 48-52% 

CROTONE
Vallone 58-62%                         Bianchi 38-42%
  
GROSSETO
Bonifazi  60-64%                       Lolini  36-40%

NOVARA
Franzinelli  54-58%                   Ballarè 42-46%

RIMINI
Gnassi 56-60%                         Renzi 40-44%

ROVIGO
Piva 58-62%                             Frigato 38-42%

VARESE
Fontana 59-63%                      Oprandi 37-41%

Provinciali: 2-2 con Reggio Calabria in bilico.
MACERATA
Pettinari 54-58%               Capponi 42-46%

MANTOVA
Pastacci 50-54%              Fava 46-50%

PAVIA
Invernizzi 53-57%             Bosone 43-47%

REGGIO CALABRIA
Raffa 49-53%                   Morabito 47-51%

VERCELLI
Riva 52-56%                    Bobba 44-48%


Incontri per Adulti con casualmeet
incontri per adulti – il modo più veloce per trovare incontri per adulti hot e sexy, flirt, sesso, divertimento e annunci per ...
casualmeet.communitysexy.com/?lc=it - Copia cache 


Articoli Correlati

mercoledì 18 maggio 2011

Caso Scazzi: Sabrina Misseri resta in carcere per un tecnicismo ma in Cassazione vince la difesa.

Ieri la Prima Sezione Penale della Corta di Cassazione ha dichiarato inamissibile il ricorso presentato dai legali di Sabrina Misseri, la 23enne avetranese accusata di aver ucciso la cugina Sarah Scazzi, avverso l' ordinanza del Tribunale del Riesame di taranto del 12 novembre scorso, mentre ha annullato l' ordinanza dello stesso tribunale del 18 gennaio con rinvio, ovvero con un nuovo esame nel merito da parte del Riesame stesso ma con commissione diversa (senza rinvio sabrina sarebbe già libera).
Le motivazioni saranno resene note entro un mese ma la sensazione e che il primo ricorso sia stato annulato per un puro tecnicismo dovuto al fatto che al momento della sua presentazione, i difensori aveno anche fatto una nuova istanza di scarcerazione al Gip basato sulle lettere di Misseri che aveva portato ad una nuova pronuncia del tribunale di Taranto. 
Quanto al secondo ricorso, certamente la Cassazione ha preso in esame le lettere di Michele Misseri in cui scagiona la figlia. Come fà notare l' avv. Marseglia, difensore della ragazza, la suprema corte ha ritenuto che si debbano riconsiderare alcuni elementi favorevoli a Sabrina Misseri. Ne consegue che ora si possono fare tre ipotesi: 
1. La Cassazione ritiene inattendibile Misseri come richiesto dalla difesa e quinidi si deve rivalutare la posizione di Sabrina escludendo tutte le dichiarazionin del padre incluso l' inidente probatorio del 19 novembre scorso
2. Ritiene attendibile la ritrattazione tramite le lettere che invece il Riesame a suo tempo non considerò prove.
3. Ipotesi non necessariamante alternativa alle prime 2, la corte potrebbe aver riconosciuto l' esistenza di possibile alibì come desumibile dai tabulati telefonici: anche questa questione era stata sollevata dalla difesa nel ricorso e in udienza.  
In ogni caso è una sentenza che contrariamente a quanto sotenuto dalla Procura e dal PG della Cassazine nell' udienza di ieri, ritiene il quadro probatorio e la stessa inchiesta ancora fortemente vincolate alle dichiarazioni di Michele Misseri. Una sentenza dunque favorevole a Sabrina (sopratutto nell' ipotesi 3) che svuota l' inchiesta di uno dei maggiori pilastri indebolendo fortemente il quadro accusatorio.  
Come ha commentato l' avv. Coppi, è un successo che offre nuove prospettive processuali favorevoli alla difesa. Sabrina sembra aver gradito commentando "finalmente una buona notizia" . 
Da rilevare infine che il nuovo verdetto del Tribunale del riesame qualora fossse sfavorevole all' imputata sarebbe nuovamante ricorribile in Cassazione ma questa volta senza possibilità di rinvio ma sopratutto i difensori di sabrina hanno presentato la Gip una richiesta per un secondo incidente probatorio su Michele Misseri e le lettere il cui esito sarà fondamentale e determinante per la terza ordinanza del Tribunale del Riesame di Taranto.

Incontri per Adulti con casualmeet
incontri per adulti – il modo più veloce per trovare incontri per adulti hot e sexy, flirt, sesso, divertimento e annunci per ...
casualmeet.communitysexy.com/?lc=it - Copia cache 

Articoli Correlati

martedì 17 maggio 2011

Amministrative: vince il centrosinistra, crollo PdL-Lega, bene Grillo, IdV e Sinistra e Terzo Polo

Il centrosinistra come previsto vince al 1° turno a Torino cn Fassino e a Bolgona con Merola. Cresce il PD un pò vunque mentre crolla nettamente il centro destra con PdL e Lega. In paricolare la Moratti perde 14 punti (di cui 5 della Lega) a Milano e viene scavalcata da Pisapia (SEL) che si presenta al ballottagio in vantaggio 48 a 41.
Affermazione-conferma del Movimento 5 stelle di Bappe Grillo che però assorbe voti solo da destra e a Bologna vola al 9,5% attestandosi intorno al 3-5% altrove. Tiene bene infatti l' IdV che non cede a Grillo e SEL e che ha Napoli ottiene l' exploiti con De Magistris che andrà al ballottaggio con il cadidato di centrodestra dove sarà determinante il Terzo Polo (11%) cpsi come a Milano con il suo 5% potrebbe essere determinante per la Moratti. Il Terzo Polo in generale ottiene il doppio dei voti dell' UdC nel 2006 un pò ovunque con il parito di Casini stabile, Rutelli che vola oltre l' 1% e FLI che delude un pò. 
Bene anche SEL di Vendola anche se ottiene meno di quanto previsto nei sondaggi e bene anche la Federazione della Sinistra in lieve ripresa che si attesta al 3,2% a Milano, il 3,9% a Napoli, 2,8% a Cagliari dove il centro sinistra è intesta (centrodestra giunta uscente ndr) , 3,3 a Pordenone e Triete mentre si ferma all' 1,5% a Bologna dove sosteneva Merola e lì 1% a Torino dove si presentava con Snistra Critica (0,48%) a sostegno di Jury Bossuto.  
In definitiva questa tornata segna un declino del Governo e del Premier che a Milano dov' era candidato capolista al Conisglio Comunale ottiene poco più 30000 preferenze contro le oltre 50000 delle Europee 2009. Disse "Milano è un Referendum su di me" direi che lo ha perso.  
Al primo turno il centrosinistra conquista 13 comuni mentre la destra solo 4.  
Articoli Correlati

domenica 15 maggio 2011

Elezioni Ammistrative in ballo il Governo e futuro del Paese. Vince il centro-sinistra?





Sono in atto da ieri le elezioni amministrativi con le quali si dovranno rinoovare giunte comunali in  1.310 i Comuni italiani che saranno coinvolti al voto e tra questi, 11 le capoluoghi di provincia che contano piu' di 100.000 abitanti: Milano, Napoli, Torino, Bologna, Trieste, Ravenna, Cagliari, Rimini, Salerno, Latina e Novara.  In tutto sono 140 i Comuni con più di 15000 abitanti.
Si vota anche per il rinnovo degli organi elettivi della regione Molise e di undici amministrazioni provinciali: Reggio Calabria, Ravenna, Trieste, Gorizia, Mantova, Pavia, Macerata, Campobasso, Vercelli, Lucca, Treviso.
In tutto sono chiamati al voto circa 13 milioni di italiani e domani si avranno i riusltati. Ovvio data la mole di elettori che si abbia una valenza politica. Verrà infatti pesato FLI di Fini e del Terzo Polo di cui fà parte.
Ma non è tutto, in alcune città simbolo la questione è delicata. A Torino dove pare certa la vittria di Fassino si dovrà vedere quanto pesa la sinistra estrema di Jury Bossuto ma sopratutto SEL  che  potrebbe determinare i nuovi raporti del centrosinistra del dopo Chimaparino con Fiat e sulla TAV.  A Milano sembra certo il ballottaggio con entrambi i candidati Moratti e Pisapia oltre il 40% (quindi niente apparentamanti) ma Pisapia al ballottaggio potrebbe vincere facendo così cadere una destra incrine all' immoralità e al clientelarismo della giunta uscente. A Bologna pare che il centrosinistra si possa affermare dal primo turno nostante l' affare Bono abbia fatto tremare il PD. Me è Napoli, citta della munnezza, la vera partita con il centro-sinistra che seppur diviso in due con un IdV solitario al seguito di De Magistris raccoglie quasi il 50% dei consensi con i due candidati alla pari e il centrodestra che non và oltre il 37-38% e il terzo Polo che comunque al ballottaggio (scontato) non sarebbe in grado di sovvertire la permenza in giunta del centro sinistra anche nel dopo munnezza-Jervolino.
Se fossero confermati questi risultati, si avrebbe una sconfitta morale del Governo e nuovi equilibri politici. Atteso anche il sisultato della sinistra estrema di Federazione della Sinistra e Snistra Critica che dovrebbero andare bene e forse tenere a freno Vendola che non andrebbe oltre l' IdV. Attesa anche una flessione della Lega troppo pompata dal metodo storico e con molti outsider ex Carroccio presenti in Liste Civiche in tutto il Nord

Articoli Correlati

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models