sabato 25 giugno 2011

Bossi copia dai Comunisti per rilanciare la Lega.

La Lega Nord alle recenti amminstrative e poi al referendum ha preso due sberloni. Ora rischia di corollare insiema a Berlusconi e corre ai ripari. Da Pontida domenica scorsa Bossi ha lanciato delle proposte al Governo come condizione per restare in piedi. 
In particolare colpisce che chieda di ridurre le tasse alle fasce deboli prelevando il danaro aumentando le tasse ai ricchi, inoltre chiede di rivedere il patto di stabilità interna a favore dei comuni virtuisi. Una proposta da semrpe lanciata dalla Snistra e sdegnata dalla Lega. 
Ma i guiai dfella Lega non fnisconon quì: secondo i sondaggi i suoi elettori non vedonon più in lei il partito federalista di una volta ma il magna magna romano di sempre. Ora la Lega rischia di lasciare voti alle altre leghe e liste civiche nordiste del territorio padano.
Barlscuni ha accetto parte di queste proposte, ma quanto potrà durare? Al Senato non esiste una maggioranza, alla Camera solo 2 seggi di vantaggio, forse la Lega farebbe meglio a dimettersi. 
Bossi ha anche minacciato di non riallearsi con il PdL a fine legislatura: manterrà la promessa? Improbabile visto che sarebbe sconfitta certa per entrambi a meno che la Lega non accetti di stare all' opposizione.


Articoli Correlati

Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models