Promuovi il tuo sito

Libri Verità: quello che i media non vi hanno mai detto e mai vi diranno!
 https://play.google.com/store/books/details?id=MCpADwAAQBAJ 

https://play.google.com/store/books/details?id=xvJUDwAAQBAJ Solo su Google Libri e Google Play a €3,90 Clicca la foto per acquistare

mercoledì 30 maggio 2018

Sondaggi post Mattarella. Crollo FI che cede 8 punti alla Lega. LeU cede a Potere al Popolo

Con la crisi in atto e un voto probabile tra il 29 luglio o a settebre è bene dare uno sguardo ai sondaggi. Rispetto al 4 marzo cambia poco ma quel poco fà una grande differenza: Tiene ik M5S in flessione del 1,6% ma sopratutto cresce di 10 punti la Lega che ne assorbe ben 7 dal Forza Italia in netto calo. Il totale cdx unito al 40,5% mentre senza Salvini si attesta al 12,5% . Il carroccio da solo quindi potrebbe giocarsela sia contro Di Maio che contro Renzi e non a caso Salvini medita sul futuro della coalizione. La coalizione PD infatti è al 23% ma potrebbe salire al 25,7% se parte come sembrerebba l' alleamza con il Pd. Tuttavia a Sinistra cie è un travaso di voti sa LeU a Potere al Popolo che sale all' 1,9% viciono alla soglia frazie al bel lavoro sul territorio ma anche ad una posizione critica verso Mattarella pur nel rispetto delle sue prerogative. In ogni caso nessuno avrebbe la maggioranza. Gli indecisi sono il 32% ovvero 16 milionin di italiani. Se Salvinin vò da solo fa suoi tutti i seggi del maggioritario ora spartiti con Fi ed alleati. E' il momento migliore per mettere definitivamente ko il Cav e vanificare una sua ricandidatura dopo la sciagurata recente riabilitazione.

LO SPREAD NON CREAD PROBLEMI
per ora secondo l' Ad di Unionbanche che precisa che i mutui a tasso variabile sono ancorati all' Euribor me un aumento di spread nel breve periodo non incide su banche ed economia. Di questo parleremo approfonditamente in un prossimo post.


Articoli Correlati

lunedì 28 maggio 2018

Mattarella dice no a Paolo Savona. Proteste sull' account presidenziale di Twitter. Voto a settembre.

Ieri sera il Presidente Mattarella ha rifiutato Paolo Savona come ministro dell' economia perchè come lui stesso ha dettto non piaceva ai mercati, alla UE ed alla Germania. Giuseppe Coonte ringraziandolo ha rimesso il mandato. Furibonde le reazioni di Lega e Cinquestelle che accusano Mattarella di essersi genuflesso ai poteri forti. Le altre forze politiche parlamentari lo difendono mentre Potere al Popolo pur riconoscendo che era nei sui poteri respingere Savona vedono nel motivo una conderma della supremazia di pochi capitalisti milardari nei confronti del popolo sovrano. Il profilo twitter del presidente è stato preso d' assalto con molte protese e richieste di impeachment. I Pentastellati pensano effettivamante di chiderlo. No dellla Lega. Ora il mandato è a Cottarelli ex ministro dell' economia ai tempi di Enrico Letta (2013) il quale pensa ha un governo a termina con voto nel 2019 ma in realtà avendo già incassato le defesionin di Lega Cinquestelle e Fi non ha una maggioranza e lo stesso Cottarelli ipotizza elezioni a settembre. Ma con quale legge?  Il riusltato sarebbe probabilmente la fotocopia del 4 marzo con crescita di Salvini e Di Maio a meno che gli italiani non capiscano che è il caso di votare anche per altri se si vuole una maggioranza che cambi il paese. Mi auguro un voto fotocopia di quello valdostano Lega a parte. Mattarella ha sbagliato!





Articoli Correlati

domenica 27 maggio 2018

Fratelli d' Italia socio occulto del Governo Lega-Cinquestelle! Mattarella socio occulto Renzusconi!

Ora è tutto molto chiaro. Giorgia Meloni detta la maschera criticando Mattarella per il suo ostracismo nei confronti del futuro premier Giuseppe Conte ed in particolare nei confronti del designato Ministro per il Tesoro e Finaza Savona. Leggermente anti-tedesco. E non a caso la Germania attacca il nostro paese e condiziona lo spread salito grazie a Bundesbank che come nel 2012 compra solo titoli tedeschi. Una forma insider trading alla europea e per giunta legale. E' inusuale che chi decide di non votare la fiducia al Governo poi lo difenda dal Colle. Duinque FdI è socio occulto ma ufficialmente essendo un partitello del 3% come LeU deve far dinta di essere alleato di Forza Italia. Il presidente Mattarella si erge e sia volta a sponsor di Pd e Fi ovvero Renzi e Berlusconi. Il primo rappresentato dalla marionetta Martina e il secondo appena riabilitato. Entrambi ormai in campagna elettorale permanten. Il capo dello stato è comprensibile dal momento che i grillinin non piaccioani alla UE ma non può e non deve diventare succursale dell' opposizione ma solo garante! Si deve ricordare tra l' altro che Fi non lo aveva votato e fù eletto prorpio con io voti dei Pentastellati unitamente al centrosinistra. Quindi si ricordi anche di LeU.

martedì 22 maggio 2018

Auto Ibrida? Conviene solo se non usi il plug in!

Negli ultimi anni molti di noi un pò per rispetto dell' ambiente e un pò per il rincaro dei carburanti come in questi giorni in cui il greggio vola a 70 US$ al barile, hanno pensto di acuistare o forse hanno già acquistato un auto ibrida. Ma cos'è? Come funzione e come scegliere la migliore? Ecco alvune cose da sapere. Un auto ibrida è un auto che vede in aggiunta al classico motore termico benzia o diesel (il più delle volte il primo) un motore elettrico normalmente collegato alle ruote posteriori trasformando l' auto in trazione integrale- Esso è alimentato da batterie della capacità di solito non inferiore ai 16 kwh  e ricaricate da un generatore collegato meccanicamante al motore termico. In alcuni casi e sempre pià spesso sono munite di unplug in ovvero un sistema di ricarica tramite un alimentatore collegato alla comune rete elettrica di 220V. Talvolta è lo stesso motore elettrico che comportandosi da dinamo ricarica la batteria in frenata. In alcune vetture è stato modificato il sistema di start&stop che spegne il motere termico ad auto ferma per riaccendorlo non all' inizio dell' avvimento ma solo raggiunta una velocità minima di 30-50km/h. Ciò perchè un motore elettrico ha un rendimento del 98% a qualsiasi regime di rotazione mentre un motore termico al massimo del 25-30% ad un regime di rotazione medie (indicaticamente1800-2000 per un diesel e 4000-4500 per un benzina) Ne consegue che ai bessi regimi e velocità e in accelerazione prevale il motere elettrico facendo risparmia molto mentre au medi alti regimi il risparmio si assottiglia. Le auto ibride quindi danno il massimo in città e nelle aree urnane mentre non si risparmia molto poco  in extraurbano e autostrada. Ma non finisce qui. Finchè la corrrenzte elettrica è autogenerata non ci sono problemi ma se richiamo la batteria al plug-in questo ci costa circa 20 centesim€/kwh se lo facciamo a casa (scomodo per chi vive in condominio) e può raddoppiare fino a 40 centesimi€/kwh alle colonnine in strada. Ovvero un pieno di elettricità vi costa 4-8 € per circa 150Km ovvero 3-6€ ogni 100km assorbendo cos' il rismparmio sul carburante che è circa del. 30%.  Per performare sul risparmio quindi si deve non usare il plug in evitando ad esempio di girarare troppo in modalità completamante elettrica come molte auto permettono. Inoltre è opportuno scegliere un auto con un motore elettrico molto potente in rapporto a quello termico. Almeno il 50€. Tra i pricnipali costruttiri di ibride abbiamo Toyota, Nissan e Bmw, quest' ulima con la Mini Cooper la più performante.



Articoli Correlati

Nuovo Governo. Rottamata Forza Italia








Di Maio per i 5 Stelle e Salvini per la Lega a tre mesi dalle elezioni danno vita ad un nuovo governo con un contratto che però è un pò vuoto. 57 pagine per 40 punti tutti molto generici. Al punto due sul' acqua pubblica ad esempio non si dice che la società che deve gestirlo dev' essere pubblica e si lascia una porticina aperta al privato. Si parla solo di ristrutturare gli acquedotti. Sul redditto di cittadunanza non si indicano le risorse ne tanto meno i requisiti per averla. un vero e proprio accordo tra le due forze politiche non esiste. Unico dato positivo in fatto di aver un premier e dei ministri come il prof Conti che all' apparenza non hanno legami con imprenditoria e finanza e quindi conflitti di interessi.
Quanto all' alleanza di centrodestra con Forza Italia sembra veniere beno e non tanto per la rottamazione di Berlusconi da parte di Salvini ma per una sentenza di Milano che riabilità il Cav e lo rimette in condizioni di candidarsi. Berlusconi quindi accetta la rottamazione ma scende in campo in campagna elettorale permamente come il Pd stà facendo ma due mesi. Anche FdI fà una scelta di campo contro Salvini e a favore del Arcoregiano a conferma che la Meloni preferisce essere la sua burattina invece di sfidarlo apertamante come fà il leader della Lega. Inoltre la fascista non ha gradito l'esclusione dal governo ed ora cerca di vendicarsi.

Scarica il contratto di governo cliccando quì 



Articoli Correlati

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Seguimi su Twitter