giovedì 14 gennaio 2010

Riforma Fiscale: un furto ai poveri, un regalo ai ricchi, 1,5 milioni di € in più a Silvio!

Guardate bene la tabella la in alto, illustra ciò che potrebbe accadere se passasse la riforma fiscale ideata da questo scellerato Governo, che dopo aver appioppato €600 in più di tasse indirette sulle famiglie ( si veda il post sulla Finaziaria) italiane ora decide di fare ancora regali ai ricchi.
L' idea è quella di fare solo 2 scaglioni irpef : il 23% per redditi fino a €100000 e il 33% per quelli oltre tale soglia.
Il risultato sarebbe uno sconto fiscale nullo per i redditi fino a €15000 ovvero chi fà la fame e regali sontuosi a tutti gli altri!
Se consideriamo poi che i contribuenti appartenenti al primo scaglione sono il 93,28% del totale mentre i restanti ricchi solo il 6,72% ci rendiamo anche conto che non avrà effetti positivi sul paese, che resterà tartassato.
Non solo ma non incide per nulla sulla vita delle PMI e sul popolo delle Parite Iva relative a società cioè 8 milioni di italiani che non hanno il reddito da lavoro ma di impresa.
Per fortuna questa porcata costerebbe 20-30 mld di € e quindi non la vedremo ancora per qualche anno forse non in questa legislatura, ma l' intenzione dopo la maialata del 2004 sempre ad opera del Governo Berlusconi è a dir poco squallida ed ad personam per soliti furbetti del quartierino che le spesso tasse nemmeno le pagano!
Versione excel della tabella: http://www.fileden.com/files/2007/10/7/1491043/Riforma%20fisc.xlsx

venerdì 8 gennaio 2010

Le contraddizioni della Lega Nord




Dalle politiche del 2008 la Lega Nord, avendo ottenuto 3-400 mila voti in più rispetto alle Politiche del 2006, si è autoproclamata
un partito vicino alla gente ed in particolare agli operai i cui votis si avanta di aver strappato alla Sinistra Comunista.

Fermo restando che ciò è falso in quanto il 34% dei comunisti ha votato PD e il 17% IdV alla Camera, il 22% si è astenuto e solo il 2% a votato Lega, questo partito si è distinto per aver fatto l' opposto:

Aveva promesso che avrebbe salvato Malpensa ma non lo ha fatto e i lavoratori dello scalo varesotto devonon dire grazie alla Tedesca Lufthansa che si comprata gli slot abbandonati da Cai-Alitalia.

Ha lasciato comprare Alitalia da un gruppo di 15 persone di cuoi 10 inquiste fra i quali un certo Ligresti accusato a Milano di aver cotruito abusivamante due piani del palazzo che dovrebbe ospitare la Regione a partire da Expo2015 e a Napoli con la sua azienda Ipregilo per associazione camporristica nell' affare munnezza! La stessa Impregilo che in Sicilia dovrebeb costruire il ponte sullo stretto e che a Milano insieme a Fiat e Gruppo Gavio ha fatto lievitare da 54 mln di € al km (contro i 16 mln di € di media europea) i costi della TAV Torino-Milano.
Non solo, nel far ciò la Lega ha messo sulle spalle dei cittadinin gli oltre 1,5 mliardi di € di debiti dell' Alitalia.

Andiamo avanti: ha approvato la legge Gelmini che tagliando 8 mld di € alla Scuola ha causato la vhiusura di molti plessi scolastici nei piccoli comuni e comunità montane costrigendo molti genitori a fare decine di km ogni giorno e spendendo un sacco di danaro in benzina per portare i figli a scuola. A patire quata situazione sono prorio i comuni del Nord dove la Lega prende più voti ovvero le valli montane di Pimemonte, Veneto e Lombardia.

Sempre loro patiscono il fatto di aver pagato con la sottrazione dai fondi FAS (Fondi per le Aree Sottosviluppate - Ne esite uno per ogni regione) degli 8 mld di € per gli ammortizzatori sociali: in breve i soldi dati alla Fiat li han tolti ai piccolo comuni del Nord inclusi quelli campaganoli già condannati da dal Ministro leghista Zaia (candidato alla presidenza del Veneto) a pagare le quote latte a tutto guadagno dei soliti furbetti del quartierino che non le avevano pagate.

Non solo: la Lega non ha fatto nulla per le piccole imprese che in molti casi han chiuso, non ha trettenuto la Fiat in Italia (chiudono Termini Imerese e Pomigliano D' Arco così come ha chiuso l' Alfa di Arese) che con molte altre fugge all' est con i soldi nostri e un ' altro milione di PMI è indiffcolta per il mancato credito bancario nonostante il maxiregalo di 27 mld di € fatto dal Goveno alle Banche.

Anche sul federalismo fanno danno: è vero che si taglia il numero dei Consiglieri come dice Calderoli ma è altrettanto vero che si eliminano le comunità montane e d'arcipelago invece di accorpare i piccoli comuni. Il risultato che potremmo ritrovarci 4000 comuni in più ( +50%) e i costi della politica maggiorati del 30%!

Se non bastasse perdonon tempo a fare manifestazioni anti-immigrato ( i dati Istat dicono che i reati a sfondo razziale ed omofonon salgonon nel 2009 del 10% rispetto al 2008 ) nei centri abitati invece di sostenere gli operai e precari denigrati ogni giovedì sera da Castelli ed altri rappresentanti di destra ospiti ad Annozero.
La Lega ha costruito il suo consenso parlando di piccole imprese e dell' aggressione Cinese ai nostri mercati ma poi non manifesta accanto a loro dove invece ci siamo noi Comunisti, e non manifesta davanti a capannoni affittati ai cinesi o con dentro i clendestinin usati da imprenditori italiani che finanziano il centrodestra e non protestanon contro el grandi Griffe che sono i committenti dei cinesi e poi spacciano il tutto per Made in Itali offendendo i nostri eccelsi ed integerrimi artigiani.

A raccogliere le lamentele dei deboli e denunciare realmente l' eggressione dei cinesi e l' uso dei clendestini sonon trasmissioni come Annozero, Report, Presa Diretta, ecc. che la Lega aberra come faziose! Abbasta incorente direi...ricordatevelo fra 60gg alle Regionali!

venerdì 1 gennaio 2010

Dalla GdF: attenzione allo scudo fiscale! Può far danno.


Pochi giorni fà la Guardia di Finanza nella conferenza di fine hanno ha diffuso i dati della lotta all' evasione.
Sono stati scoperti redditi per 30 mld di € non dichiarati, 5.4 mld di € di Iva evasa e 90 milioni di € di Irpef ed Ires evasi.
Sono 8000 gli evasori di cui 5700 imprenditori (71% del totale) che in media evadono 4,5 milionin a testa!
Anche il sommerso offre grandi numeri con 26300 dipendenti in nero (in media 4.61 per azienda) di cui 4600 stranieri extracomunitari clandestini cioè il 17,5% del totale, tanto se si pensa che sono il 5% della popolazione.
Le imprese preferiscono i clandestini poichè con la Bossi-Finin sono più ricattabili ma anche i più onesti considerato che gli evasori sono per la totalità italiani mentre il 20% delle nostre imprese ha titolari stranieri.
I numeri sopra, dimostrano che ad evadere sono sopratutto ricchi e medio-grandi aziende, non vi è quindi alcun legame con la pressione fiscale e dimostrano anche che molti italiani lavorano in nero e il precariato è vastissimo.
Secondo la GdF lo scudo fiscale và tenuto sotto controllo perchè potrebbe aggravare la situazione se fosse troppo prolungata nel tempo la sua applicazione, aumenteranno quindi gli sforzi della GdF.
Il Governo invece non fà nulla, stanga gli italiani e fà regali alla mafia. Questi numeri di buon lavoro della GdF tra l' altro sono frutto del famoso redditometro ideato da Prodi che la destra tanto deprecava: alla lunga sull' evasione la sinistra ha avuto ragione!

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models