sabato 13 novembre 2010

Basta cazzate su Sabrina Misseri. E' indegno che procura e media si comportino così.



Le parole sono come pietre per Sabrina

La frase di Sabrina Misseri lascia stupiti ed è da leggere nel suo contesto, sempre se è vera: "Papà ha confessato, io sono stata più brava".

E' un'espressione troppo ingenua e una quasi confessione di un omicidio atroce: parrebbe una quasi ammissione di colpevolezza da parte di Sabrina e nessun pentimento.

Se così fosse Sabrina sarebbe un mostro che non se ne importa della cuginetta uccisa.

La stampa come al solito si divide tra innocentisti e colpevolisti e punta non ad analizzare i fatti, ma a provocare emozioni nella pubblica opinione.

Sicuramente è un cattivo servizio.



Ho commentato l' articolo come segue (sperando che il soggetto di cui sopra abbai il coraggio di pubblicarlo visto che ha inserito la moderazione nel suo blog)
E' tu caro blogger ti comporti come tutti i media: Pronto a sputtanare una ragazza di 22 anni per ottenere visite sul tuo sito.
Vuoi essere diverso da loro abbi il coraggio di scrivere tutto: la signora Anna P. intervistata da alcune trasmissioni ha già ritrattato sostenendo che il PM abbia frainteso la sua testimonianza.
Allora perchè scrivi cazzate e non racconti tutta la verità?
Tutto quello che accade sul caso Scazzi mi indigna: non verificano nulla sulla testimonianza di Mariangela che ha opportunità e movente per l' omicidio, non si ascolta sua sorella che era in auto per stabilire chi ha ragione fra lei e Sabrina Misseri che viene trattata come fosse Wonder Woman che uccide in 7 minuti, manda 3 sms, coinvolge il padre e blocca l' amica. Fantasie da Star Trek!
Una padre che pilotato attraverso uno psicofarmaco il benzodiasepine un potente neurolettico (non un semplice calmante) utilizzato per curare malattie come la skizofrenia e che può avere come effetti collaterali delirio e alluccinazioni. Confessioni di un uomo non in grado di intere e volere (almeno dopo il 6 ottobre).
Sabrina Misseri e incarcerata con estrema leggerezza perchè si teme possa inquinare le prove ovvero condizionare il padre: non basterebbe impedirle di andare in carcere a trovarlo? Si è parlato anche di pericolo di fuga: quale? La conoscono tutti non andrebbe lontano.
La procura usa due pesi e due misure: tutto è concesso all' avvocato Galoppa difensore di Misseri mentre si riserva estremo rigore contro gli avvocati di Sabrina (si tenta di andagare anche loro) quasi a procura fosse infastidita dall'idea che costei possa avere un legittimo diritto costituzionale alla difesa!
Sembrano Berlusconi quando non gradisce l' opposizione e le contestazioni di piazza.
Tutti i media spiattellano le testimonianza anche solo presunte dell' accusa ma on scrivono quali sono le 19 eccezioni della difese che però conoscono bene ma tacciono al pubblico: quando finirà tutto questo e ci si occuperà del caso con correttezza?



Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models