martedì 7 settembre 2010

A Novembre si vota per le Politiche!


Dopo le parole di Fini a Mirabello il PdL rilancia la richiesta di dimissioni del Presidente della Camera e per questo Bossi e Berlusconi incontreranno Napolitano oggi o domani. Premesso che il Presidente della Repubblica non può obbligare Fini a dimettersi (non rientra fra i suoi poteri) sarà comunque per lui atto dovuto incontrarlo e riferire la posizione del Governo che spera nella moral-suasion del Capo dello Stato.
A questo punto Fini che non potrà restargli indifferente chiederà alla Camera una nuova fiducia magari legata la documento programmatico di 5 punti del PdL in modo che la sfiducia del PdL al Presidente della Camera suoni anche come una rinuncia al suo stesso documento programmatico.
La mozione Fini potrebbe quindi vertere su una interpretazione personale delle sue dimissione come una estromissione di Futuro e Libertà dalla maggioranza di Governo: in sisntesi l' incompatibilità con il suo ruolo come incompatibilità con la maggioranza e quindi fine della stessa.
In ogni caso se Fini si dimette Berlusconi dovrà fare altrettanto e si và alle urne come anticipato da Bossi dopo il vertice di ieri sera ad Arcore.
A questo punto l' unico scenario possibile è un governo di transizione della durata di 90 giorni (come il Ciampi del '93) con il solo compito di rifare la legge elettorale. Ipotesi condivisa anche dal portavoce del PdL Bonaiuti oggi a Repubblica TV.

Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models