giovedì 13 marzo 2008

Berlusconi volgare e vuoto: Fossi in Ciarrapico me ne andrei

Un paio di giorni fà si è abbattuta sul PdL una bufera a causa della candidatura del fascista Ciarrapico.
Ciarrapico si è autodefinito fascista ed orgoglioso di esserlo ed ha attaccato il n.2 del PdL Gianfranco Fini, ex missino e fondatore di An ora scioltasi (o almeno così sembra) nel PdL.
Fini ha subito reagito scatenando una morei di polemiche e chiedendo di non candidarlo,stessa richesta dalla lega Nord.
Accuse pesanti sono arrivate dalla sinistra che contrattacca a berlusconi dopo le sue uscite su Calearo, Colaninno e l'operaio Thyssen define candidature di facciata.
berlusconi si è difeso in modo becero e volgare: prima ha asserito che Ciarrapico gli serviva per i giornali che possedeva, utili in campagna elettorale, poi ha afffermato che Ciarrapico e solo uno dei 1000 candidati e che non conta nulla e non conterà mai nulla.
Tali affermazioni dimostrano la poverta d'animo dell'uomo Berlusconi e di quanto sia inadatto a guidare il Governo di un paese come l'italia. Da questo punto di vista 100 volte meglio veltroni ma pure Mastella!
Se fossi in Ciarrapico mi sentirei gravemente offewo e trattato da zerbino e me ne andrei indignato: penso che nessuno, nemmeno un fascista meriti tale trattamanto.
Questa non è una difesa di Ciarrapico che reputo un cattivissimo elemnto da candidare come parlamentare ( che tra l'altro e stato coinvolto i Mani Pulite) ma una semplice constatazione del basso profilo politico del PdL, sia per la candidatura che per come la gisutifica Berlusconi.
Che vergogna, solo in Italia abbiamo gente simile!

1 commento:

Masque ha detto...

Fidati, se tu fossi ciarrapico non saresti arrivato a nessuna di queste conclusioni e staresti esattamente dov'è lui adesso.
Ma ci staresti anche se ci fossi arrivato.. però essendo ciarrapico, non ti saresti comunque mosso.

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models