lunedì 7 gennaio 2008

La mia ricetta contro il caro-carburanti

Da alcuni anni il prezzo del petrolio è schizzato alle stella passando da 18 a 100 dollari al barile. Nonstante l'euro forte salito nello stesso periodo da 0.86 a quasi 1.50 dollari che ha limitato gli effetti del caro-greggio nell'area Euro, tali efffetti cominciano a diventare pensanti pure noi.Oggi in italia oltre a delle alte accise sui carburanti abbiamo una serie di una-tantum create per far fronte a tragedie come il Vajont o il belice che non hanno senso di esitere.Tale tassazione vele per il 60% del prezzo dei carburanti e non possono essere rimosssi dalla sera alla mattina perchè rappresentano una bella fetta di gettito fiscale.Proporrei di passare ad un regime di tassazione forfettario (accise più una-tantum) al 50% del prezzo dei carburanti.Inotre per sottrarre i benzinai dal ricatto delle sette sorella propongo sgravi fiscali a coloro che praticano prezzi alla ppoma di almeno 5 centesimi inferiore a quello consigliato dai petrolieri.Sgravi alle compagnie petrolifere che stanno al di sotto di certo rapporto fra prezzo carburante alla pompa e petrolio...dicaimo 2 a 1 per la benzina 1.9 a 1 per il gasolo e 1.4 a 1 per il GPL, ecc. In questo modo le case sarebbero costretta ad abbassare il prezzo alla pompa se il petrolio cala, cosa che ora non fanno.

Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models