sabato 5 gennaio 2008

La legge elettorale facciamola così e diamoci un taglio.

La proposta di Frencheschini,numero 2 del PD, di avere un presidenzialismo alla francese ha riaperto il dibattito sulla legge elettorale.
Vorrei far notare che alcuni anno chiesto il sitema tedesco, il PD è per il misto tedesco-spagnolo ma altri chiedono il doppio turno alla francese.Io coniugherei letre cose così: partire dalla famosa proposta vassallum di eleggere il 50% dei parlmantari con il maggioritario e il 50% con il proporzionale.
Per quanto riguarda la parte maggioritaria userei il doppio turno alla francese con divieto di apparentamento fra 1° e 2° turno.Per la parte proporzionale fare colegi da 15 deputati e 8 senatori con sbarramanto al 5%.
Le coalizioni devono essere identiche sia nel proporzionale che nel maggioritario, nel sebso che ad esempio sel il PD và da solo nel proporzionale, lo stesso deve fare nel maggioritario.
In questo modo i due grandi partiti PD e PDL si svincolerebbero dagli alleati e potrebbero governare (chi vince) con ampia maggiornaza approvata dalla maggiornanza assoluta degli Italiani. Gli ex alleati inclusi i piccoli avrebbero ampie possibilità di antrare in parlamanto con cospique flotte di parlamentari, specialmente se si coalizzano fra loro, e senza poter ricattare l'eventuale Governo!
Quanto alla proposta di Francheschi la ritengo dannosa per la maggioranza ma anche per l'Italia: i nostri politici non sono pronti per un sistema con troppo potere nelle mani di un singolo. Prima si abbatta il livello di corruzione fra loro. Il presidenzialismo alla francese non è diverso da premierato alla Berlusconi (quello dittatoriale bocciato al referendum del 25 giugno 2006), quindi troppo pericoloso.
Più praticabile a odierna proposta di Veltroni dell'elezione diretta de premier da attualre in tempi più maturi ovvero fra qualche legislatura.

Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models