mercoledì 10 ottobre 2007

Campionato di F1 ucciso dalla FIA e riaperto dalla Divina Provvidenza



Premetto che alla divina provvidenza non credo molto ma questa volta,se è vero che esite, ci si è massa di mezzo.
Il mondiale di F1 aveva preso unabrutta piega con la Spy-Story Ferrari-McLaren e la punizione inflitta alla casa Inglese non aveva soddisfatto un granchè gli sportivi,sia perchè non venivano puniti i piloti sia perchè vincere in questo modo il mondiale Costruttori non era poi una grande cosa.
Al Fuji poi,dove si è svolto il GP del Giappone lo scorso 30 settebre, per la Ferrari piove sul bagnato: la gara si fà sotto la pioggia e si parte dietro la safety-car e la federazione obbliga tutti i team as usare gomme full-wet (bagato pesante) ma non comunica per tempo la decisione alla casa del Cavallino che parte con le internedie,risultato:obbligo per entrambi i piloti di rientrare ai box a cambiare le gomme per evitare la squalifica.
I due si sono ritrovati così in fondo al gruppo a rimontare lasciando punti preziosi e via libera ad Hamilton (graziato dalla federazione dall'accusa di aver causato l'incidente fra Vettel e Kubica quando erano dietro alla safety-car) che si involava verso un titolo iridato ormai scontato quanto meritato.
Arriviamo così al Gp di Cina dovre il debuttante Hamilton avrebbe dovuto laurearsi campione del mondo e compiere così la grande storica impresa di vincere il titolo alla sua pria stagione in F1.
Le cose nonostante la pioggia e qualche fuori pista andavano come da programma e il pilota britannico era in testa inseguiti da Raikkonen quando le sue gomme vanno in crisi,il finlandese recupera e lo sorpassa in pista e Alonso si apprestaq a fare alttrettanto.
Hamilton tarda ad entrare ai box e quando lo fà,inizia appena la pit-lane che si inpinata nella ghiaia. Questa volta non c'è la gru come al Nuerburgring a rimetterlo in pista e giustizia e fatta: anche a lui tocca subire la gogna del ritiro,che molto abilmente supera pensando positivo.
Dopotutto ha ancora cinque punti di vantaggio su Alonso e sette su Raikkonen.
Ora all'ultimo GP ,quello del Brasile si giocheranno il titolo in tre con Hamilton favoritissimo e la Bridgeston che avrebbe (il condizionale è d'obbligo perchè non è ancora uffiale,le avrebbe dovute portare già a Pechio ma non è stato così) deciso di portare a Rio de Janeiro le gomme supermorbide che non vanno tanto bene alla Ferrari come accadde a Monaco e in Ungheria.
Come finirà lo sparemo fra quasi 2 settimane ma lameno una sicurezza c'è:almeno il titolo iridato piloti verrà assegnato in pista e non fuori.

Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models