venerdì 19 dicembre 2014

E' ufficioso, si voterà nel 2016 con l' Italicum


Ormai è quasi ufficiale quindi diciamo ufficioso che si voterà alle prossi politiche nel 2016 con l' Italicum. Sebbene Renzi abbia voglia di restare fino al 2018 è chiaro che con la ripresa economica attesa per il 2016 nessuno fra Alfano e Minoranza PD avrà scrupolo a far cadere il governo. Scrupolo che esiste ora. Per questo il Premier ha fretta di approvare la nuova legge elettorale (decisamente migliorata con l' abbassamento delle soglie al 3% e il voto di preferenze eccetto i capilista) e vuole che entri in vigore nel 2016 ma probabilmente lo sarà già dai prossimi mesi. La bocciatura del mattarellum come legge-ponte e della proposta di Calderoli che è poi quella di Renzi sull' entrata in vigore dell' Italicum parlano da sole.
Quindi non resta che armarsi di sondaggi per capire cosa accadrà. Di certo in caso di crsi si và dritti al voto, temuto solo da Berlusconi e Forza Italia e forse dai 5 Stelle ed auspicato da tutti gli altri. Non sarebbero infatti possibili altre maggioranza che Berlusconi di certo proporrebbe con il PD per evitare un voto per lui con esiti disastrosi. Cosa faranno gli astenuti? Torneranno a votare? Consiglio di evitare i primi 3 partiti! 
Di certo Renzi non aprirà la crisi ma farà scarica barile su chi si assumerà la responsabilità, una volta usciti dalla crisi fra Minoranza PD e Alfano. La minoranza strapperà e fonderà un nuovo partito magari alleato con lo stesso Pd o resterà dentro? La prima è rischiosa, probabile la seconda. Di sicuro nessuno sarà così folle da far cadere il governo prima della fine del 2015. E sono certo che Renzi si ricandiderà premier!


 OkNotizieVotalo su OK Notizie

Articoli Correlati

Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models