domenica 21 novembre 2010

Trenitalia e Regione Piemonte ostacolano Arenaways

Lunedì scorso è entrato in servizio il primo treno di un vettore privato che fà concorrenza a Trenitalia: è Arenaways, una società fondata da Giuseppe Arene che ha già avuto esperienze ferroviarie e appoggiata da una corda di 30 imprenditori piemontesi e bresciani.
Il vettore fà servizio fra Torino e Milano, in teoria dovrebbe percorrere il seguente anello nei due sensi: Torino Lingotto, Torino Porta Susa, Santhià, Vercelli, Novara, Rho Fiera, Milano Porta Garibaldi, Milano Rogoredo, Pavia, Alessandria, Asti, Torino Lingotto, inoltre nell' avvicinamento all' anello dovrebbe fare due corse fra Milano e Arquata Scriva e Torino e Arquata Scrivia dove possiede il deposito rotabili.
E' accaduto invece che Trenitalia si sia lamentata del fatto che l' ingresso del suo concorrente modifichi gli equilibri commerciali e quindi si oppone al servizio a meno che la Regione Piemonte non gli dia più soldi e la regione leghista il cui presidente Cota è amico di Moretti ci stà a blocca Arenaways inducendo le autorità competenti a impedirgli di fare le fermate intermedie: quindin niente anello e solo 2 corse non stop Torino Lingotto, Porta Susa, Milano P.G. e Rogoredo e viceversa.
Arenaways per ora accetta ma ha presentato ricorso alla UE e alla autorità Garante: staremo e vedere. Di certo tutto questo è vergognoso! Dopo Ntv Trenitalia ostacola anche Arenaways con la complicità del centro-destra piemontese e quello Lombardo anch' esso contrario al servizio.
Ma quello che non si capisce è: se la regione Piemonte vuol dare questi soldi in più TI, perchè non darglieli e basta invece invece di danneggiare AW? Si vuol bloccare la liberalizzazione? Alquanto insolito per i capitalisti leghisti: così si viola l' articolo 42 della Costituzione tanto amato da Berlusconi e Tremonti!


Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models