domenica 1 febbraio 2009

Contestò Sgarbi, ora è misteriosamente morto. Incidente o Omicidio?

Un mese un 23enne siciliano, Giuseppe Gatti contestò Vittorio Sgarbi ad una riunione pubblica. Voleva cacciare dalla Sicilia i politici corrotti e pluripregiudicati come Sgarbi e in cambio cacciato lui dall' assemblea con violenza gratuita dal Comandante dei Vigili Urbani.

Ora a distanza di un mese questo ragazzo è morto e morto in un curioso incidente, ecco l'articolo di stampa apparso su Siciliaweb:

Giovane folgorato nell'Agrigentino

Il 23enne lavorava per un'azienda di latticini di famiglia, è morto dopo aver calpestato un filo scoperto dell'energia elettrica mentre si trovava da un fornitore

CAMPOBELLO DI LICATA (AGRIGENTO) - Un ventitreenne, Giuseppe Gatì, di Campobello di Licata è morto folgorato.

Il giovane, che lavorava col padre in un'impresa di latticini, si era recato nel primo pomeriggio da un fornitore, alla periferia di Campobello di Licata e senza accorgersene avrebbe camminato su un filo scoperto della corrente elettrica che attraversava l'azienda agricola.

Giuseppe Gattì era il figlio di Giacomo, coordinatore cittadino del Pd. Il giovane era stato protagonista, meno di un mese fa, di una violenta contestazione, durante la presentazione del libro ad Agrigento, al sindaco di Salemi Vittorio Sgarbi.

31/01/2009

Fonte: http://www.lasiciliaweb.it/index.ph...te=lasiciliaweb

L' incidente mi appare molto strano per tre motivi:

  1. Normalmente non si può morire folgorati pestando un cavo a terra si a perchè la corrente si scarica dal cavo direttamante a terra sia perchè le suo delle scarpe sono normalente isolanti.
  2. Il ragazzo conosceva il posto ed è difficile pensare che non conoscesse i rischi
  3. Il fornitore non è indagato per omicidio colposo: dovrebbe esserlo come atto dovuto

Mi chiedo quindi se si tratti davvero di un semplice banale incidente o di un omicidio premeditato per eliminare una persona scomoda.

Quel vigile ora ha denunciato 5 persone che gli hanno impedito di usare violenza gratuita un contestatore.

Sonia Alfano parente stretta del Ministro Angelino Alfano ha ritenuto illegale l' atteggiamento di quel ragazzo ritenendo che fosse violato l'articolo 21 della Costituzione a danno di Sgarbi! Inaudito!

Ormai secondo i politici qualsiasi mezzo è lecito per impedire delle democratiche quanto legittime contestazioni siamo all' impossibile! Ribelliamoci con ogni mezzo!

Se non ci credete ancora leggetevi questi articolo sulle misure anti-manifestazione pensate da Maroni: L'occhio indiscreto di Maroni su tutti i cortei

Fonte: http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=9248

7 commenti:

alcor ha detto...

Massimo rispetto per il giovane scomparso e la libertà di espressione, ma non ti sembra di trarre delle conclusioni quantomeno affrettate?
ciao

ariel799 ha detto...

Puoi fornirmi le fonti delle due tue affermazioni,(sonia parente di angelino e sonia che ha difeso sgarbi) perchè mi sembrano entrambe sbagliate!

A quanto mi risulta sonia alfano non è parente di angelino alfano, ne trovo riferimenti per l'affermazione che le attribuisci di aver difeso Sgarbi!

Anonimo ha detto...

Questo blog è una bufala. La persona che scrive o è realmente un ignorante patentato o è uno sbruffone che tenta di fare soldi con la pubblicità. Vedi se puoi andare a lavorare e non disinformare! scemo...

Michele M. ha detto...

Per Alcor
Non mi sembra esagerato ipotizzare l' omicidio, in fondo stò solo lanciando un sassolino nello stagno e non sarebbe la prima volta di un caso simile.
Per ariel I799
Forse Sonia Alfano non sarà parente Angelino ma di certo ha dfeso Sgarbi nel video!
Ha ritenuto sbagliato ciò che ha fatto quel ragazzo.
Per Anonimo
1. Abbi almeno il coraggio di firmarti
2. Se hai in blog e le palle linkalo così di posso giudicare anch'io

ariel799 ha detto...

Emh...non capisco se l'ultima frase del tuo post sia provocatoria, mendace o se più semplicemente ignori i fatti e , cosa più grave, non riesci a comprendere uno stralcio di parlato da un video.

Assodato che Sonia Alfano non ha a che fare con Angelino Alfano, se non per il semplice caso di omonimia, mi sembra lampante che dalle sue parole, nel video dal min 3.04 al min 3.42, quello accusato è il vigile zelante ed in generale, il sistema che impedisce ad un ragazzo di esprimersi ed informare liberamente. Non sto interpretando, basta ascoltare le parole e metterle in fila.

Un saluto
Ps...mi sa che già ti sei perso un voto!!!:-)))

Anonimo ha detto...

e che c'entra l'omicidio?
ma bevi de meno prima di scrivere ste strunzate e occhio che quello che si scrive resta nel web.

Anonimo ha detto...

ragazzi credo anche io che la morte di giuseppe non sia stato un'incidente.....

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models