martedì 30 dicembre 2008

Stoppiamo Israele. Basta attacchi gratutiti a Gaza! Si accettino Hamas e la Palestina.


Da alcuni giorni Israele attacca i territori palestinesi di Gaza senza
motivo. Per i politici sarebbe la protezione degli Israeliana viventi in quei
territori ma in realtà si compiendo un genocidio bipartizan.
Subito si è avuta la reazione di Hamas e il capo dei Palestinesi ha chiesto
l'intervento della comunità internazionale.
Bisogna fermare Israele. Hama anche se è un movimento integralista,
attivista e terrorista, è legalizzato nel suo paese ed il partito che
rappresenta i palestinesi: essi lo hanno scelto in libere elezioni
democratiche.
Piaccia o non piaccia si deve trattare con loro per raggiungere la
pace.
Israele quindi sbaglia d attaccare, così si solo una inutile guerra.
Inoltre secondo un sondaggio pubblicato da Haaretz mentre i politici israeliani
sono d'accordo all'unisono con l'intervento militare a Gaza, il popolo è
contrario (46%) mentre solo il 40% è favorevole. Indecisi il 14%.
La comunità internazionale nonostante la crisi economica deve intervenire
al più presto bloccando Israele e trattando con Hamas una nuova tregua.
L' unica fortuna stà nel fatto che stavolta il nostro Governo
filo-Sionista sembra non schierasi così apertamente a fianco di Israele come
in passato.
Israele deve inoltre capire che deve abbandonare i territori occupati nel 1967 e tornare ai confini originali. Deve riconoscere la Palestina se vuole essere riconosciuto a sua volta: lo chiede iol suo popolo come lo chiede la comunità ebraica Italiana. E necessaria una parità fra i due popoli: quello israeliano e quello palestinese.

2 commenti:

Riccardo Troiani ha detto...

ciao...grazie della visita e del commento..auguri e a presto...Riccardo, admin di Citysport

Anonimo ha detto...

Peccato che i primi a non accettare l´ esistenza di uno stato, facente parte dell´ Onu sono i "galantuomini" di Hamas

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models