venerdì 31 ottobre 2008

Falsa Notizia al Tg2

Oggi al Tg2 delle 13.00 è stata data una falsa notizia: parlando infatti degli scontri avvenutu ieri in piazza Navona a Roma fra Studenti e Polizia, si è fatto credere che il tutto sia stato organizzato e messso in atto dai centri sociali di sinistra, menzionando che vi fossero dei militanti di estrema destra che avrebbero reagito per difesa.
Nulla di più falso: dalle immagini pubblcate da molti studenti su Youtube e trasmesse ieri da Annozero, si evince che ad attaccare per rprimi siano stati i soliti sbirri esaltati dopo atimi di tensione da loro stessi provocati con blocchi assolutamante immotivati, visto la pacificità della manifestazione fino a quel momento.
Probabilmente c'è dietro un disegno politico per sminuire le manifestazioni degli studenti contro la Gelmini e il suo famigerato decreto 137. Inoltre la perdita di consenso del Governo porta Berlusconi ha ricominciare con solita tattica denigratoria contro la Sinistra.
Fanno bene gli studenti a denunciare il tutto tramite Youtube ma servono maniere più forti: vere e prorie denunce alla Magistratura con tanto di nomi e cognomi: vi offro il primi: Gianni Riotta!
Ebbene si Riotta e il suo staff hanno commesso un reato nel dare quella falsa notiza (pensandoci bene anche più di uno), quindi è ora che ci si ribelli a questo malagiornalismo da regime fascista e lo si faccia usanod le maniere forti pur restando nella piena legalità.
Avanti quindi con le denunce e controlliamo tutti i media, il Tg2 è il primo ma probabilmente altri Tg e giornali faranno lo stesso nei prossimi giorni. Accogliamo dunque questa ennesima nuova sfida e teniamo alta la guardia!
Un altro consiglio agli studenti: non cedete alle procazioni degli Acab ( farete il loro gioco e quello del Governo)e se vi impediscono di andare a protestare nelle vicinanze di qualche luogo istitutzionale ricordategli la Costituzione vi dà il diritto di muovervi liberamente sul territorio nazionale! Sciogliete il corteo e ricomponetelo alla meta.
Se vi oppongono l'esistenza di una limitazione imposta dal Prefetto o dalla Questura od altra autorità chidete di mostrarvi il documento scritto e controfirmato dall'Oragano che la presiede, se non lo fanno non vi possono fermare, se lofanno contattate l'autorità in questione e chidetene conferma: potrebbe essere un falso scritto la PC da un Poliziotto o da un Carabiniere.
Munitevi di numero di telefono delle Questure, Prefetti e sSegreterie del Sindaco delle vostre città, munitevi di numero telefonico dei Ministeri degli Interni e della Difesa ed la minimo problema non esistate a rompergli le scatole ed ha chidere conferma di quanto vi riferiscono le FdO.

Per completezza di informazione vi riposrto quì gli articoli 13, 16, 17 e 18 della Costituzione Italiana:



Art. 13.
La libertà personale è inviolabile.Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altra restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dell'autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla legge.
In casi eccezionali di necessità ed urgenza, indicati tassativamente dalla legge, l'autorità di pubblica sicurezza può adottare provvedimenti provvisori, che devono essere comunicati entro quarantotto ore all'autorità giudiziaria e, se questa non li convalida nelle successive quarantotto ore, si intendono revocati e restano privi di ogni effetto.
È punita ogni violenza fisica e morale sulle persone comunque sottoposte a restrizioni di libertà.
La legge stabilisce i limiti massimi della carcerazione preventiva.


Art. 16.
Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale, salvo le limitazioni che la legge stabilisce in via generale per motivi di sanità o di sicurezza. Nessuna restrizione può essere determinata da ragioni politiche.
Ogni cittadino è libero di uscire dal territorio della Repubblica e di rientrarvi, salvo gli obblighi di legge.

Art. 17.
I cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e senz'armi.
Per le riunioni, anche in luogo aperto al pubblico, non è richiesto preavviso.
Delle riunioni in luogo pubblico deve essere dato preavviso alle autorità, che possono vietarle soltanto per comprovati motivi di sicurezza o di incolumità pubblica.

Art. 18.
I cittadini hanno diritto di associarsi liberamente, senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai singoli dalla legge penale.
Sono proibite le associazioni segrete e quelle che perseguono, anche indirettamente, scopi politici mediante organizzazioni di carattere militare.


Se qualcuno delle FdO vi ferma ricordaevi che:

  1. Non vi possono perquisire all' aperto
  2. In caso di perquisizione ci dev'essere il vostro avvocato, dei testimoni e và redatto un verbale
  3. Il fermo può durare al massimo 24 ore e và convalidato da Gip su richiesta del PM entro 24 ore dall'inizio
  4. In caso di fermo se non onvertito in arresto dovete essere rialsciati entro 48 ore dall'inizio della detenzione
  5. Avete diritto ad essere interrogati entro 24 ore dell'inizio della detenzione e solo alla presenza di un avvocato
  6. Le legittima difesa è contemplata anche nei confronti di FdO
  7. La perquisizione dev'essere disposta dall'autorità giudiziaria e come tutti gli atti può essere contesta e rifiutata se non adeguatamente motivata

Ciò premesso buon lavoro a tutti voi!

Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models