venerdì 17 ottobre 2008

Appello a Roberto Saviano: resta in Italia, andarsene sarebbe una mezza sconfitta!

Lo scrittore di Gomorra, Roberto Saviano ha deciso di trasferirsi all'estero per "riprendersi la sua vita" : la decisione è stata presa dopo che un pentito aveva riferito che si stava preparando un attentato modello Capaci (quello in cui morì Falcone con la mogli ed altri 5 agenti della sua scorta) ai danni dello scrittore. I Casalesi lo vogliono morto.
Da parte mia innanzitutto un ringraziamento a Saviano per il coraggio avuto nello scrivere il libro, in secondo luogo tutta la mia solidarietà e l'augurio di superare questo momento.
Ma gli rivolgo anche un' appello pubblico: resta in Italia.
Comprendo la sua situazione e coma possa sentirsi ma andare via dall' Italia vorrebbe dire creare un bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto: lui lo vede il mezzo pieno ovvero il riprendersi la pro vita (forse, in quanto la mafia a tentacoli dappertutto come ci insegnò la saga Tv La Piovra).
Come dice Maroni non sarebbe al sicuro nemmeno fuori dall' Italia. Maroni però mi indigna perchè con la sua frase "Saviano non é il simbolo me è un simbolo della lotta alla Camorra" sembra sminuirlo, lo sottolinea anche il tono seccato con cui il Ministro pronunciava tali parole: sembra quasi gli dia fastidio che in tema sicurezza e lotta alla criminalità Saviano sia più popolare ed amato di lui dal popolo Italiano.
Tornando all'appello credo che Roberto Saviano debba restare in Italia: quindi Roby non te ne andare!!!
Mi permetto di darti del tu perchè siamo sostanzialmente coetanei! hai tutta la mia solidarietà e sostegno morale ( per quello che possa servire): ti chiedo solo di non far vincere la Camorra!

Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models