mercoledì 3 settembre 2008

Violenze per Roma Napoli, colpa del Prefetto di Napoli e flop del Governo


Dopo le violenze e gli atti di teppismo avvenuti prima, durante e dopo l'incontro Roma-Napoli di domenica scorsa, sono divampate le polemiche.
La Sinistra accusa il Governo che si difende, dando la colpa, tanto per cambiare, alla Magistratura
La colpa in realtà è del Prefetto di Napoli che sapendo di ciò che stava per accadere (prova ne è il fatto che ha piazzato numerosi agenti di Polizia e Carabinieri alla stazione) ed avendo egli stesso a definire l'evento a rischio.
Il Prefetto aveva il potere e dovere di predisporre un altro treno per evitare quello che successo sull' IC Napoli-Torino. Aveva il dovere di riempire il treno con agenti Polfer ma invece non c'era nessuno sull'IC e chissà se ci sarebbero stati su un eventuale altro treno charter.
I 5 fermati già scarcerati non potevano per legge essere trattenuti oltre, inutile quindi colpevolizzare la Magistratura. La responsabilità e semmai del Governo che ha fatto flop con il pacchetto sicurezza non introducendo norme contro questo tipo di scarcerazioni facili, norme che il Paese intero invoca da molto tempo. Era questo il senso di sicurezza che gli italiani chiedevano.
Ora si parla di blocco delle trasferte: ma non servirà. Non essendo possibile vietare al popolo italiano di viaggiare e muoversi da una città all'altra poichè è diritto di ognuno di noi circolare liberamente sul territorio della Repubblica Italiana, non si può evitare che i tifosi vadano in trasferta.
Spiego meglio: si può bloccare la trasferta di grossi gruppi ma non di piccole comitive composte da 5-10 persone massimo 15. Quindi il problema resta.
Vano semplicemente applicate le leggi che ci sono e fatti i controlli che si dovrebbero fare ma non vengono fatti, punto e basta.
Mi permetto di fare un ultima considerazione: secondo il Questore di Napoli ci sarebbe la Camorra dietro le violenze e la DIA stà indagando: personalmente sono scettico su questa ipotesi che mi tanto di alibi, ormai a Napoli e dintorni e diventata una consuetudine scaricare tutto sulla Camorra: cos'è un nuovo modo di fare scarica-barile?

1 commento:

FOOTBALAND ha detto...

Bisogna assolutamente vietare le trasferte ai tifosi organizzati...è ora di dire basta a queste devastazioni!!

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models