giovedì 26 giugno 2008

E se quotassimo tutto in Euro?

In questi ultimi anni l'economia mondiale per effetto della globalizzazione e dello sviluppo notevole di certi paesi quali India e Cina, ha subito dei cambiamanti notevoli.
Uno di questi è senza dubbio la perdità di peso economico-finaziario degli Usa che ha causato di conseguenza la svalutazione del dollaro americano.
In contemporanea, l'allargamento a Est della Ue ha rafforzato notevolmente l'Euro che ha acquistato valore su Sterlina Inglese, Franco Svizzero e Yen Giapponese.
La svalutazione del dollaro ha inoltre contribuito, insieme alla crescita di richiesta certi benei di consumo, alla speculazione dei prezzi degli stessi.
Il prezzo del petrolio si è decuplicato in 7 anni ed anche il gas è aumentato notevolmente. Grano ed altri genere aimentari sono saliti anche del 65% dell'ultimo anno.
Tutto questo produce una grave crisi che fermata la più presto.
E' arrivato il momento di prendere ufficialmente atto che gli Usa non contano più di tanto sullo scenario economico-finanziario mondiale mentre l'Europa è cresciuta e e l'Euro è senza dubbio la nuova moneta di riferimento mondiale che ha protetto parte dell' Europa dal caro petrolio e dall'aumento del prezzo dei carburanti.
Sarebbe quindi il caso che Petrolio, Oro, Argento ed altri beni non fossero più quotati in dollari ma in euro in tutti i mercati borsisitici del mondo.

Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models