sabato 27 ottobre 2007

Quando il razzismo è un affare di Stato

Pochi minuti fà seguendo la trasmisssione di rete 4 Forum ho assistito ad una causa (vera o finta che sia non ha imposrtanza) in cui una madre Rom che si è integrata nella nostra società con la sua famiglia chiedeva una risarcimento simbolico di 1 euro alla mamma italiana di un compagno di classe di suo figlio per un atteggiamanto da lei giudicato razzista.
Cosa è successo: questo bambino italiano ha portato un giochino a scuola,lo ha perso mentre giocava con l'amico rom e suam madre a chiesto per primo a quest'ultimo se l'avesse preso lui.
Lei sostiene di averlo fatt solo perchè sono amici...giustificazione secondo me palusibile,tuttavia ho ritenuto opportuno far presente il mio pensiero alla trasmissione tramiche questa mail:

In relazione alla prima causa di stamattina 27 ottobre non
credo che vi sia del razzismo da parte della signora Italiana (non ricordo i
nomi) ma molta diffidenza e paura nei confronti dei Rom ed altri immigrati.
E' una situazione frutto di un sistema informativo mediatico che
trascende la realtà per asservire certa mala politica.
Vi sono politici
che hanno tutto l'interesse ad inculcare nella popolazione, attraverso i media
della
proria parte, un adose di razzizsmo per ottenere consenso elettorale
ed
sottrarlo a prori avversari definiti o auto-defintisi garantisti.
Tutto ciò è vergognoso: Mi fà piacere che questa causa venga discussa su una
rete TV
titolare di uno dei TG più faziosi del mondo e di proriietà di un
leader di
quella mala politica di cui parlavo antecedentemente.

Con questa mail ho voluto dire che se la gente in Italia ha paura degli immigrati ciò non è solo dvuto ad un reale modesto legame fra alcuni di questi è la criminalità ma bensì la mondo dell'iformazione che cavalca il cavallo della xenofobia per aumentare l'audience e fare un favore a certi partiti politici che in questo modo e fingendosi baluardi dell'italianità e della lotta all'immigrazione clandestina cercano consenso ed a ltempo stesso di sottrarre voti agli avversarsi più moderati e garantisti.

Diciamo basta a questa informazione faziose,malata e sospratutto distorta e quindi falsificata in barba quel diritto di informazione con cui i giornalisti si lavano a sproposito la bocca.

Non dimentichiamoci che i nostri connazionali all'esstero ricevono la stesso trattamanto che noi diamo a i nostri immigrati,vengono etichettati per criminali e mafiosi non chè bigotti e deficenti. La lettera che ho pubblicato qualche giorno fà nel post decicato sul "come ci vedono all'estero" e la sentenza di quel tribunale tedesco che ritenava un attenuante essere sardo in una causa per stupro nè sono la prova provata!

Dove sono Bosii e Fini e la CdL quando si tratta di difendere gli Italiani all'estero? Non ci sono come tutti i Buffoni dela malapolitica!


Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models