domenica 9 marzo 2008

Come fà il Papa a parlare di dignità?

Oggi il Papa al tradizionale Angelus domenicale ha affermato: "L'uomo rimane uomo con tutta la sua dignità, anche quando è un ambrione o in stato di coma".
La frase in se non è male ma è chi la pronuncia che ne fà un uso distorto: che dignità si può dare all'accanimento terapeutico che la Chiesa propina?
E' dignitoso obbligare una donna a mettere al maondo un bambino malato a rischio della sua stessa vita?
E dignitoso triservare macchina salvavita ad un uomo senza speranza sottraendo le stessa a chi ne ha più bisogno?
E disgnitoso imporre la morale cattolica a chi segue un altra fede o non crede affatto?
Ovvio che non lo è.
Inoltre il papa nel suo discorso per la sapineza scrisse che "nessuno è posrtatore sano di verità" ma allora perchè proio il Papa si eleva a tale portanza facendo simili affermazioni?
Chi è lui per stabilire al di sopra di tutti ciò che è degno e ciò che non lo è?
Non lo può fare! Lui è messaggero di Dio ma spesso erra e si erge a Dio stesso distorcendone il Verbo.
Và infine registrata la solita intromissione di Bertone che tenta condizionare la campagna elettorale specie quella dei laici inventandosi una mancanza di rispetto dei leaders nei confronti della Chiesa.

Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models