mercoledì 16 gennaio 2008

W "La Sapienza"!

W La Sapienza, è il caso di rlo a gran voce, La sapienza intesa sia come sapere che come l'omonima Università romana. La Sapienza ha battuto il Papa e la sua arrognaza e quella del Vaticano!
Onestamante godo al pensiero che dopo tante censure e insulti inflitti dal Vaticano e certi politici nei confronti, esso sia stato censurato a sua volta, ammesso che si possa parlare di censura visto che il Papa invierà comunque il suo discorso e il suo pensiero verrà comunque diffuso.
Ho sentito dire da certi cattolici che così si sarebbe violato il principio di libertà di pensiero e parola sancito dalla nostra Costituzione.
Premesso che non è vero, ma perchè preoccuparsi di ciò quando la cosa interessa il Papa e non difendere tale libertà anche quando riguarda coloro che lo contestano?
In Italia non si è mai potuto dissentire dal papa senza ricevere insulti dagli ex DC, Famiglia Cristiana, l'Osservatore Romano, Radio Vaticana e l'Avvenire.
Basta ricordare il trattamanto riservato a quegli studenti che contestarono Ruini un paio di anni fà durante un suo intervento ad Assisi, era il periodo delle polemiche sul caso Terry Schiavo e dei ragazzi che scandirono qualche slogan ( non ofensivo) contro Ruini furrono additati come eversivi e non fù l'unica volta.
Ma sopratutto ditemi come si fà a non dissentire ed anche con una certa veemenza da un Papa che giustifica l'umiliazione inflita dall Chiesa a Galileo Galilei costretto ad abiurare la dimostrazione della teoria copernicana per non essere condannato a morte. Un pontefice serio si scuserebbe per quella nefandezza!
Comprensibile quindi gli studenti frequentanti corsi di laurea in campo scientifico : il Vaticano negli ultimi hanni ha etichettato gli scenziati che operano nella biologia nel peggiore dei modi. Ha persino etichettato i gay come viziosi ed affermato quelche giorno fà che le coppie di fatto sono un pericolo per la pace del mondo.
Onestamente dubito delle facoltà mentali di Ratzinger.Certi politici prima di preoccuparsi per il rispetto al Papa si dovrebbe preoccuprare del rispetto che questi ha mancato alla società italiana.
E poi diciamolo onestamente se io ( o chiunque altro) volessimo parlare di Darwin in Chiesa sarei criticato brutalente dal prete che è libero di non farmi entrare.
Allo stesso modo gli studenti possono rifiutare l'ingresso della religione nell'Università! E' leggittimo e nel pieno rispetto dell'articolo 21 della Costituzione che studenti e docenti contestino l'invito rivolta la Papa dal rettore, il quele peraltro avrebbe dovuto chiedere prima almeno un parere in merito.
Inoltre non si può invitare un personaggio così contestato dalla comunica scientifica e non dare la possibilità agli studenti ed ai docenti di fare un controdiscorso o meglio un contraddittorio con il Papa.
Perchè il pontefice si ostina continuamnte a sotrarsi dal confronto con la controparte sui temi etico-scientifici? Non è coretto!
E poi come si fà ad invitare il Papa ad una conferenza sull'anno giudiziario, cosa può insegnarci lui che capeggia una Chiesa che ha commesso tante ingiustizie, ne commette ancora oggi difendendo ad esempio i preti-pedofili e non ha mai chesto scusa?
Come può la comunità scientifica di quell'ateneo tollerare cho offende scienziati come Galileo e sfrutta una moratoria sulla pena di morte per ataccare la legge 194 sull'aborto? Non può tollerarlo.

Nessun commento:

laovoro gazzetta del mezzogiorno

laovoro gazzetta del mezzogiorno
annuncio di lavoro

Hot Models